Crea sito

Pollo al Ketchup – La ricetta di papà

Il pollo al forno in salsa Ketchup, è una delle ricette super gustose e speziate di mio padre. Il suo passato da ristoratore italiano all’estero lo ha sempre seguito anche nella cucina casalinga e familiare, infatti è uno dei piatti che preparava nella sua pizzeria-tavola calda in Germania, negli anni ’80, insieme a piatti tipicamente italiani come i peperoni imbottiti di pane e altre leccornie che man mano approderanno anche sul mio blog.

Il bello della ricetta del pollo al ketchup è che è di una semplicità straordinaria, pochi ingredienti semplici e solo un pochino di attenzione in fase di cottura, rendono la preparazione di questo piatto, fattibile anche da giovani studenti fuori sede e da chi in cucina si proclama una frana. Infatti è una delle prime cose che ho cucinato da sola, quando a 19 anni sono andata a vivere a Milano. Di tanto in tanto chiamavo mamma per chiedere “ma come si fa…bla bla bla bla???” Il potere del cibo in fondo, è anche quello di confortarti quando sei lontano da casa.

Sandra

pollo al ketchup

Ingredienti per 3 porzioni di pollo al forno in salsa ketchup

  • 6 cosce di pollo
  • timo
  • rosmarino
  • sale
  • pepe
  • paprika dolce o piccante oppure curry (potete anche non metterne)
  • 250 ml di vino rosso o bianco
  • circa 200 g di ketchup

Preparazione

Per cucinare un gustoso pollo al forno in salsa Ketchup lavate e asciugate le cosce di pollo, ponetele in un tegame da forno antiaderente e mentre preriscaldate il forno a 200° ventilato, condite e insaporitelo come segue.

Insaporite di sale e pepe, aggiungete gli aromi come il timo, l’origano, e non fate mancare qualche rametto di rosmarino, versate sopra il ketchup e il vino.

Con le mani miscelate bene il tutto, (io indosso sempre dei guanti usa e getta da cucina per questa operazione) massaggiate il pollo in tutte le sue parti con la salsa rossa che si è creata e sistemate le cosce di pollo in maniera tale che la parte ricoperta di pelle stia verso l’alto.

Infornate senza coprire per circa 1 ora, i tempi d cottura variano a seconda delle dimensioni delle cosce di pollo, le mie quest’oggi erano dei fusi carnosi di dimensioni medie e li ho lasciati cuocere 70 minuti. Di tanto in tanto, con un pennello da cucina spennellate la pelle del pollo con la salsa al ketchup che si addensa sul fondo. Se vi accorgete che la salsa si è asciugata troppo, aggiungete un pochino di vino bianco e con il pennello o un cucchiaio rimestate il fondo.

E’ mia abitudine utilizzare un termomento alimentare per verificare la cottura del pollo fino al cuore, quando raggiunge i 75° sono sicura che il pollo è ben cotto e privo di rischi, ed evito così di prolungare inutilmente la cottura che, anche se mi fa stare più tranquilla, finisce per rinsecchire troppo la carne. Se non avete il termometro da cucina, mia madre mi ha sempre detto che per lei il pollo è cotto, quando la pelle intorno alle caviglie dei fusi si rompe.

Servite il pollo con patate fritte o al forno, una ricetta per fare delle patate gustose e croccanti fuori e morbide al centro è qui.

Se siete curiosi di sapere, qual’è la temperatura ottimale che deve raggiungere qualsiasi tipo di carne, al cuore, potete leggere questa interessante guida qui.

Seguimi sui social: Instagram FACEBOOK PINTEREST YOUTUBE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.