Come pulire gli asparagi

Gli asparagi sono un ottimo ortaggio di stagione, facile fa preparare per le innumerevoli ricette da realizzare con questa salutare verdura quindi, in questo piccolo tutorial mi spiego i semplici passi per preparare al meglio gli asparagi, ecco quindi come pulire gli asparagi prima della cottura.

Gli asparagi sono ricchi di sali minerali e vitamina E con pochissime calorie, hanno una elevata azione diuretica per il nostro organismo.

In natura ci sono circa 200 varietà di asparagi ma possiamo elencare le 3 più comuni e facilmente reperibili in commercio:

  • gli asparagi bianchi, dal sapore delicato, il cui colore è dovuto al fatto che sono fatti germogliare sotto terra quindi in assenza di luce; i più pregiati sono Asparago Bianco di Bassano DOP, l’Asparago bianco di Conche, l’Asparago bianco di Cimadolmo IGP,
  • gli asparagi verdi fatti germogliare alla luce del sole e hanno un sapore più marcato, coma anche gli asparagi verdi selvatici. Asparago verde di Altedo IGP,
  • gli asparagi violetti “dal sapore molto fruttato, è in realtà un asparago bianco che riesce a fuoriuscire dal suo sito e, vedendo la luce, quindi attuando la fotosintesi, acquista un colore lilla abbastanza uniforme. Ha un leggero gusto amaro.” (fonte wikipedia). Asparago violetto di Albenga.

Come pulire gli asparagi

Come pulire gli asparagi

Per pulire gli asparagi, che siano bianchi, verdi o violetti, per prima cosa lavarli accuratamente sotto l’acqua corrente quindi asciugarli con uno strofinaccio pulito.

Con il coltello eliminare la parte finale più dura e coriacea (foto 1). Partendo da circa 1-2 dita da sotto i germogli, pelare gli asparagi con un pelapatate o un coltellino affilato, fino a scoprire tutta la parte bianca degli asparagi ed eliminando la parte filamentosa (foto 2-3).

Come pulire gli asparagi

Ora si può procedere alla cottura degli asparagi (foto 4), sarebbe preferibile l’asparagiera, una pentola alta e stretta proprio per cuocere gli asparagi ma, in mancanza di questa pentola dedicata, si possono cuocere gli asparagi tagliati a metà o ridotti i gambi a rondelle lasciando i germogli interi, lessandoli o al vapore, in una pentola molto larga che li contenga, oppure interi e per questo io ho usato la pentola ovale che serve per cuocere il pesce!

Il tempo di cottura è di circa 12-15 minuti ma ci si può regolare provando la cottura bucando gli asparagi con una forchetta: se si bucano facilmente allora sono pronti.

Come pulire gli asparagi

 

Scolare gli asparagi e procedere alla preparazione della vostra ricetta.

Gli asparagi cotti si possono conservare in frigorifero, chiusi in un contenitore ermetico per 2 giorni oppure si possono congelare: dopo averli cotti, asciugarli per eliminare l’acqua in eccesso, farli raffreddare completamente e disporli su un vassoio, ben distanziati e metterli in congelatore e quando saranno congelati riporli nei sacchetti appositi per la congelazione, ben chiusi.

Per conservare gli asparagi freschi, potete avvolgere i gambi in uno strofinaccio bagnato e strizzato e conservarli in frigorifero fino a 10-15 giorni. Oppure potete congelarli in sacchetti gelo avendo precedentemente lavato ed asciugato gli asparagi, in questo modo si conservano per circa 2 mesi.

Enjoy!

…a presto..

tatam


Vuoi ricevere le ultime novità del mio blog?
Iscriviti alla newsletter qui


Argomenti correlati:

Copyright © tatam

Come pulire gli asparagi


Se ti fa piacere, seguimi sulla mia pagina Facebook cliccando QUI


 

(Visited 1.058 times, 348 visits today)
Precedente Biscotti al cocco farciti alla nutella Successivo Cestini di pizza

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.