Crea sito

Chiacchiere di carnevale con tante bolle

La ricetta perfetta che state cercando per fare delle chiacchiere di carnevale con tante bolle, e che siano, non solo leggere e friabili, ma anche senza unto, è proprio questa qui.
Questo impasto per fare le chiacchiere di carnevale è lo stesso che preparava mia madre quando eravamo piccoli, io non dimenticherò mai quando stendeva la sfoglia profumata di arancia e liquore STREGA con la macchinetta per sfogliare la pasta.
Diceva che era migliore rispetto al metodo del matterello per averle tutte belle sottili allo stesso modo e come piacevano a noi, e poi preparandone poche per volta, era il sistema più veloce per friggerle subito appena pronte, per fare in modo che appena le chiacchiere sfioravano l’olio bollente si riempivano di bolle come per magia.
Perché anche se le chiacchere fanno sempre le bolle, il segreto perché siano tantissime è di ripiegare e tirare più di una volta la sfoglia e poi friggerle subito senza farle asciugare troppo.
Ed oggi la magia si ripete anche nella mia cucina, con mio figlio che mi gira intorno perché la macchinetta per tirare la sfoglia attrae molto anche lui, come a me ed ai miei fratelli all’epoca.
Le uniche piccole modifiche che negli anni ho apportato alla sua ricetta è l’uso della farina manitoba, che aiuta l’impasto ad assorbire meno olio durante la frittura (un segreto che ho imparato con le chiacchiere della ricetta originale di Iginio Massari ,già presente su questo blog). Inoltre preferisco la scorza di limone grattugiata al posto dell’arancia ed il più delle volte mi prendo la libertà di sostituire il liquore strega con del limoncello, oppure con il Rum, a seconda di quello che ho disponibile.
Il risultato è sempre fantastico, perché queste chiacchiere si sciolgono in bocca ma sono fragranti, profumano di buono e chiunque le assaggerà vi chiederà la ricetta.
Sandra

chiacchiere di carnevale con tante bolle
  • DifficoltàMedia
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione2 Ore
  • Tempo di riposo1 Giorno 6 Ore
  • Porzioni50
  • Metodo di cotturaFrittura
  • CucinaItaliana

Ingredienti per circa 40/50 chiacchere di carnevale perfette

  • 200 gfarina 0
  • 100 gfarina Manitoba
  • 40 gzucchero
  • 2uova
  • 40 glatte
  • 40 gburro (fuso)
  • 2 cucchiailimoncello (oppure altro liquore come RUM, Grappa, Strega o Marsala)
  • 1limone (buccia finemente grattugiata)
  • 1 pizzicosale
  • q.b.zucchero a velo vanigliato
  • 1 lolio di semi di arachide

Strumenti utili per la ricetta

  • Macchina per pasta anche detta “nonna papera” oppure

Preparazione delle chiacchiere di carnevale con tante bolle

  1. In una ciotola o nel boccale della planetaria inserite le farine setacciate, lo zucchero e la scorza grattugiata del limone, poi unite le due uova, il burro sciolto, i due cucchiai di limoncello, il latte ed il pizzico di sale, iniziate ad impastare e quando la massa diventa omogenea passate sulla spianatoia per lavorare bene l’impasto.

  2. Avvolgete l’impasto nella pellicola trasparente e lasciatelo riposare per mezz’ora a temperatura ambiente.

    Intanto preparate la macchinetta per la pasta, se non l’avete potete acquistarla anche qui, oppure potete utilizzare il matterello ma senza dimenticare di praticare qualche piega e stendere molto finemente all’ultimo giro.

  3. Preparate una pentola con l’olio per la frittura delle chiacchiere, deve essere abbondante e profondo perché le chiacchiere vogliono la frittura ad immersione.

    Dividete l’impasto in tre pezzi uguali e prendetene uno, tenete gli altri due avvolti nella pellicola trasparente.

    Iniziate ad appiattire leggermente con le mani infarinate il primo pezzo di pasta e passatelo una o due volte nella macchinetta allo spessore più largo, utilizzate sempre un velo di farina per far scivolare meglio l’impasto, ripiegatelo e ripassatelo ancora una volta per poi procedere a rimpicciolire di un punto lo spessore della macchinetta.

  4. chiacchiere di carnevale ricetta massari

    Spolverate leggermente di farina ogni volta che serve e ripassate la sfoglia una volta e poi ripiegatela e ripassatela ancora, procedete così diminuendo di volta in volta lo spessore fino ad arrivare al punto 8-9 (nella mia macchinetta il 9 è lo spessore ideale per le chiacchiere ma potrebbe variare da modello a modello, valutate da soli quanto spesse piacciono a voi e quanto potete spingervi oltre senza che la sfoglia si frantumi tutta.)

  5. Con una rotella tagliapasta zigrinata ricavate tante chiacchiere rettangolari e friggetele subito in olio ben caldo, la temperatura ottimale è di 170° e non deve superare i 175° ed il tempo di immersione è di pochi secondi per lato, devono assumere una doratura leggera e uniforme, appena pronte raccoglietele con una schiumarola e appoggiatele su carta assorbente.

    Quando avrete finito di preparare le chiacchiere del primo pezzo di pasta, spegnete per un attimo l’olio che altrimenti brucia, e procedete a stendere e preparare altre chiacchiere col secondo pezzo e così fino a finire l’impasto.

  6. Una volta ben fredde cospargetele di abbondante zucchero e velo, meglio se vanigliato, potete conservarle in un contenitore ermetico per preservarne la fragranza per due o tre giorni, ma sono troppo buone e dubito arriveranno al giorno seguente 😀

4.9 / 5
Grazie per aver votato!

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.