Crea sito

Piadina senza strutto integrale, rustica all’olio

La Piadina senza strutto integrale, rustica all’olio è una preparazione leggera e semplice da realizzare, una ricetta che racchiude tutto il sapore di una volta, delle sane ricette genuine, rustiche e gustose.

La farina bianca viene completamente sostituita con farina integrale per dare un maggiore apporto di fibre e lo strutto, ingrediente principe per la realizzazione della classica e più famosa piadina romagnola, viene sostituito con l’olio extravergine di oliva per rendere questa preparazione ancora più leggera ma ugualmente saporita e sfiziosa.

La Piadina senza strutto integrale è adatta anche ai vegani.

Leggi anche:

Piadina senza strutto integrale, rustica all'olio
  • Difficoltà:Molto Bassa
  • Preparazione:10 minuti + riposo di 30 minuti
  • Cottura:1 minuti
  • Porzioni:8 piadine
  • Costo:Molto Basso

Ingredienti

  • 500 g farina integrale rimacinata a pietra
  • 250 ml acqua tiepida
  • 60 g Olio extravergine d’oliva
  • 5 g lievito istantaneo per torte salate (o bicarbonato di sodio)
  • 7 g Sale

Preparazione

  1. Per preparare la Piadina senza strutto integrale, versare nella ciotola dell’impastatrice, su cui monteremo il gancio ad uncino per gli impasti duri, la farina integrale e il lievito e azionare la macchina per mescolare gli ingredienti.

  2. Unire quindi l’acqua tiepida e l’olio ed impastare per qualche minuto quindi unire il sale e far lavorare la macchina  per una decina di minuti.

    Formare una palla con la pasta ottenuta e farla riposare, nella stessa ciotola in cui avete impastato, per 30 minuti, coperta con un canovaccio.

  3. Passato il tempo di riposo, alla pasta dare una forma a salsicciotto e dividerla in 8 pezzi.

  4. Stendere ciascun pezzo, sul piano di lavoro leggermente infarinato con la farina integrale, utilizzando il mattarello, fino a formare delle piadine dello spessore di circa 2 mm.

  5. Cuocere le piadine su una padella antiaderente ben calda, un minuto per lato, rigirandole quando si cominceranno a formare le classiche bolle delle piadine, e la base avrà un bel colore ambrato.

    Man mano che le piadine saranno cotte, chiuderle in un canovaccio e lasciarle raffreddare così coperte, questo farà si che, l’umidità farà ammorbidire le piadine e le renderà elastiche e facilmente arrotolabili.

    Se vi saranno avanzate, il giorno dopo le piadine tenderanno a seccarsi leggermente, perdendo l’elasticità che hanno appena fatte ma, vi dico un modo che ho utilizzato per renderle nuovamente morbide: le ho schizzate leggermente con un poco di acqua, senza bagnarle mi raccomando, così ho potuto farcirle e piegarle.

  6. Enjoy!

    …a presto..

    tatam


    Se hai provato a realizzare questa ricetta, mandami una foto del piatto finito, sulla mia pagina facebook cliccando QUI, se invece vuoi un consiglio o un parere, chiedi pure, risponderò con piacere.


    Se ti piacciono le mie ricette, non perderti la ultime video ricette iscrivendoti al mio canale You Tube cliccando qui.

    Seguimi anche su Instagram cliccando QUI o sul mio canale Telegram cliccando Qui.


    Vuoi ricevere le ultime novità del mio blog?
    Iscriviti alla newsletter qui


    Copyright © tatam

(Visited 1 times, 24 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.