Gelo di anguria ricetta siciliana

Gelo di anguria ricetta siciliana

Il gelo di anguria ricetta siciliana :è un dolce  fresco e leggero, tipicamente estivo . Il gelo si ottiene dal succo di anguria, zucchero e amido di mais. Si tratta di una dolce al cucchiaio molto amato in in Sicilia, legato alle celebrazioni per commemorare la patrona della città di Palermo, Santa Rosalia. Del gelo di anguria, ne esistono diverse varianti, al succo di anguria si abbinano di frequente i fiori di gelsomino, la cannella o il cioccolato. La preparazione del gelo di anguria , detto anche gelo di mellone, ( per i Palermitani) non richiede a differenza del gelo di limone o di cannella di tempi lunghi, è molto semplice ed anche veloce.

  • DifficoltàMedio
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di riposo4 Ore
  • Tempo di cottura15 Minuti
  • Porzioni8
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 1 lSucco di Anguria (circa 750 grammi di polpa)
  • 90 gAmido di mais (maizena)
  • 100 gZucchero semolato
  • Cannella in polvere
  • 8Gelsomino (Fiori)

Come preparare il gelo di anguria

  1. Per iniziare la preparazione del vostro gelo di anguria ricetta siciliana, dovete partire dal frutto.  Dovrete innanzitutto eliminare tutta la buccia ed i semi interni dell’anguria. Tagliate l’anguria a dadini, frullatela in un mixer o un robot da cucina. Filtratela con un passino così da ottenere solo il succo. Dovrebbe risultare un litro. ( per l’intera dose )

  2. Se avete la possibilità di raccogliere dei fiori di gelsomino e avete optato per questa variante, lasciateli almeno per un ora in infusione nel succo di anguria. Riponeteli in frigorifero coperti da un foglio di pellicola.

  3. Utilizzate per la preparazione del vostro gelo di anguria, possibilmente una pentola di alluminio. Versate sul fondo lo zucchero e unite l’amido di mais, setacciato. Mescolate con un cucchiaio di legno.

  4. Versate un bicchiere di succo di anguria filtrato all’interno della pentola, a fuco spento e iniziate a mescolare. Versate a mano mano il resto del succo di anguria.

  5. Una volta mescolati gli ingredienti, trasferite il gelo sul fuoco e portate dolcemente a bollore. Fate addensare per circa 5-6 minuti, continuano a mescolare con un cucchiaio sempre dallo stesso verso.

  6. Aggiungere quindi la cannella a fuoco spento. Continuate a mescolare così che questo ultimo ingrediente si incorpori perfettamente agli altri. Lasciate, quindi, il composto del gelo di anguria da parte a freddare per un minuto.

  7. Trasferite il gelo di anguria in piccole coppette che utilizzerete poi per servire il vostro dolce. Mettete in frigorifero a riposare per circa 4 ore così che si addensi.

  8. Buon appetito, Barbara.

Note

Il gelo di anguria si conserva per qualche giorno al massimo in frigorifero coperto con della pellicola trasparente.

Prima di versare il vostro gelo di anguria nelle coppette, bagnatele per evitare che il gelo si attacchi e sia così più facile capovolgerlo sul piatto da portata

4,9 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Fantasia in Cucina

La mia passione per la cucina e il buon cibo è nata grazie al mio lavoro e ai miei viaggi. Ho iniziato sin da piccola a raccogliere le ricette di tutto ciò che mi piaceva mangiare e ad appuntarlo su una agenda. Con il passare degli anni è cresciuta in me la passione per la cucina e la tradizione enogastronomica del territorio ibleo. Il mio vuole essere un blog che non è un semplice sito di ricette, ma anche un viaggio della memoria, della cultura di un popolo, quello degli abitanti dei Monti Iblei, in Sicilia, luogo d’incontro tra le province di Ragusa, Siracusa e Catania. Dietro ogni ricetta c'è una storia, talvolta di una famiglia, di un incontro o di un viaggio. Il mio intento è quello di svelare, conservare e di tramandare attraverso le mie ricette l’anima, i saperi, le tradizioni, le passioni e la storia di un popolo. Cucino, fotografo mangio e posto. Mi piace anche consigliare ai miei amici oltre alle ricette sfiziose anche dove mangiare nei locali caratteristici dove andare a mangiare in Sicilia. Se vi va seguitemi, siete i benvenuti. Barbara

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.