ARROSTO DI VITELLO IN PENTOLA tenero e succoso

ARROSTO DI VITELLO  IN PENTOLA tenero e succoso con la ricetta della mamma, un secondo piatto di carne ricco e succulento. L’arrosto di carne fa sempre festa a tavola, non può mancare nei pranzi di festa o nel pranzo della domenica. Il profumo dell’arrosto pervade tutta la cucina, è il profumo delle cose buone fatte in casa. Da piccola ricordo che non vedevo l’ora che arrivasse la domenica per mangiare questo secondo buonissimo! Da servire con vicino patate al forno o verdure di stagione, è un piatto facile da fare, bisogna solo stare attenti a seguire per bene tutte le fasi ed avere tanta pazienza nel prepararlo. Per fare un arrosto cotto in pentola tenero e buonissimo, non dovete pensare di prepararlo in un’ora, scordatevelo! Una cottura lenta è alla base di un buon arrosto. La ricetta che vi lascio è quella della mia mamma e non delude mai! Provala anche te e a tavola stupirai tutti con l’arrosto di vitello in pentola tenero tenero che si scioglie in bocca. Ora seguimi nella ricetta che lo prepariamo insieme!

ARROSTO DI VITELLO IN PENTOLA TENERO E SUCCOSO

  • Difficoltà:
    Bassa
  • Preparazione:
    10 minuti
  • Cottura:
    1 ora
  • Porzioni:
    4/6 persone
  • Costo:
    Medio

Ingredienti

  • Carne di vitello per arrosti (già legata) 800/900 g
  • Farina q.b.
  • cipolla 1
  • Sedano 1 costa
  • Carote 3
  • Brodo q.b.
  • Salvia q.b.
  • Rosmarino q.b.
  • Sale q.b.
  • Olio extravergine d’oliva q.b.
  • Vino bianco secco 70 ml

Preparazione

  1. Per preparare l’arrosto di vitello in pentola iniziamo dalla carne, mi raccomando sceglietene una di buona qualità, questo  è molto importante per la riuscita della ricetta.  Prendete la carne, io ho preso quella già legata, mettete nella rete o tra lo spago che la lega, rametti di rosmarino e salvia.

  2. Tritiamo cipolla sedano e una carota, le altre due le tagliamo a rondelle. Facciamo dorare le verdure in una pentola con olio evo. Infariniamo la carne per l’arrosto e mettiamo nella pentola per farla dorare su tutti i lati.

  3. La giriamo con due palette senza infilzarla con forchette o altro, questo è importante per non far uscire i liquidi dalla carne. Una volta dorata su tutti i lati, versiamo il vino bianco e facciamo evaporare.

  4. Saliamo e versiamo il brodo necessario a coprire metà dell’arrosto.

    Continuiamo la cottura per circa 50/60 minuti con coperchio su fiamma media bassa, girando l’arrosto sempre con due palette.

  5. Versa metà cottura regolatevi se occorre altro brodo, se il primo si è troppo ritirato mettetene un altro poco.

    Al termine della cottura, fate riposare l’arrosto per almeno un’ora prima di affettarlo in fette sottili. Quindi levate lo spago o la rete prima di tagliarlo. Una volta affettato, mettete le fette di carne nella pentola e coprite tutto con il sugo di cottura, scaldate e portate a tavola, sentirete che bontà!

    Se ti è piaciuta questa ricetta leggi anche FILETTO ALL’ARANCIA, SPEZZATINO CON PISELLI

    Metti il tuo LIKE e seguimi anche sulla mia  PAGINA FACEBOOK

… i consigli di Vane

Tra i consigli che poso darvi è di affettare l’arrosto quando si è freddato non da appena cotto, la carne non si taglierebbe bene in fette. Io di solito preparo l’arrosto la sera prima, così il giorno dopo è perfetto per essere tagliato, riscaldo e porto a tavola.

Precedente BISCOTTI ALLE NOCCIOLE SENZA FARINA Successivo Trofie cremose broccoli e pancetta

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.