Crea sito

Ricetta arista o lonza di maiale alla genovese arrosto in pentola facile

Ricetta arista o lonza di maiale alla genovese arrosto in pentola, il classico secondo piatto delle feste conviviale, da portare a centro tavola e servire con un contorno di patatine novelle. Una ricetta economica, semplice e molto facile, bisogna solo avere del tempo perchè deve cuocere lentamente, il vantaggio è che il giorno dopo si deve solo affettare e riscladare. Andiamo in cucina e vediamo come si realaizza.

  • DifficoltàMedia
  • CostoEconomico
  • Porzioni6 persone
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 1.3 kgArista di maiale
  • 500 gCipolle bianche
  • 50 mlOlio di oliva
  • q.b.Rosmarino e salvia
  • 300 mlAcqua
  • q.b.Pepe bianco

Strumenti

  • Pentola

Preparazione

  1. Sbucciare le cipolle, lavarle e affettarle.

    In una pentola versare l’olio di oliva e aggiungere le cipolle.

    Cuocerle per circa 15 minuti a fiamma bassa, si devono stufare, appassire.

    Adagiare la carne e farla rosolare a fiamma vivace per 5 minuti, da tutti i lati.

    Versare una parte di acqua, condire con il sale, il pepe, il rosmarino e cuocere a fiamma bassa per circa 2 ore e mezza.

    Se si asciugasse versare dell’altra acqua.

    La carne sarà cotta quando infilzando la forchetta risulterà morbida.

    Farla raffreddare e affettarla, la cottura è meglio farla sempre il giorno prima, perchè è più facile tagliarla a fette.

    Ecco pronta la Ricetta arista o lonza di maiale alla genovese arrosto in pentola facile.

    Se ti piace questa ricetta continua a seguirmi anche su Facebook, clicca mi piace sulla mia pagina I MANICARETTI DI NONNA LELLA nozioni di culinaria dalla mia cucina alla vostra.

    Puoi tornare alla Home per poter leggere tutte le mie ultime ricette.

    Altre ricette: Arrosto di vitello in pentola, Rotolo arrosto di vitello farcito, Stinco arrosto in pentola con patate e Polpettone filante zucchine e mozzarella.

Consigli dlla nonna

Nella rosolatura si può sfumare la carne con del vino bianco.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *