Bark alla Quinoa, lo Snack Intelligente, senza latticini e senza glutine.

Tempo di carnevale, dolci e dolcetti. Io oggi ne propongo uno Americanissimo ma che e’~invece~ un po’ piu’ salutare: il BARK alla Quinoa.

 

Letteralmente Bark significa corteccia. E un po’ questa lastra di cioccolato fina, irregolare, ornata con granella di caramello alla Quinoa e sale ricorda proprio la corteccia di un albero, ma molto piu’ buona!!

Senza Glutine, si usa la Quinoa, con cui si fa’ il croccante. Quest’ultimo poi viene tritato e mescolato con del cioccolato.

La polvere di croccante cosi’ ottenuta si spolvera sulla superficie del Bark, assieme ad un sale di finitura “dolce”.

Un tripudio di sapori e di diverse consistenze: la croccantezza della Quinoa, la cremosita’ del cioccolato che si scioglie in bocca, liberando punte di piccante, agrume e salato. Evviva!! 

Un dolce che da’ soddisfazione! A farsi, e nel mangiarlo.

BARK DI CIOCCOLATO ALLA QUINOA

Ingredienti per 6 persone

90  gr di Quinoa asciutto

1 cucchiai di olio vegetale

Acqua Q.B

150 gr di zucchero

Un pizzico di pepe di Cayenna (facoltativo)

Sale di finitura tipo Maldon (io ho usato un sale rosa marino dalle Hawaii)

200 gr di cioccolato fondente di ottima qualita’, tritato.

Facoltativa: la scorza grattugiata di mezza arancia

COME SI FA’:

Innanzitutto mettete a cuocere la Quinoa con abbastanza acqua da ricoprirla (circa un dito d’acqua sopra la superficie). Sobbollirla per circa 10 minuti, quindi scolarla con un colino a maglia fine. La Quinoa sara’ cotta “al dente”.

Pre riscaldate il forno a 180 gradi.

Lasciate che la Quinoa rilasci piu’ acqua possibile, quindi mettetela su di una teglia da forno foderata, e mescolatela con un cucchiaio d’olio.

Cuocetela per circa mezz’ora finche’ sara’ croccante e profumata.

Lasciate che la Quinoa si raffreddi, mentre preparate il caramello.

Mettete lo zucchero in una pentola (possibilmente di rame, oppure di metallo) e lasciatelo sciogliere a fiamma bassa. Quando lo zucchero comincia ad ambrarsi e raggiungere il color miele del caramello, tuffateci la Quinoa e mescolate per amalgamare bene. ATTENZIONE il composto sara’ bollentissimo!!

Ora versate la Quinoa caramellata su di una placca da forno oleata leggermente. Stendetela a formare una lastra molto sottile.

Quando si sara’ freddata, dopo circa un’oretta, rompetela e mettete il tutto in un robot da cucina.

Polverizzate il caramello alla Quinoa, e mettetelo da parte.

Mettete a sciogliere il cioccolato e il pepe di Cayenna se l’usate e/o la scorza d’arancia. Quando il cioccolato sara’ cremoso, aggiungervi 2/3 del croccante tritato. Mescolate bene.

Versate subito la cioccolata alla Quinoa su di una superficie liscia oppure su di una placca da forno foderata. Spolverate il cioccolato con la rimanente granella di croccante e con un pizzico leggero di sale marino.

Lasciate rapprendere il freezer per circa 20 minuti, quindi rompete la lastra con le mani ottenendo pezzi irregolari.

12651251_10205237171304335_674651595846388715_n

Il nostro Bark alla Quinoa e’ pronto!

Enjoy!

Pubblicato da growingupitalian

Salve! Vivo tra due mondi, ma con i piedi per terra. E' un lusso poter scegliere il meglio di entrambi. La vita mi ha fatto questo regalo, e lo voglio condividere con Voi!! Sono nata negli anni 60 in Italia. Il mondo della televisione in Bianco e Nero, senza cibi GMO, senza smart phones. La mia infanzia e' stata costellata di persone incredibili e memorie indelebili della mia famiglia. Ora, 50 anni dopo e 10 mila km di distanza apparte, tutte queste memorie hanno contribuito ad arricchire la mia vita ..dopotutto, una ragazza puo' lasciare l'Italia, ma l'Italia non lasciam mai le sue ragazze!.Hello all. I live in between two worlds (USA and Italy) but I'm really grounded. I believe it's a luxury to be able to pick and choose the best of both. I've been given that gift and I'm sharing it with you. I was born in the 60's in Italy. Black and White pictures, no GMO, no tablets, no computers or cell phones. My childhood was starred by people and memories. It sure takes a village to raise a child...and a great family. I was blessed to have all of the above. Now, fast forward 50 years, 10,000 kilometers away. My life is richer than ever because of my upbringing. I have stories...lots of stories I will share with you. Afterall, A GIRL might leave Italy, but Italy NEVER leaves the girl!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.