Focaccia genovese

Mi ero imbattuta nell’entusiasmo di Vittorio in modo casuale, a causa della mia ricetta dei krapfen andata perduta ed egregiamente rimpiazzata con la sua. A quel punto, però, visto anche il risultato, non avrei mai potuto fermarmi lì. Mi ingolosiva la sua focaccia genovese e, ovviamente, quando te la propone un genovese, non puoi mica stare fermo lì, a guardarla soltanto.

Eh no! Prendi nota, vai in cucina, ti tiri su le maniche e la farina comincia a volare. E provi anche questa, d’altra parte si sa, la Lifferia non sa tenere le mani ferme ed è sempre ben felice di raccogliere nuove sfide e nuovi stimoli in cucina.

Certo è che porto qui soltanto quelle ricette collaudate, di sicuro successo, quelle replicabili: mi piace l’idea che i miei lettori possano arrivare qui e sentirsi a casa, in un luogo sicuro; sedersi su un comodo divano e sfogliare le mie avventure quotidiane in cucina, senza paura che capiti la fregatura da qualche parte.

E allora, arriva la focaccia genovese. Non so quante volte l’ho preparata ormai e qui va proprio a ruba: fa quel fragrante “crick” sotto ai denti quando viene morsa e subito dopo il palato incontra una irresistibile morbidezza. Ogni tanto la preparo come alternativa al pane, ma più spesso, la preparo e la lascio a disposizione sul tavolo per “quel leggero languorino”. E vi assicuro che quando l’avrete davanti, quel leggero languorino arriverà!

Focaccia genovese

•••••

focaccia genovese

scarica la ricetta stampabile

ingredienti

300 g di farina 0
190 g di acqua a temperatura ambiente
20 g di olio extravergine d’oliva
17 g di lievito di birra
7 g di sale
un cucchiaino di miele

procedimento

In una terrina o nella ciotola della planetaria, inserire l’acqua a temperatura ambiente, l’olio, il sale e il miele. Unire metà della farina ed impastare fino a che la farina non sarà ben assorbita, quindi unire il lievito sbriciolato ed incorporare gradualmente la farina rimanente, lavorando l’impasto per circa 15 minuti. Trasferire l’impasto sulla spianatoia leggermente infarinata, coprire con un panno pulito e lasciare riposare per 15 minuti.

Trascorso questo tempo, piegare l’impasto in due e trasferirlo sulla teglia unta con olio extravergine d’oliva, avendo l’accortezza di ungere anche la parte superiore dell’impasto, affinchè non si secchi. Lasciare riposare per 60 minuti in un luogo al riparo da correnti (ad esempio, in forno spento con la luce accesa).

Al termine del tempo di riposo, l’impasto sarà almeno raddoppiato: stenderlo nella teglia fino a coprirne la superficie, premendo l’impasto senza tirarlo. Cospargerne la superficie con una presa abbondante di sale e lasciare nuovamente riposare per 40 minuti, al riparo da correnti d’aria.

Dopo questo tempo, distribuire un po’ di acqua tiepida sulla superficie dell’impasto, seguita da un po’ d’olio extravergine (indicativamente la quantità di una tazzina da caffè) e formare i caratteristici buchi della focaccia con una pressione decisa delle dita, affondandoli nell’impasto ma senza strapparlo. In questa fase, se lo si desidera, si possono aggiungere eventuali condimenti. Lasciare lievitare per altri 60 minuti.

Cuocere la focaccia in forno ventilato preriscaldato a 220°C per circa 15-20 minuti e, al termine della cottura, sformare subito la focaccia su una griglia per fare asciugare bene anche la parte inferiore ed evitare così che possa diventare troppo umida e gommosa. Ultimare la focaccia con una pennellata di olio extravergine d’oliva in superficie.

un’idea in più

Questa focaccia è ottima così, da sola, ma si presta volentieri ad ospitare condimenti: in estate la preparo volentieri con i pomodorini, ma è deliziosa anche con la cipolla e le olive.

E ancora, è gradevolissima tagliata in due e farcita con salumi di ogni genere, o anche soltanto con mozzarella, pomodori ed una spolverata di origano. Comunque la mangiate, è sempre una bontà.

•••••

Focaccia genovese

Se ti è piaciuta questa ricetta e vuoi rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità della Lifferia,
seguimi sulla pagina Facebook e diventa fan! :-)

4 Commenti su Focaccia genovese

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.