Panini al latte con lievito madre

Quante volte a feste e buffet mi sono trovata tra le mani quei sofficissimi panini al latte farciti nei modi più creativi e mi sono detta: quanto vorrei poterli fare anch’io così buoni!
Dopo prove e prove, ecco che ci sono finalmente riuscita e condivido con voi i miei panini soffici al latte con lievito madre, perché se sono riuscita io, allora potete anche voi!!
Come tutti i lievitati, hanno bisogno di tempo per riposare, ma il risultato finale vi ripagherà dell’attesa.
Questi panini sono piccole nuvolette, con la crosta dorata e l’interno morbidissimo. Potete mangiarli a merenda con crema di nocciole o farcirli con tonno e carciofini, prosciutto, pomodoro e mozzarella…quello che più vi piace, e servirli in un buffet o per una cena sfiziosa.

Per la preparazione io mi organizzo così: preparo l’impasto la sera prima, lo lascio riposare tutta la notte e la mattina dò forma ai panini e proseguo con la seconda lievitazione in forno (più rapida) e la cottura.
Si possono preparare in anticipo e congelare: basterà lasciarli scongelare a temperatura ambiente per una mezz’ora. Potete ripassarli due minuti in forno prima di farcirli.
Noi li adoriamo, quando li preparo, non riesco a congelarne più di 3-4, gli altri si volatilizzano in giornata.
Provateli, non vi deluderanno!
Se avete tempo,
cucinate voi!!
Crio
Se la ricetta ti è piaciuta, ricordati di condividerla su Facebook, grazie😊

panini soffici al latte lievito madre
  • DifficoltàMedia
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione1 Ora
  • Tempo di riposo6 Ore
  • Tempo di cottura25 Minuti
  • Porzionicirca 18 panini
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 500 gfarina Manitoba (W 300)
  • 130 glievito madre (rinfrescato fino a 4 giorni prima)
  • 25 gzucchero
  • 350 glatte parzialmente scremato (+ 20 g circa per spennellare)
  • 10 gsale fino
  • 50 gburro
  • 1tuorlo (per spennellare (facoltativo))

Strumenti

  • Planetaria con frusta a foglia e gancio per impasti
  • Pellicola per alimenti

Preparazione

Preparazione dell’impasto e lievitazione

  1. planetaria

    Nella ciotola della planetaria, con frusta a foglia (o a K) fai sciogliere il lievito madre sbriciolato con il latte e lo zucchero fino a far comparire una leggera schiuma.

    Monta il gancio per impasti e aggiungi mano a mano il sale e la farina manitoba. Terminata la farina, aggiungi il burro a pezzetti. Fai andare in planetaria finché i pezzetti di burro saranno incorporati all’impasto.

  2. impasto

    Sposta il composto sul piano di lavoro e impasta a mano per qualche minuto, finché l’impasto non sarà liscio ed omogeneo. Dai la classica forma a palla, riponi in una ciotola capiente e copri con pellicola.

  3. lievitazione

    Lascia lievitare in ambiente caldo, lontano da correnti d’aria, per almeno 6-7 ore, o meglio una notte.

    L’impasto dovrà raddoppiare.

Facciamo i panini

  1. panini soffici lievito madre

    Trasferisci l’impasto sul piano di lavoro, lavoralo leggermente con le mani senza schiacciarlo e dividilo in panetti di circa 50 grammi. Otterrai così circa 18 panini.

  2. panini al latte soffici con lievito madre

    Lavora un panetto alla volta: stendilo leggermente con le dita dandogli una forma allungata. Arrotolalo nel senso della lunghezza, poi arrotola di nuovo su se stesso nel senso opposto, come in foto.

  3. pirlatura panini

    Pirla ogni panetto tenendolo con la piega verso il basso e facendolo roteare delicatamente sul piano tenendolo tra le dita della mano, come in foto. Dovrà assumere una forma tondeggiante.

  4. panini al latte soffici con lievito madre

    Mano a mano che dai forma alle “palline” di impasto, distribuiscile ben distanziate sulla teglia foderata di carta forno e coprile mano a mano con un canovaccio pulito per non farle asciugare.

    Quando avrai finito di lavorare tutti i panetti, coprili con la pellicola e metti a lievitare in forno con luce accesa per circa 2-3 ore. Arriveranno quasi a raddoppiare nuovamente il loro volume.

Cottura

  1. panini

    Preriscalda il forno a 180°, togliendo prima la teglia mi raccomando!

    Spennella i panini con una miscela di latte e tuorlo e inforna, in forno caldo, per circa 20-25 minuti. La superficie dovrà risultare ben dorata.

    (PS. La base marrone che vedi sulla mia teglia, è un tappetino da forno antiaderente riutilizzabile, che sostituisce la carta forno. Puoi acquistarlo qui).

  2. panini soffici al latte lievito madre

    Sforna i tuoi panini e lasciali raffreddare, se possibile su una griglia leggermente rialzata dal piano della cucina, in modo che non prendano umidità asciugandosi.

    I tuoi panini soffici al latte con lievito madre sono pronti!

Conservazione

I panini al latte soffici con lievito madre si conservano morbidi per 2 giorni in sacchetto ben chiuso. Puoi anche congelarli e riutilizzarli scaldandoli in forno tradizionale per qualche minuto.

Consigli

Puoi utilizzare questi panini al latte per farciture dolci o salate: puoi spalmare creme spalmabili e marmellate oppure creare piccoli sandwich con tonno e carciofini, mozzarella e pomodoro o ancora riempirli con piccoli hamburger.

Nella versione dolce puoi spolverarli con zucchero a velo o cacao amaro 😉.

Ti è piaciuta la ricetta? Prova anche la PIZZA CON LIEVITO MADRE E FARINA DI TIPO 2!

In questo articolo sono presenti uno o più link di affiliazione.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

2 Risposte a “Panini al latte con lievito madre”

  1. Ciao, sembra una ricetta fantastica, la voglio provare! Mi puoi spiegare però cosa intendi con lievito madre rinfrescato fino a 4 giorni prima? Io di solito rinfresco e dopo 3-4 ore impasto.
    grazie

    1. Ciao, anch’io solitamente rinfresco il lievito madre e dopo il riposo una parte la metto via (in frigorifero), una la utilizzo subito negli impasti. Mi è capitato di preparare questi panini con lievito che avevo rinfrescato 4 giorni prima e che avevo messo in frigorifero, e sono venuti benissimo lo stesso, grazie al lungo tempo di lievitazione dell’impasto e alla farina Manitoba.
      Per questo ho tenuto a specificarlo, magari ci si ritrova con un po’ di esubero di pasta madre e questa ricetta si può preparare anche con quello. Provali, io li faccio tutte le settimane ormai! E fammi sapere come sono venuti 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.