Crea sito

Pesto di rucola

Il pesto di rucola è uno dei condimenti per la pasta che preferisco durante la stagione estiva, sta bene anche sulla pasta fredda e quando lo preparo solo per me utilizzo anche la rucola selvatica, che picca leggermente il palato, quando invece ci sono i piccoli preferisco la rucola coltivata o “eruca sativa” dal gusto più delicato rispetto a quella selvatica.

Oltre al sapore che la rucola dona a tanti piatti, la apprezzo in particolar modo per le sue proprietà diuretiche, la utilizzo per arricchire la mia insalata fredda di patate e tonno e non ne manca mai una bella manciata alle mia insalata di ceci e gamberi.

Se volete conservare il pesto di rucola potete tenerlo in frigo fino a tre giorni in un barattolino ben chiuso e aggiungendo dell’olio per tenere coperta la superficie del pesto, se ne avete fatto in abbondanza potete congelarlo in comode porzioni e tirare fuori all’occorrenza solo quello che vi serve.

Sandra

pesto di rucola

Ingredienti per 3 condire 3/4 porzioni di pasta

  • 50 g di rucola (utilizzate la “sativa” per un gusto più delicato oppure rucola selvatica se non vi dispiace piccantina)
  • 25 g di pinoli (oppure mandorle pelate)
  • 10 g di pecorino grattugiato
  • 15 grana grattugiato
  • 60 g di olio extravergine di oliva
  • sale fino q.b.
  • 1/2 spicchio di aglio (opzionale)

Come si prepara il pesto di rucola

Per preparare il pesto di rucola avete bisogno di mixer piccolino. Io utilizzo questo che ho preso su Amazon e con il quale mi trovo benissimo, potete vederlo o acquistarlo cliccando QUI.

Lavate, pulite e asciugate bene la rucola, mettetela nel mixer insieme ai formaggi, 1/3 dell’olio previsto, i pinoli (viene benissimo anche con le mandorle pelate) il mezzo spicchietto di aglio, sale quanto basta e azionate le lame, aggiungete una seconda parte di olio e con una spatolina abbassate le foglie di rucola che sono rimaste attaccate ai bordi, frullate ancora qualche secondo e infine aggiungete la terza e ultima dose di olio riabbassando ancora le ultime foglioline di rucola e frullate ancora.

A questo punto il pesto di rucola è pronto, potete tenerlo in frigo fino a tre giorni in un barattolino ben chiuso e aggiungendo dell’olio per tenere coperta la superficie del pesto, se ne avete fatto in abbondanza potete congelarlo in comode porzioni da tirare fuori all’occorrenza e usare solo quello che vi serve.

Seguimi sui social: Instagram FACEBOOK PINTEREST YOUTUBE

Link sponsorizzati inseriti nella pagina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.