Tigelle ai sette cereali,ricetta emiliana

Oggi delle tigelle ai sette cereali ,una ricetta tutta emiliana rivisitata da me realizzandole con la farina nera ai sette cereali  e con l’aggiunta di  un buon pesto fresco alla genovese !In realtà ne ho fatti 2 impasti ,uno anche con la farina classica.Devo consigliavi proprio di provarle perchè sono davvero deliziose ed insolite sicuramente un po’ più bruttine ..ma  un pochino meno caloriche delle classiche riempite con affettati vari!Naturalmente il ripieno potete variarlo come volete ,io oggi avevo preparato anche i pomodori in graten e i miei ospiti le hanno apprezzate anche con  pomodori e il classico squacquerone emiliano o crescenza!

La mia ricetta classica montanara la trovate QUI!

Tigelle ai sette cereali,ricetta emiliana

Per 5-6 persone
1 Kg. di Farina tipo nera ai 7 cereali
2 Panettini di lievito di birra da 25 gr.
1 Pacchetto di panna da cucina da 200 ml.
2/3 di bicchiere di Latte
2/3 di bicchiere di acqua tiepida
10 gr. di sale fino
10 gr.di zucchero

1 cucchiaio di mix di spezie per pane (io l’ho comprato a Bolzano)

Procedimento:
Far sciogliere il lievito in un bicchiere di latte tiepido con lo zucchero ,unirlo alla farina ,aggiungere la panna e per ultimo il sale.
Impastare poi con acqua ,aggiungere il mix di spezie ,continuare ad impastare un po’ e ottenendo un panetto di pasta bello compatto e lucido .
Lasciare lievitare per circa 2 o 3 ore in luogo tiepido.(io accendo un po’il forno a 50° poi lo spengo e lo tengo li dentro)
In ultimo dividere l’ impasto in tante palline più piccole di un pugno e lasciarle ancora lievitare sulla spianatoia o in un piano con un panno pulito sopra per ancora una mezz’oretta finchè vedete le palline belle cresciute.
Cuocere nell’apposito ferro da tigelle (acquistabile nella provincia di Bologna )
o schiacciandole un pochino si riescono a realizzare anche con una normale padella antiaderente avendo però l’accortezza di girarle sempre e cuocendole a fuoco bassissimo.
Porle in cestino da pane tenendole al caldo coperte con un canovaccio e finire di cuocerle.
Si mangiano calde aprendole con il coltello e dividendole in 2 dischi con affettati a piacimento,grana e strutto,formaggi molli,mostarda bolognese o lardo tritato aromatizzato con rosmarino,sale ecc.
Accompagnatele con il ripieno che più vi piace.La tradizione le accompagna con i buoni affettati emiliani ,oggi io le ho proposte anche con il pesto genovese.
Si possono riempire anche con nutella o marmellata o con quello che si vuole !!!
Da non dimenticare una bottiglia di buon Sangiovese bolognese o di buon lambrusco emiliano!!

Tigelle ai sette cereali,ricetta emiliana
Eccole ancora nella tigelliera aperta .. in cottura…

Tigelle ai sette cereali,ricetta emiliana

Tigelle ai sette cereali,ricetta emiliana
Ecco la mia gallina con dentro il cestino per tenere calde le tigelle !! troppo carina vero??

Qui la versione classica con farina O,per la ricetta base: Ricetta delle tigelle montanare Qui

Tigelle ai sette cereali,ricetta emiliana
Eccone alcune già pronte della versione classica con farina bianca!!

[banner]

8 Risposte a “Tigelle ai sette cereali,ricetta emiliana”

  1. No la gallina è davvero troppo forte, e certo che vorrei provare queste tigelle, appena ho tempo ci provo, e come sempre grazie Laura delle tue stupende e geniali ricette!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.