In cucina con klea

Calamari e patate al pesto

Siamo liguri e in quanto tali noi il pesto lo mettiamo proprio dappertutto, perfino nell’insalata di calamari e patate. Capisco che l’accoppiata possa sembrare un po’ ardita, ma vi assicuro che non è così, anche perchè ne basta davvero poco e questa volta il motivo non è il nostro braccino tendenzialmente corto. Va beh, come mio solito l’ho buttata sullo scherzo, ma la cucina che altro è se non divertimento nel preparare sperimentando, osando, sbagliando (perchè no?) e nel gustare ciò che abbiamo cucinato, magari in buona compagnia? Venendo alla ricetta non è per niente difficile, soprattutto se acquistiamo calamari già puliti, anche surgelati e ci possiamo garantire un piatto davvero gustoso che può diventare un ottimo antipasto, ovviamente in dosi ridotte. Insomma, la ricreazione è finita: mettiamoci al lavoro e intanto teniamo in fresco una buona bottiglia di vino bianco, perchè… “a noi piace così”.

Calamari e patate al pesto
  • DifficoltàFacile
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di cottura45 Minuti
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaVapore
  • CucinaItaliana
  • StagionalitàTutte le stagioni

Ingredienti:

700 g calamari (se sono da pulire calcolate circa 1 kg)
500 g patate
1 cucchiaio pinoli
1 scorza di limone
q.b. sale
q.b. olio extravergine d’oliva
201,84 Kcal
calorie per porzione
Info Chiudi
  • Energia 201,84 (Kcal)
  • Carboidrati 18,98 (g) di cui Zuccheri 1,72 (g)
  • Proteine 15,31 (g)
  • Grassi 7,63 (g) di cui saturi 1,70 (g)di cui insaturi 4,36 (g)
  • Fibre 2,38 (g)
  • Sodio 461,96 (mg)

Valori indicativi per una porzione di 200 g elaborati in modo automatizzato a partire dalle informazioni nutrizionali disponibili sui database CREA* e FoodData Central**. Non è un consiglio alimentare e/o nutrizionale.

* CREA Centro di ricerca Alimenti e Nutrizione: https://www.crea.gov.it/alimenti-e-nutrizione https://www.alimentinutrizione.it ** U.S. Department of Agriculture, Agricultural Research Service. FoodData Central, 2019. https://fdc.nal.usda.gov

Strumenti:

Padella piccola
Pentola alta con coperchio
Scolapasta
oppure Vaporiera

Preparazione di calamari e patate al pesto:

Per prima cosa pulisco i calamari se non lo sono già: stacco i tentacoli sfilando tutto l’intestino che taglio via, estraggo l’ossetto trasparente ed elimino occhi e denti, poi sciacquo bene il tutto sotto l’acqua corrente e taglio a pezzi di circa 3-4 centimetri le sacche, lasciando interi i tentacoli.

Calamari e patate al pesto

Riempio d’acqua la pentola fino a metà altezza, metto dentro la scorza di limone, appoggio sopra lo scolapasta nel quale dispongo i calamari, copro con un coperchio grande quanto lo scolapasta e lascio andare a fuoco vivace fino a quando l’acqua non comincia a bollire (uscirà un po’ di vapore dai lati dello scolapasta). A questo punto abbasso il fuoco e calcolo circa 40 minuti.

Se avete la vaporiera usatela come fate di solito.

Nel frattempo lavo le patate e le faccio lessare con la buccia: occorreranno 20-25 minuti a seconda della grandezza, ma le buco con la punta di un coltello per verificare la cottura. Trascorso questo tempo le sbuccio ancora calde e le tengo da parte.

Faccio tostare leggermente i pinoli in una padellina antiaderente muovendoli in continuazione per non farli bruciare, poi li trasferisco in una insalatiera con i calamari e le patate tagliate a cubotti.

Condisco con un pizzico di sale, il pesto e 2-3 cucchiai d’olio, mescolo delicatamente e servo a temperatura ambiente.

Suggerimento:

Se preparate in anticipo i calamari con le patate al pesto, conservateli in frigorifero, ma ricordatevi di toglierli almeno 15 minuti prima di servirli, altrimenti i calamari non saranno belli morbidi.

In cucina con Klea è anche su Fb e Instagram

4,4 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.