Crea sito

Buccellato palermitano

Il buccellato palermitano  è il dolce tipico della pasticceria palermitana. Il suo trionfo è nel periodo natalizio, immancabile al centro tavola imbandita a festa.

buccellato palermitano | ricetta la cucina di rosalba

BUCCELLATO PALERMITANO

Ingredienti pasta frolla, per due buccellati:

  • 500 gr farina 00
  • 180 gr zucchero
  • 120 gr strutto a t.a.
  • 1 uovo
  • 75 ml latte a t.a.
  • 1/2 bustina di lievito per dolci
  • 5 gr di ammoniaca
  • 1 cucchiaio di essenza per dolci all’arancia

Per il ripieno:

  • 50 gr noci
  • 50 gr pistacchi
  • 50 gr mandorle
  • 50 gr nocciole
  • 1/2 cucchiaio di cannella
  • 35 gr cacao amaro
  • 125 gr cioccolato fondente
  • 60 gr scorza candita di arancia e 60 gr scorza candita di cedro
  • 125 gr marmellata d’arancia
  • 300 gr marmellata di fichi (io quella autoprodotta)
  • per la copertura, due cucchiai di gelatina e frutta secca o canditi a piacere.

Procedimento

Nella ciotola impastatrice amalgamare lo strutto con lo zucchero, aggiungere la farina precedentemente setacciata con il lievito, impastare, aggiungere l’uovo, l’essenza, l’ammoniaca sciolta nel latte. Formare un panetto, avvolgere nella pellicola e riporre in frigo per circa un’ora.

In un mixer versare la frutta secca, frullare ma non ridurre in polvere, sminuzzare il cioccolato fondente e le scorze candite, versare il tutto in una ciotola ed aggiungere gli altri ingredienti, mescolare con un cucchiaio amalgamando bene e riporre in frigo.

buccellato palermitano | ricetta la cucina di rosalba

Tirare fuori dal frigo il panetto, dividerlo in due parti, stendere formando un rettangolo di circa 30 cm per 15 cm, disporre il condimento (come da foto) ed avvolgere formando prima un rotolo, poi chiuderlo a cerchio. Con la pinza adatta o con quella del ghiaccio punzecchiare formando il classico disegno.

Trasferire su una teglia rivestita di carta forno e cuocere in forno preriscaldato a 180° per 25-30 minuti. Sfornare e ricoprire con la gelatina già riscaldata a bagnomaria e decorare a piacere.

La cucina di Rosalba

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.