Crea sito

Spiedino di Polenta

 

polenta 2La polenta è da sempre definita il piatto dei poveri, poiché i suoi ingredienti sono davvero molto semplici, acqua e farina cucinati all’interno di un paiolo.

Oggi vi presento questi spiedini, facili da preparare e ottimi da gustare. 😉

<INGREDIENTI>

PER LA POLENTA

500 g di farina gialla

1 litro d’acqua

1 cucchiaino di sale fino

PER I SPIEDINI

400 g di cervellatine (salsicce più sottile)

sale q.b. 

olio evo q.b.

foglie di salvia q.b.

erbe aromatiche q.b.

<PREPARAZIONE>

Iniziamo la nostra ricetta riempiendo una pentola di acqua con il sale e portandola ad ebollizione.

Dopo il primo bollo, versate la farina gialla un po’ alla volta mescolando continuamente con un cucchiaio di legno per evitare la formazione dei grumi.

Quando vedete che la polenta inizia ad attaccarsi ai bordi, contate altri 20 minuti di cottura, più si cuoce e più è buona.

Se dovesse risultare troppo compatta, aggiungete mezzo bicchiere di acqua.

Terminata la cottura, versate il composto su un tagliere di legno e fate raffreddare bene.

Trascorso il tempo che si è raffreddata, tagliatela a cubetti.

Tagliate a tocchetti la salsiccia.

Preparate un trito con le erbe aromatiche, distribuendo sugli ingredienti.

Lasciate riposare per 30 minuti.

Prendete dei spiedini corti, infilate un cubetto di polenta, una fogliolina di salvia, un tocchetto di salsiccia e chiudete con un altro cubetto di polenta.

Terminati gli spiedini ungeteli con olio evo.

Prendete una padella antiaderente e aggiungete un filo d’olio evo, adagiate gli spiedini e rosolateli bene.

Rigirandoli continuamente, una volta cotti io ho servito gli spiedini di polenta, sul “Vassoio Porta Polenta”, troverete tutti i dettagli qui.

Ringrazio l’azienda Poloplast S.r.l. che mi ha dato questa opportunità di usare e provare i loro meravigliosi e comodissimi prodotti. 😀

by Nancy

Latte di Riso come prepararlo in casa

latte

 Il latte di riso rappresenta, insieme al latte di soia, di mandorle ed agli altri latti vegetali, una delle possibilità di sostituire del latte vaccino, nel caso di intolleranze ad esso o nell’eventualità in cui si preferisca orientarsi verso una dieta priva di derivati animali. 🙂

img_ingredienti INGREDIENTI per 1 litro di latte

icone50 gr di riso bianco del tipo Ribe

icone3 cucchiaini di dolcificante malto di riso

icone1 pizzico di sale fino

icone1 litro d’acqua

PREPARAZIONE-Chef-Cartoon--Copia---2-

cappellinoCominciate con l’occuparvi di portare ad ebollizione l’acqua in cui verserete il riso, che dovrà continuare a cuocere almeno dai cinque ai dieci minuti oltre il tempo di cottura segnalato sulla confezione, indicativamente fino al momento in cui i chicchi inizieranno a spappolarsi e risulteranno quindi molto morbidi.

cappellinoA questo punto potrete iniziare ad agire utilizzando il vostro frullatore ad immersione.

cappellinoA seconda dei tempi di cottura e del tipo di riso utilizzato potrebbe essere necessario aggiungere dell’altra acqua, portata ad ebollizione a parte, per ottenere un latte più liquido.

cappellinoFrullate finché acqua di cottura e riso non si saranno ben amalgamati.

cappellinoSi tratta di un’operazione che dovrebbe richiedere pochissimi minuti tenendo il frullatore regolato a potenza medio.

cappellinoA questo punto lasciate raffreddare il vostro latte di riso per almeno una mezzora e, se vi accorgete della presenza di residui, frullate di nuovo.

cappellinoSolo quando sarà a temperatura ambiente vi consiglio di addolcirlo addizionandolo con malto di riso, a seconda dei vostri gusti e dell’utilizzo che farete del latte potrete decidere di regolarne il sapore.

cappellinoDopo aver regolato il gusto del vostro latte, potrete passare al suo imbottigliamento.

cappellinoVi consiglio di posare un colino sopra l’imbuto che utilizzerete, in modo da filtrare eventuali piccoli residui.

cappellinoIl latte potrà essere conservato in frigorifero per circa due o tre giorni in una bottiglia di vetro ben chiusa e potrà essere riscaldato in un pentolino prima di essere bevuto.

cappellinoSe si desidera ottenere un latte più denso, la quantità di riso indicata tra gli ingredienti può essere gradualmente aumentata fino ai 100 grammi.

Il riso viene presentato nel “Mini Dessert Goccia” tutti i dettagli li troverete qui, ringrazio l’azienda Poloplast S.R.L.

by Nancy

Calories-Book-goes-beyond-the-numbers-M917KP73-x-large  70 ogni 100 ml

 

Pomodorini interi al naturale

pomodorini

I pomodorini sono l’ortaggio più amato, acquistato e consumato nel nostro Paese, soprattutto nella stagione estiva. Oggi ho preparato le mie conserve di pomodorini. 😉

img_ingredienti INGREDIENTI per 5 barattoli 

icone3 kg di pomodorini 

icone4 litri di acqua 

icone2 cucchiaini di sale fino per ogni litro d’acqua

icone1 mazzetto di basilico

PREPARAZIONE-Chef-Cartoon--Copia---2-

cappellinoPer prima cosa dobbiamo scegliere pomodorini e devono essere ben maturi ma sodi, lavateli, asciugateli, lavate anche le foglie di basilico e asciugatele.

cappellinoSistemate i pomodorini in vasi a tenuta ermetica, stringendoli il più possibile senza romperli, aggiungendo qualche foglia di basilico.

cappellinoOra fate bollire l’acqua con il sale (2 cucchiaini di sale per ogni litro d’acqua).

cappellinoAppena bolle toglietela dal fuoco, versatela bollente sui pomodorini e tappate i barattoli subito.

cappellinoL’acqua dovrà ricoprire completamente i pomodorini.

cappellinoE’ il momento della sterilizzazione, avvolgete i vasi in canovacci e sistemateli in una pentola capiente e riempitela d’acqua fino al livello dei pomodorini nei vasetti.

cappellinoMettete al fuoco e portate a bollore, calcolate 20 minuti di sterilizzazione dal momento in cui inizia l’ebollizione, poi togliete dal fuoco e lasciate raffreddare nell’acqua.

cappellinoFateli raffreddare nell’acqua stessa, poi togliete i vasetti dall’acqua, asciugateli e conservateli in luogo fresco.

by Nancy

Calories-Book-goes-beyond-the-numbers-M917KP73-x-large  20 ogni 100 g

Merluzzo e patate in guazzetto di pomodoro

zuppa di pesceMerluzzo e patate in guazzetto di pomodoro

Una zuppa di merluzzo, ricca e nutriente. 😉

img_ingredienti INGREDIENTI per 4 porzioni

icone1 kg di merluzzo fresco

icone2 gambi di sedano bianco

icone3 carote medie

icone1 cipolla

icone1 ciuffetto di prezzemolo fresco

icone1 litro di acqua

icone3 cucchiai di olio evo

icone1 peperoncino rosso

icone1 kg di patate

iconesale fino

icone4 pomodori freschi maturi

icone1 bicchiere di vino bianco

PREPARAZIONE-Chef-Cartoon--Copia---2-

cappellinoPelare le patate e tagliarle a cubetti e tenerle in acqua fredda.

cappellinoSfilettare il merluzzo e conservare la testa e la lisca.

cappellinoTagliare una parte degli ortaggi a tocchetti, l’altra a pezzetti piccolissimi (taglio mirepoix).

cappellinoPreparare un fumetto di pesce facendo sfrigolare la testa e la lisca del merluzzo con l’olio, sfumare con il vino bianco.

cappellinoTenere da parte le verdure tagliate piccolissime (mirepoix) di sedano, carota, cipolla.

cappellinoPassare alla chinoise il brodo di pesce e continuare a tenerlo in caldo.

cappellinoStufare le patate preparando un fondo con il mirepoix e l’olio evo, aggiungendo poco alla volta il brodo di pesce.

cappellinoUnire adesso i pomodori lavati e tagliati a pezzetti e ancora brodo per ottenere un guazzetto.

cappellinoAggiustare di sale.

cappellinoRosolare il merluzzo in tegame dal lato della pelle, tagliato a tocchetti, poi unirlo alla zuppetta di patate.

cappellinoAggiungere infine l’acqua del pomodoro e ancora brodo per insaporire, infine peperoncino e prezzemolo per servire.

cappellinoHo servito a tavola questo buonissimo guazzetto di merluzzo e patate, nel “Piatto Vanity Nero” troverete tutti i dettagli di questo bellissimo e utilissimo piatto qui. Ringrazio l’azienda Poloplast s.r.l.

by Nancy

Calories-Book-goes-beyond-the-numbers-M917KP73-x-large 350 a porzioni

Patate al forno con curry e uova

patatePatate al forno con curry e uova

Oggi vi propongo questo contorno semplice ma buonissimo, patate al forno con curry e con l’aggiunta di uova sbattute all’interno, una squisitezza. 😉

img_ingredienti INGREDIENTI per 4 porzioni

icone1 kg di patate rosse

icone2 uova sbattute

icone1 manciata di parmigiano grattugiato

icone3 cucchiaini di curry

iconeprezzemolo tritato q.b.

iconesale fino q.b.

iconeolio evo q.b.

iconepepe q.b.

PREPARAZIONE-Chef-Cartoon--Copia---2-

cappellinoPer prima cosa preriscaldate il forno a 180°, poi lavate e sbucciate le patate, io uso le patate rosse perchè mi piacciono di più; voi potete usare anche altro tipo di patate e la stessa cosa.

cappellinoDopo che avete sbucciato le patatine, lavatele di nuovo e asciugatele con un pò di carta assorbente per cucina.

cappellinoAdesso con un coltellino tagliate le patate a spicchi grandicelli.

cappellinoDopo che avete tagliato tutte le patatine, adagiatele in una teglia, dove poi aggiungerete l’olio evo, il sale fino, il pepe, il prezzemolo tritato, il curry, il parmigiano grattugiato e infine le uova sbattute bene bene.

cappellinoOra con un cucchiaio di legno amalgamate tutti gli ingredienti per bene.

cappellinoInfornate a forno preriscaldato le patate e fatele cuocere per 20 minuti, poi ovviamente dipende dal forno, voi controllate sempre la cottura.

cappellinoSe vi piacciono più croccante passatele al grill per 5 minuti.

cappellinoEd ecco questo squisito contorno semplice ma buonissimo, da preparare in qualsiasi momento. 😉

by Nancy

Calories-Book-goes-beyond-the-numbers-M917KP73-x-large 280 a porzione

Patatine fritte piccanti al formaggio

patatinePatatine fritte piccanti al formaggio

Ecco un’idea buona, soprattutto facile e sfiziosa 😉

img_ingredienti INGREDIENTI per 2 porzioni

icone500 grammi di patate rosse

iconepeperoncino in polvere q.b.

iconeprezzemolo tritato secco

icone2 cucchiai di formaggio gruyère grattugiato

iconeolio evo q.b.

iconesale fino q.b.

PREPARAZIONE-Chef-Cartoon--Copia---2-

cappellinoSbucciate le patate e tagliatele a bastoncini lunghi e sottili, se vi piace potete dare un contorno zigrinato.

cappellinoImmergetele in acqua fredda, mescolando con le mani, in modo da eliminare tutto l’amido.

cappellinoSgocciolate ed asciugatele perfettamente.

cappellinoScaldate l’olio evo in una padella antiaderente e friggete le patate, senza farle dorare.

cappellinoFatele asciugare su carta assorbente da cucina.

cappellinoPoi alzate la fiamma sotto l’olio e friggetele nuovamente, finchè non saranno dorate.

cappellinoRifatele asciugare e salate leggermente.

cappellinoA questo punto, mescolate il formaggio col peperoncino e il prezzemolo, cospargete le patate col mix ottenuto.

cappellinoServite ben calde e croccanti.

by Nancy

Calories-Book-goes-beyond-the-numbers-M917KP73-x-large 348 ogni 100 g

Pane di Patate

pane alle patatePane di Patate

Un grosso pezzo che raggiunge il peso di 1,500 kg, dalla superficie dorata e dall’interno morbidissimo e poroso, che rimane soffice a lungo.

Arriva dalla Toscana il pane di patate, un’antica specialità della Garfagnana. 🙂

img_ingredienti INGREDIENTI per 1,500 kg di pane

icone500 g di farina tipo 0

icone35 g di lievito madre essiccato

icone250 g di patate

icone1 cucchiaino di zucchero

iconesale fino q.b.

PREPARAZIONE-Chef-Cartoon--Copia---2-

cappellinoLessate le patate, scolatele, sbucciatele e passatele allo schiacciapatate per ottenere una purea.

cappellinoSciogliete il lievito in un paio di cucchiai d’acqua intiepidita con un cucchiaino di zucchero e mescolatelo bene con un cucchiaio di legno.

cappellinoFate riposare il lievito per 5 minuti.

cappellinoNel frattempo, sistemate la farina a fontana sul pano di lavoro e ponete al centro le patate schiacciate.

cappellinoAggiungete il lievito e poi, pian piano, 1,5 dl d’acqua continuando a impastare energicamente.

cappellinoImpastate fino a quando gli ingredienti si saranno bene amalgamati.

cappellinoNel caso l’impasto non avesse una consistenza soddisfacente potrete aggiungere acqua o farina.

cappellinoPer una buona lavorazione vi consiglio di impastare per almeno 10 minuti.

cappellinoMettete l’impasto coperto a lievitare in un luogo tiepido per circa 3 ore, quindi impastate di nuovo, dando alla pasta una forma allungata o rotondeggiante.

cappellinoInfarinatela bene e ponetela su una placca da forno spolverizzata di farina e lasciate lievitare per circa 1 ora, o comunque finchè l’impasto non abbia raddoppiato il suo volume.

cappellinoInfornate a 200° per 40 minuti.

cappellinoFate raffreddare il pane su una gratella.

by Nancy

Calories-Book-goes-beyond-the-numbers-M917KP73-x-large 266 per ogni 100 g

Pandoro farcito con crema all’arancia

 

In questi giorni non può mancare questo golosissimo pandoro farcito con crema all’arancia, vi garantisco che veramente è una bontà. Ma non ci mettiamo in chiacchiere ma andiamo a leggere subito la ricetta. 😉

INGREDIENTI

Per il lievitino
60 ml di acqua tiepida
50 g di farina Manitoba
13 g di lievito di birra fresco
10 g di zucchero
1 tuorlo a temperatura ambiente
Per il primo impasto
il lievitino
225 g di farina Manitoba
1 uovo medio a temperatura ambiente
30 g di burro a temperatura ambiente
25 g di zucchero
5 g di lievito di birra fresco
2 cucchiai di acqua tiepida
Per il secondo impasto
primo impasto
225 g di farina Manitoba
100 g di zucchero
2 uova medie a temperatura ambiente
1 cucchiaino di sale fino
1 bacca di vaniglia
Per la sfogliatura
140 g di burro a temperatura ambiente
farina q.b.
Per decorare
crema all’arancia
2 arance tagliate a pezzetti
6 cucchiai di zucchero
mezza tazzina di liquore all’arancia
PER LA CREMA ALL’ARANCIA
500 ml di latte
4 tuorli
3 arance premute
5 cucchiai di zucchero
4 di farina
mezza tazzina di liquore all’arancia

PREPARAZIONE

Mettete il lievito nell’acqua per preparare il lievitino e fatelo sciogliere, aggiungete anche la farina, lo zucchero e il tuorlo.
Amalgamate bene e lasciate riposare per 1 ora fino che non si raddoppia.
Trascorso il tempo per il lievitino, mettete in un robot da cucina il lievitino fatto precedentemente.
Ora prepariamo il primo impasto, fate sciogliere il lievito nell’acqua e versatelo nel robot  sul lievitino e aggiungete l’uovo, lo zucchero, la farina setacciate e infine il burro a pezzetti (deve essere morbido).
Fate impastare tutto nel robot per qualche minuto, nella stessa ciotola del robot lasciate lievitare per 1 ora.
Trascorso il tempo prepariamo il secondo impasto,unite al primo impasto lo zucchero,la farina setacciata, i semi di vaniglia, le uova e il sale.
Fate impastare nel robot per 10 minuti.
Lasciate lievitare per 90 minuti ancora.
Dopo che il tempo è trascorso mettete la ciotola nel frigo per 30 minuti.
Passati i 30 minuti trasferite l’impasto su un piano di lavoro infarinato e stendete il panetto con il mattarello dandogli la forma di un quadrato di 1 cm di altezza e largo 25 cm.
Sulla superficie del quadrato mettete dei fiocchetti di burro, ora ripiegate i 4 angoli verso il centro, stendete di nuovo l’impasto con il mattarello in lunghezza come una striscia, piegate la parte superiore della striscia verso il centro e la parte inferiore su quella superiore appena piegata.
Avvolgete il panetto in una pellicola e riponetelo nel frigo per 15 minuti e ripetete per altre 2 volte.
Infine formate una palla con il panetto e ungetela con un poco di burro, ora posizionatela nello stampo per pandoro ben imburrato, coperto da una pellicola unta di olio e lasciate lievitare per 8 ore.
Cuocete il pandoro a 180° per 10 minuti, abbassate la temperatura a 160° e continuate ancora la cottura per 50 minuti.
UN CONSIGLIO aggiungete un foglio di carta alluminio sulla superficie a metà cottura.
Sfornatelo, capovolgetelo e lasciate raffreddare.
Nel frattempo che si raffredda preparate la crema all’arancia.
In una pentola mettete i tuorli con lo zucchero, con un frullino sbattete bene, deve diventare spumoso, aggiungete i cucchiai di farina setacciata, poi il latte e mescolate bene, dovrà diventare omogeneo, unite anche il succo d’arancia e il liquore.
Fate cuocere a fuoco medio senza farla bollire, finché non sarà diventata densa ma non troppo (perché quando si sarà raffreddata diventerà densa abbastanza).
Togliete dal fuoco e fatela raffreddare. 
In un piatto tagliate gli spicchi d’arancia a pezzettini e aggiungete lo zucchero e il liquore all’arancia.
Ora che il pandoro si è raffreddato tagliatelo a fette larghe, poi su ogni fetta mettete la crema all’arancia, ricomponete il pandoro mettendo le fette incrociate a forma di stella, decorate con il resto della crema e infine guarnite con pezzetti di arance che avete precedentemente preparati.
7
Alla prossima ricetta 😉
Mi troverete anche su Facebook Twitter Google+  Pinterest con tantissime buone ricette. 😘😘😘

 

Pandoro con crema caffè e cioccolato

pandoro

Pandoro con crema caffè e cioccolato

img_ingredienti INGREDIENTI

Per il lievitino

icone60 ml di acqua tiepida

icone50 g di farina Manitoba

icone13 g di lievito di birra fresco

icone10 g di zucchero

icone1 tuorlo a temperatura ambiente

Per il primo impasto

iconeil lievitino

icone225 g di farina Manitoba

icone1 uovo medio a temperatura ambiente

icone30 g di burro a temperatura ambiente

icone25 g di zucchero

icone5 g di lievito di birra fresco

icone2 cucchiai di acqua tiepida

Per il secondo impasto

iconeprimo impasto

icone225 g di farina Manitoba

icone100 g di zucchero

icone2 uova medie a temperatura ambiente

icone1 cucchiaino di sale fino

icone1 bacca di vaniglia

Per la sfogliatura

icone140 g di burro a temperatura ambiente

iconefarina q.b.

Per decorare

iconecrema al caffè

iconeguarnizione al cioccolato

iconezucchero a velo

PER LA CREMA AL CAFFÈ

icone500 ml di latte

icone50 g di burro a temperatura ambiente

icone6 tuorli d’uova

icone50 g di amido di mais

icone150 g di zucchero

icone1 bustina di vanillina

icone1 scorza di limone

icone3 tazzine di caffè

iconemezzo bicchierino di liquore Sambuca

PREPARAZIONE-Chef-Cartoon--Copia---2-

icone 1Mettete il lievito nell’acqua per preparare il lievitino e fatelo sciogliere, aggiungete anche la farina, lo zucchero e il tuorlo.

icone 1Amalgamate bene e lasciate riposare per 1 ora fino che non si raddoppia.

icone 1Trascorso il tempo per il lievitino, mettete in un robot da cucina il lievitino fatto precedentemente.

icone 1Ora prepariamo il primo impasto, fate sciogliere il lievito nell’acqua e versatelo nel robot  sul lievitino e aggiungete l’uovo, lo zucchero, la farina setacciate e infine il burro a pezzetti (deve essere morbido).

icone 1Fate impastare tutto nel robot per qualche minuto, nella stessa ciotola del robot lasciate lievitare per 1 ora.

icone 1Trascorso il tempo prepariamo il secondo impasto,unite al primo impasto lo zucchero,la farina setacciata, i semi di vaniglia, le uova e il sale.

icone 1Fate impastare nel robot per 10 minuti.

icone 1Lasciate lievitare per 90 minuti ancora.

icone 1Dopo che il tempo è trascorso mettete la ciotola nel frigo per 30 minuti.

icone 1Passati i 30 minuti trasferite l’impasto su un piano di lavoro infarinato e stendete il panetto con il mattarello dandogli la forma di un quadrato di 1 cm di altezza e largo 25 cm.

icone 1Sulla superficie del quadrato mettete dei fiocchetti di burro, ora ripiegate i 4 angoli verso il centro, stendete di nuovo l’impasto con il mattarello in lunghezza come una striscia, piegate la parte superiore della striscia verso il centro e la parte inferiore su quella superiore appena piegata.

icone 1Avvolgete il panetto in una pellicola e riponetelo nel frigo per 15 minuti e ripetete per altre 2 volte.

icone 1Infine formate una palla con il panetto e ungetela con un poco di burro, ora posizionatela nello stampo per pandoro ben imburrato, coperto da una pellicola unta di olio e lasciate lievitare per 8 ore.

icone 1Cuocete il pandoro a 180° per 10 minuti, abbassate la temperatura a 160° e continuate ancora la cottura per 50 minuti.

icone 1UN CONSIGLIO aggiungete un foglio di carta alluminio sulla superficie a metà cottura.

icone 1Sfornatelo, capovolgetelo e lasciate raffreddare.

icone 1Nel frattempo che si raffredda preparate la crema al caffè, in una pentola mettete il latte, la vanillina, il burro e la scorza di 1 limone ben lavato, fatelo quasi bollire a fuoco moderato, dopo spegnete il fuoco e lasciate la scorza di limone ancora dentro per 5 minuti.

icone 1In una ciotola mettete i tuorli d’uovo, lo zucchero, l’amido di mais e con un frullino sbattete bene, deve diventare spumoso, poi togliete la scorza di limone dal latte e aggiungete la crema spumosa che avete realizzato con le uova lo zucchero e l’amido di mais, rimettete tutto sul fuoco e mescolate bene, ora aggiungete il caffè e la Sambuca, quando risulterà densa toglietela dal fuoco e fate raffreddare.

icone 1Ora che il pandoro si è raffreddato tagliatelo a fette larghe, poi su ogni fetta mettete la crema al caffè, ricomponete il pandoro mettendo le fette incrociate a forma di stella, spolverizzatelo con zucchero a velo e infine guarnite con il cioccolato.

Calories-Book-goes-beyond-the-numbers-M917KP73-x-large 680

Con questa ricetta partecipo al contest: Ricette di Natale del blog:

Una mamma che cucina.

contest verde

A sciù al cioccolato

choux

A sciù al cioccolato

img_ingredienti INGREDIENTI per 18 sciù 

Per la pasta choux

icone 280 g di farina 00

icone 200 g di burro

icone 7 uova intere

icone 4 pizzichi di sale fino

icone 600 ml di acqua

Per la crema al cioccolato

icone   1 litro di latte intero

icone 3 tuorli

icone 100 g di farina 00

icone 100 ml di olio girasole

icone 150 g di zucchero

icone 1 pizzico di sale fino

icone 1 fialetta di vaniglia

icone 2 cucchiai di cacao amaro

Per la copertura

icone 150 g di cioccolato fondente

PREPARAZIONE-Chef-Cartoon--Copia---2-

icone 1In una pentola portate ad ebollizione il latte, il sale e il burro.

icone 1 Togliete dal fuoco e unite la farina setacciata in una sola volta.

icone 1 Mescolate energicamente con un cucchiaio di legno, in maniera tale che non si formino grumi, l’impasto dovrà risultare omogeneo.

icone 1  Mettete di nuovo sul fornello a fuoco lento, continuate a mescolare velocemente, finchè l’impasto si asciuga.

icone 1   Aggiungete le uova sbattute e mescolate energicamente, finchè la choux risulterà omogenea.

icone 1  Ora prendete dei stampini di alluminio per sciù; riempiteli con il composto,

come nella foto.

icone 1  Ora infornate a forno caldo 180° per 35 minuti.

icone 1 Trascorso il tempo, toglieteli dal forno e fateli raffreddare.

icone 1 Nel frattempo preparate la crema al cioccolato.

icone 1 Lavorate i tuorli con lo zucchero, aggiungete la farina setacciata e il cacao amaro.

icone 1 In una pentola mettete il latte intero e fate sciogliere il burro sul fuoco, aggiungete il sale e la fialetta di vaniglia.

icone 1  Mischiate il composto di uova e farina nel latte e mescolate sul fuoco a fiamma bassa, finchè non risulta densa, affinché non fuoriesca durante il riposo degli sciù.

icone 1  Ora tagliate la sciù a metà e mettete la crema al cioccolato all’interno, dopo che avete riempite tutte le sciù preparate la cioccolata fondente per metterla sopra.

icone 1 Fate fondere a bagnomaria il cioccolato fondente, con un pennello da cucina mettete la cioccolata fondente sopra.

icone 1 Lasciate raffreddare il fondente per qualche oretta, prima di gustarli. 😉

Calories-Book-goes-beyond-the-numbers-M917KP73-x-large 375