Tagliatelle con fave e salsiccia

Aprile è tempo di fave,e oggi preparo un bel piatto di tagliatelle con fave e salsiccia. Adoro questa stagione per la varietà di prodotti che offrono gli orti, dalle mie parti è facile ricevere dal vicino che coltiva la propria terra questi doni così preziosi. Anche questa volta la Sig.ra Chiara mi ha portato i frutti del suo orticello, fave freschissime a Km 0 come si suol dire.

Quando non ho molta confidenza con un ingrediente cerco di immaginare i possibili abbinamenti, le fave solitamente vengono consumate crude, insieme al pecorino e al pane fresco, ma io volevo renderle protagoniste di un primo piatto, ho raccolto qualche scampolo dal frigorifero ed eccolo qua, tagliatelle con fave e salsiccia, un sugo davvero delizioso che mi ha sorpreso per quanto ricco di gusto!

A questo link potrete trovare informazioni interessanti su questo legume,io ho scoperto che ai tempi dei miei nonni era chiamato “la carne dei poveri”….

Un’altro primo piatto con le fave che dovete assolutamente provare sono le orecchiette con fave e stracciatella.

Sandra

Ingredienti per 4 persone

  • 500 g fave fresche ancora da pulire
  • 1 salsiccia
  • 1 carota
  • 1 scalogno altrimenti una piccola cipolla
  • mezzo bicchiere di vino bianco
  • 125 ml d brodo vegetale
  • 100 ml di panna da cucina
  • olio evo
  • sale
  • pepe
  • 250 g di tagliatelle all’uovo

Procedimento

Estraete le fave dal baccello e liberatele della pellicina (il tegumento) che le ricopre, tenete da parte sia le pellicine che il seme.

Con la pellicola (il tegumento) delle fave farete un trito per soffritto insieme allo scalogno e la carota.

Fate scaldare un pochino di olio in una padella e fate soffriggere il misto di verrdure finemente tagliuzzate qualche istante, aggiungete la salsiccia spellata e fatta a pezzetti e lasciate rosolare un paio di minuti, sfumate con mezzo bicchiere di vino bianco e lasciatelo evaporare, ora aggiungete un mestolo di brodo e unite la parte interna delle fave (il seme).

Lasciate cuocere a fiamma bassa per una mezz’oretta e aggiungete ancora brodo se si asciuga troppo. Intanto mettete sul fuoco la pentola con l’acqua salata per la cottura della pasta.

Quando il sughetto è asciugato e le fave ben cotte, aggiungete la panna da cucina e amalgamate bene il tutto.

Portate a cottura anche la pasta e ancora al dente scolatela (tenendo da parte un poco di acqua di cottura), unitela al sugo, se necessario aggiungete qualche cucchiaio di acqua di cottura per rendere il tutto più fluido e cremoso!

Seguimi sui social: Instagram FACEBOOK PINTEREST YOUTUBE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.