Crea sito

FRUTTA MARTORANA

La FRUTTA MARTORANA  è un dolce siciliano, tipico palermitano, preparata con pasta di mandorla, considerata un’opera d’arte della pasticceria siciliana. Si racconta che le monache benedettine del Monastero della Martorana di Palermo prepararono questi deliziosi dolcetti cercando di imitare alla perfezione quella vera e ne abbellirono in inverno il giardino del monastero in attesa della visita di un personaggio importante forse un prelato o un re.
E’ tradizione prepararla per il 2 novembre,  un tempo veniva preparato un cesto con la frutta martorana e dei doni, era un modo per coinvolgere i bambini in questa giornata di commemorazione dei defunti facendogli credere che i cari defunti tornassero tra i vivi e questo regalo era il segno del loro passaggio………. e fino ad oggi il mese di novembre le pasticcerie palermitane e siciliane sono colorare da questi deliziosi dolci. La frutta martorana è possibile prepararla in due modi, con il metodo a caldo e a freddo, la scelta dipende dal gusto personale.

FRUTTA MARTORANA, RICETTA SICILIANA
  • DifficoltàMedia
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • CucinaItaliana

Ingredienti

Per la preparazione a freddo

  • 1 kgFarina di mandorle
  • 1 kgZucchero a velo
  • 150 gGlucosio
  • 120 mlAcqua
  • 200 gGranella di mandorle (facoltativo)
  • 10 gocceEssenza di mandorla

Per la preparazione a caldo

  • 1 kgFarina di mandorle
  • 1 kgZucchero a velo
  • 250 mlAcqua
  • 1 bustinaVanillina

Occorrente

  • Forme in gesso
  • Colori alimentari
  • Lucido alimentare
  • Pellicola trasparente
  • Penelli
  • Piccioli e foglie

Preparazione frutta martorana

Procedimento a freddo

  1. In una zuppiera capiente versare la farina di mandorle, lo zucchero a velo precedentemente setacciato e amalgamare bene, aggiungere a piacere la granella di mandorle, il glucosio, l’essenza di mandorle diluita in una parte d’acqua già misurata, e la restante acqua. Amalgamare gli ingredienti con le mani e continuare ad impastare su un piano, rendendo il composto omogeneo e liscio. Per comodità separare l’impasto in due parti, e lasciare riposare circa 10 minuti coperto da un canovaccio.

Procedimento a caldo

  1. Sciogliere lo zucchero nell’acqua a fuoco lento, appena inizia a bollire spegnere il fuoco e aggiungere la farina di mandorle e la vanillina, amalgamare con cura il composto, dovrà avere una consistenza liscia e morbida e si staccherà  dalle pareti del tegame. Bagnare con l’acqua la base di legno e versarvi il composto ottenuto, lasciare intiepidire, lavorare un poco per renderlo più liscio, dividere in due e coprire con un canovaccio.

  2. Coprire con la pellicola trasparente la formina scelta, posizionare una pallina di composto all’interno ricoperto con la pellicola, pressare con le mani per far aderire bene allo stampo e subito sformare. Eliminare le parti in eccesso, sistemarle in un vassoio e continuare così fino ad esaurire il composto.

  3. Lasciare asciugare 24 ore. Colorare a secondo del tipo di frutta ed appena asciutte ultimare con il lucido.

  4. FRUTTA MARTORANA, RICETTA ORIGINALE

    Colorare la frutta martorana a secondo del tipo di frutta ed appena completamente asciutte ultimare con il lucido.

  5. frutta martorana | ricetta la cucina di rosalba

    Ti può interessare anche:
    BISCOTTI TETÙ E TEIO

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.