Gelo di gelsomino: ricetta tradizionale siciliana

Gelo di gelsomino: ricetta tradizionale siciliana

Gelo di gelsomino: ricetta tradizionale siciliana, è un dolce al cucchiaio tipico della pasticceria Siciliana. La ricetta del gelo di gelsomino è molto diffusa specialmente nella Sicilia sud Occidentale. Per la realizzazione del gelo di gelsomino: secondo la ricetta tradizionale bisogna avere molta pazienza. Il gusto di questo dolce è molto delicato e se la sua preparazione è forse un pochino laboriosa vi assicuro che il risultato ne varrà la pena. Avrete oramai capito che mi piace molto utilizzare i fiori in cucina. E avrete anche capito che mi piace molto sperimentare. Cucinare mi rilassa ma richiede, molta pazienza dedizione e amore, ingredienti che servono anche per la realizzazione di questo gelo di gelsomino. Il gelo a differenza del budino in cui si utilizza il latte, si ottiene unendo il succo o la polpa della frutta e lo si fa addensare con l’amido di mais (o maizena). Oltre al più comune gelo di limone, o gelo di arancia ci sono quelli tradizionali come nel caso del biancomangiare di mandorla e quelli che si ottengono con gli infusi come nel caso del gelo di cannella . Per preparare il gelo di gelsomino: ricetta siciliana tradizionale bisogna raccogliere i fiori di gelsomino quando sono ben aperti, pulirli con un panno umido e lasciarli in infusione nell’acqua per una nottata intera. Una volta fatta questa operazione, filtrando l’acqua avrete ottenuto l’infuso di gelsomino che vi servirà per preparare sia il gelo di gelsomino o se preferite anche la granita di gelsomino. Vediamo insieme come si prepara questo gelo dal sapore così unico e delicato.

gelo di gelsomino ricetta siciliana
  • DifficoltàMedia
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione12 Ore
  • Tempo di riposo2 Ore
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni6
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti per il gelo di gelsomino

  • 25 gFiori di gelsomino
  • 50 gamido di mais (maizena)
  • 500 mlacqua
  • 150 gzucchero semolato
  • q.b.gocce di cioccolato per decorare

Strumenti per la preparazione del gelo di gelsomino

  • 1 Colino
  • 1 Casseruola
  • 1 Cucchiaio di legno
  • 6 Formine

Preparazione

  1. Raccogliete i fiori di gelsomino quando sono ben aperti e puliteli con un panno umido.

  2. Metteteli in infusione nell’acqua a temperatura ambiente e lasciateli per tutta la nottata. O per almeno 12 ore.

  3. Trascorso il tempo dell’infusione, filtrate l’acqua dove avete tenuto i fiori di gelsomino con una garza fitta o un colino.

  4. In un pentolino antiaderente, meglio se di alluminio, versate sul fondo lo zucchero semolato e unite l’amido di mais setacciato. Mischiateli con l’aiuto di una cucchiaio di legno. ( questo vi aiuterà a non formare i grumi)

  5. In una ciotola stemperata parte dell’infuso facendo sciogliere parte dell’amido mischiato allo zucchero.

  6. Poi trasferitelo nuovamente nel pentolino e portatelo sul fuoco.

  7. Portate ad ebollizione mescolando continuamente e sempre nello stesso verso, fino a quando il liquido non raggiungerà il bollore.

  8. A questo punto, preparate i vostri stampini, bagnateli con l’acqua e versatevi i gelo.

  9. Lasciatelo raffreddare, prima a temperatura ambiente e poi trasferitelo in frigorifero.

  10. Servite il vostro gelo di gelsomino: ricetta siciliana ben freddo e decorato con delle gocciole di cioccolato, a piacere dei fiori di gelsomino. Buon appetito,Barbara.

Consigli pratici.

Fate attenzione, i soli gelsomini utilizzati tradizionalmente e ritenuti commestibili sono il Jasminum grandiflorum che viene usato in Sicilia per la preparazione della granita e il gelo e il Jasminum sambac usato da millenni in Cina per profumare il tè ver

Il gelo di gelsomino si conserva bene in frigo anche fino a quattro giorni

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Fantasia in Cucina

La mia passione per la cucina e il buon cibo è nata grazie al mio lavoro e ai miei viaggi. Ho iniziato sin da piccola a raccogliere le ricette di tutto ciò che mi piaceva mangiare e ad appuntarlo su una agenda. Con il passare degli anni è cresciuta in me la passione per la cucina e la tradizione enogastronomica del territorio ibleo. Il mio vuole essere un blog che non è un semplice sito di ricette, ma anche un viaggio della memoria, della cultura di un popolo, quello degli abitanti dei Monti Iblei, in Sicilia, luogo d’incontro tra le province di Ragusa, Siracusa e Catania. Dietro ogni ricetta c'è una storia, talvolta di una famiglia, di un incontro o di un viaggio. Il mio intento è quello di svelare, conservare e di tramandare attraverso le mie ricette l’anima, i saperi, le tradizioni, le passioni e la storia di un popolo. Cucino, fotografo mangio e posto. Mi piace anche consigliare ai miei amici oltre alle ricette sfiziose anche dove mangiare nei locali caratteristici dove andare a mangiare in Sicilia. Se vi va seguitemi, siete i benvenuti. Barbara

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.