Crea sito

Piadina romagnola, ricetta originale, facile e pronta in pochi minuti

La Piadina romagnola è una di quelle preparazioni che non può mancare sulle tavole degli italiani. Simbolo della cucina e della tradizione romagnola, servita  intera o a spicchi, farcita o al naturale, la piadina romagnola si accompagna perfettamente con salumi e formaggi, verdure cotte, carne alla brace o alla griglia, fagioli in umido, ecc.ecc., ma provatela con la nutella, vi farà impazzire in tutti i sensi!

La piadina romagnola si prepara in pochissimi minuti e sarà un perfetto jolly in cucina.

Piadina romagnola

Piadina romagnola, ricetta originale


Ingredienti per 4-5 piadine

  • 500 g di farina 00
  • 15 g di lievito in polvere per dolci (non vanigliato) o 5 g di bicarbonato di sodio
  • 80 g di strutto a temperatura ambiente
  • 12 g di sale fino
  • 130 g di acqua tiepida
  • 65 g di latte a temperatura ambiente

Piadina romagnola

Per preparare la Piadina romagnola si può usare la planetaria o si può lavorare a mano sulla spianatoia.

Far intiepidire l’acqua e sciogliervi il sale.

Procedimento con la planetaria. Nella ciotola della planetaria versare la farina e mescolarla con il lievito setacciato. Unire lo strutto a pezzetti e azionare la macchina su cui avrete inserito il gancio ad uncino. Unire l’acqua poco alla volta ed infine il latte. Far lavorare la macchina per 2-3 minuti o fino a che tutti gli ingredienti saranno ben amalgamati. Lavorare brevemente a mano l’impasto, sul piano di lavoro, per renderlo liscio e omogeneo e formare una palla che metteremo a riposare, chiusa nella pellicola, per qualche ora, a temperatura ambiente.

Procedimento a mano. Mescolare la farina con il lievito setacciato. Versare la farina sulla spianatoia formando una fontana con un buco al centro. Versare, nel buco, lo strutto a pezzetti e un poco di acqua ed incominciare ad impastare, raccogliendo man mano la farina dai bordi del buco e aggiungendo l’acqua poi il latte. Impastare per almeno 10 minuti fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo. Formare una palla e chiuderla con la pellicola. Lasciare riposare la pasta per qualche ora, a temperatura ambiente.

Piadina romagnola

Ideale sarebbe far riposare l’impasto per tutta la notte, in frigorifero. Il giorno dopo, al momento di utilizzare la pasta, estrarla dal frigorifero qualche ora prima per farla tornare a temperatura ambiente.

Passato il tempo di riposo, mettere sul fuoco una piastra o un testo.

Dividere la pasta in 4-5 parti e stendere ciascun pezzo, con il mattarello, formando una sfoglia rotonda di circa 5-8 mm di spessore, o dal diametro di 15-30 cm.

Cuocere le sfoglie sulla piastra rovente per circa 2-3 minuti per lato, bucherellando la superficie qua e la, con i rebbi della forchetta.

Servire subito la piadina romagnola per gustarne tutta la sua bontà.

Volendo, la piadina romagnola può essere congelata da cotta e, al momento di prepararla, farla scongelare a temperatura ambiente e scaldarla velocemente sulla piastra per farle riacquistare la fragranza iniziale.

Enjoy!

…a presto..

tatam


Se hai provato a realizzare questa ricetta, mandami una foto del piatto finito, sulla mia pagina facebook cliccando QUI, se invece vuoi un consiglio o un parere, chiedi pure, risponderò con piacere.


Vuoi ricevere le ultime novità del mio blog?
Iscriviti alla newsletter qui


Argomenti correlati:


Copyright © tatam

Piadina romagnola

(Visited 8.000 times, 119 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.