Maritozzi con la panna e gocce di cioccolato

Qualche anno fa avevo già provato a fare i maritozzi con la panna ma, aimè, fu un vero disastro così l’altro giorno, mi sono tornati in mente e ho voluto riprovare a farli, ho cercato la ricetta giusta per me e sono approdata, senza volerlo (!!) sul sito di Giallo Zafferano, dove la nostra cara e fantastica Sonia ha realizzato dei magnifici maritozzi. Sicura del risultato mi sono cimentata anche io e ho preparato i “miei” Maritozzi con la panna e gocce di cioccolato!

Della ricetta di Sonia ho variato solo qualcosa durante la fase di lavorazione infatti ho dovuto aggiungere qualche cucchiaio di farina in più, ho sostituito il malto con il miele e ho eliminato la frutta candita, che non ci piace, e i pinoli, sostituendoli con gocce di cioccolato al latte.

Maritozzi con la panna e gocce di cioccolato

 Quando ho detto a Gi che volevo fare i maritozzi con la panna, mi ha detto:
– Gi: ” ma non li avevi già fatti l’altra volta e non ti erano venuti?”
– io: “eh si, :/ però l’altra volta non ero molto pratica come adesso..! il forno era diverso, e poi sono sicura che mi verranno bene..” 😀
– Gi:” ah ok.”

 

Maritozzi con la panna e gocce di cioccolato


Ingredienti

250 g di farina 00
300 g di farina manitoba
250 ml di acqua tiepida
2 uova
una bustina di lievito di birra disidratato (12 g di lievito di birra fresco)
85 g di olio di semi
6 g di sale fino
95 g di zucchero
1 cucchiaino di miele
scorza grattugiata di una arancia
20 g di uvetta
60 g di cioccolato al latte

 

per la glassa
100 g di zucchero
60 g di acqua

 

per farcire
panna montata zuccherata

Maritozzi con la panna e gocce di cioccolato

  •  Per realizzare i Maritozzi con la panna e gocce di cioccolato incominciare con lo sciogliere il lievito secco (o di birra fresco), in una ciotola, con 50 ml di acqua tiepida presa dal totale e il cucchiaino di miele e mettere da parte.
  • Mettere l’uvetta in una ciotola, coprirla con l’acqua e farla rinvenire per una decina di minuti. Se preferite potete aggiungere anche due cucchiai di liquore con l’acqua.
  • Nel boccale della planetaria mettere le due farine setacciate con lo zucchero, versare il lievito sciolto e azionare la macchina su cui avrete inserito la frusta a gancio, quella per impasti duri.
  • Nella restante acqua tiepida sciogliere il sale, unire l’olio e la scorza grattugiata dell’arancia.
  • Quando la farina avrà assorbito tutto il lievito, versare a filo l’acqua sulla farina,  sempre con la macchina in funzione quindi unire i due tuorli (gli albumi metteteli da parte che serviranno per spennellare i maritozzi oppure, come ho fatto io, li ho usati per un’altra preparazione) e impastare per 5-6 minuti fino  a che si otterrà un composto elastico e compatto.
  • Unire l’uvetta strizzata e il cioccolato, ridotto a pezzetti non troppo grossi, continuando ad impastare fino a che si saranno ben distribuite nell’impasto.
  • Versare l’impasto sul piano di lavoro, lavorarlo velocemente con le mani per formare una palla, riporla in una ciotola infarinata, coprire con pellicola e mettere a lievitare, nel forno spento con la lucina accesa per circa 2-3 ore, o fino al raddoppio.
  • Passato il tempo di lievitazione, versare l’impasto sul piano di lavoro infarinato, dividerlo in pezzi da 70-80 g l’uno, dare una forma rotonda a ciascuna pallina, chiudendola bene sotto. Disporre le palline su una leccarda, rivestita di carta da forno, coprire con pellicola e uno strofinaccio pulito e far lievitare ancora per 30 minuti.
  • Trascorso questo tempo, dare una forma allungata alle palline, spennellarle con l’albume, ricoprirle di nuovo e metterle a lievitare per un’ultima ora.
  • Nel frattempo preparare la glassa facendo sciogliere lo zucchero con l’acqua in un pentolino, e lasciarlo restringere a fiamma bassa.
  • Cuocere i maritozzi in forno già caldo, a 180 °C per circa 18 minuti o fino a che saranno ben dorati.
  • Sfornare i maritozzi e, ancora caldi, spennellarli con la glassa.

Io ho fatto più passaggi con la glassa perchè mi piaceva che si vedesse e quindi anche sentisse quindi, dopo aver fatto asciugare la prima mano, ho spennellato con una seconda, fatta asciugare e spennellata di nuovo. Se la glassa dovesse solidificarsi, rimettetela per qualche secondo sul fuoco e si scioglierà nuovamente.

Una volta che i maritozzi saranno completamente raffreddati, inciderli a metà per il lungo, ma lasciando la parte dietro intatta, sollevare delicatamente per aprirli e farcire con la panna montata.

Attenzione! i Maritozzi con la panna e gocce di cioccolato creano una irrefrenabile dipendenza!!

Enjoy!

…a presto..

tatam


Vuoi ricevere le ultime novità del mio blog?

Iscriviti alla newsletter qui


Copyright © tatam

Maritozzi con la panna e gocce di cioccolato


Argomenti correlati:


 

(Visited 138 times, 3 visits today)
Precedente Torta di banane e cioccolato Successivo Crackers Ritz homemade

Un commento su “Maritozzi con la panna e gocce di cioccolato

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.