Il Cilento e la Dieta del Cilento – Blogtour AIFB – 1a parte

Mi sono innamorata del Cilento. Di questa terra magica, ricca di tradizione, profumi e colori. Inizio così a raccontarvi questa meravigliosa esperienza che ho vissuto dal 16 al 18 ottobre 2015.

Alla scoperta del Cilento

Il Cilento è un angolo quasi nascosto che aspetta di essere scoperto, valorizzato e amato. Si trova sulla punta della Campania all’interno del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano e considerato la patria della dieta mediterranea e un bene protetto dall’UNESCO, nonché patrimonio dell’umanità.

Quando l’Associazione Italiana Food Blogger (AIFB) mi ha comunicato che sarei stata tra i partecipanti del Blog Tour ho iniziato a pregustarmi questa esperienza che ricorderò per tutta la vita.

Sono partita da Bolzano all’alba di venerdì 16. Durante il viaggio ho incontrato le prime compagne: Sara, Stefania e Chiara, anche loro foodblogger come me. Malgrado sia arrivata a Salerno nel primo pomeriggio, il viaggio è decisamente volato. Ad aspettarci a Salerno c’erano le altre compagne di viaggio: Marina e Anna Laura (la mia “Sister”, che aspettavo da tempo di conoscere, ndr).

Il Cilento e la Dieta del Cilento - Blogtour AIFB Dulcisss in forno by Leyla

Paestum

La prima tappa è Paestum, nome latinizzato del termine Paistom, è un’antica città della Magna Grecia chiamata dai fondatori Poseidonia in onore di Poseidone, ma devotissima ad Era e Atena, che si trova a 30 Km a sud di Salerno. L’estensione del suo abitato è ancora oggi ben riconoscibile, racchiuso dalle sue mura greche, così come modificate in epoca lucana e poi romana. In passato era nota anche come Pesto.

Il Cilento e la Dieta del Cilento - Blogtour AIFB Dulcisss in forno by Leyla

Abbiamo visitato questo meraviglioso sito archeologico insieme alla nostra guida Joseph Valentino, che ci ha parlato con tanto entusiasmo e dettagliatamente di Paestum e alle ragazze Giulia e Gladys che ci hanno accompagnato ad ogni tappa del tour. Complice un cielo blu, abbiamo ammirato i vari resti, ma soprattutto i tre meravigliosi templi, un tempo pitturati di azzurro, bianco e porpora: il Tempio di Atena, il Tempio di Nettuno e il Tempio di Era (detto la Basilica di Paestum).

Proseguiamo il viaggio verso Acciaroli.

Acciaroli

La nostra sede operativa era ad Acciaroli, un paese direttamente sulla costiera cilentana che appartiene al Comune di Pollica. Un paesino davvero carino, sia per le spiagge e il mare (vanta bandiera blu da oltre 20 anni) sia per le stradine ciottolose. Un vero incanto ! D’estate conta oltre 30.000 abitanti, mentre in inverno si riducono ad appena 700.

Veniamo accompagnati subito all’Hotel La Playa, un albergo direttamente sul mare, in stile moderno, di proprietà di Giancarlo Leone e Marinella Schiavo. Pochi passi e ci si trova di fronte un mare mozzafiato e una spiaggia di sabbia fine e dorata. L’accoglienza è straordinaria, come anche nelle altre tappe che abbiamo toccato durante il Blog Tour.

Presso l’Hotel La Playa possiamo ammirare uno straordinario tramonto sul mare che terrò sempre nel mio cuore. Dopo una breve sosta, proseguiamo con la degustazione dei vini cilentani.

Degustazione dei vini presso la Torre Angioina

Nel centro di Acciaroli e di fronte al porticciolo, si trova la Torre Angioina, di proprietà della famiglia Schiavo. Ed è proprio la signora Marinella che ci racconta la sua storia e la fatica per restaurare questa antica torre di avvistamento normanna in una splendida casa di abitazione ampia, spaziosa e ricercata.

Il Cilento e la Dieta del Cilento - Blogtour AIFB Dulcisss in forno by Leyla

Nel salone della Torre, possiamo partecipare alla degustazione dei vini. La selezione dei vini è stata dettagliatamente illustrata dal signor Giuseppe Di Fiore, amministratore dell’azienda vitivinicola Barone di Rutino (Sa) e ci ha dato la possibilità di assaggiare 4 vini bianchi derivanti dall’uvaggio del fiano e 4 vini rossi derivanti dall’aglianico. Il tutto accompagnato da deliziosi antipastini di mare.

La cena presso il Ristorante “Il Rosso e il Mare”

Concludiamo la serata presso il Ristorante “Il Rosso e il Mare” dove ci accoglie il titolare, il signor Antonio Vassallo. Durante l’ottima cena quasi interamente dedicata alle “alici di menaica” – Presidio Slow Food del Cilento, il sig. Vassallo ci racconta la storia della sua famiglia e del suo locale e anche il suo lavoro, oltre ad essere titolare del ristorante, è anche pescatore e trasformatore delle alici di menaica.

Secondo giorno

Il secondo giorno inizia splendidamente con una perfetta colazione con vista mare presso l’Hotel La Playa. Ritroviamo sul tavolo oltre a tanti dolcetti, anche delle ricottine e primosale, del miele di castagno, delle marmellate fatte in casa e un succo fresco di aloe e mirtillo. Come poteva non iniziare meglio ?

Il Cilento e la Dieta del Cilento - Blogtour AIFB Dulcisss in forno by Leyla

La Tenuta degli Eremi

Carichi e pieni di energia, ci dirigiamo verso la Tenuta degli Eremi, della famiglia Schiavo.

La Tenuta degli Eremi è un fazzoletto di terra di 26 ettari adagiato su una collina con sentieri degradanti verso la costa. In questo posto tranquillo sembra di tornare indietro nel tempo e ci ritroviamo in mezzo agli olivi di oltre 2000 anni ( tipologie principali sono la Salella, la Pisciottana e la Coratina).

Prima un saluto agli asinelli, poi uno sguardo all’orto bio e alle bellissime piantagioni di aloe. Qui vengono coltivate due tipologie di aloe vera: l’aloe barbadensis e l’aloe arborescens con vastissime proprietá terapeutiche tra cui: azione antinfiammatoria con riduzione di gonfiore e arrossamento, azione rigenerativa delle cellule, azione cicatrizzante, nonché un ottimo nutriente e idratante.

Il Cilento e la Dieta del Cilento - Blogtour AIFB Dulcisss in forno by Leyla

Assistiamo con molto interesse mentre il Sig. Giuseppe ci mostra come si ricava l’aloe, semplicemente utilizzando un arnese inventato da lui che permette di estrarre il filetto, cioè la polpa o gel dell’aloe. Davvero incredibile !! La signora Marinella procede subito a farmi provare l’aloe su un braccio e la sensazione di freschezza è davvero unica !

Il Cilento e la Dieta del Cilento - Blogtour AIFB Dulcisss in forno by Leyla

Saliamo su un sentiero della collina e ci dirigiamo direttamente tra gli ulivi. Il personale sta ultimando di sistemare le reti sotto agli ulivi e poi si inizia la raccolta con l’ausilio di particolari macchine che “scrollano” l’ulivo e ne fanno cadere il frutto. Non avevo mai assistito a questa operazione dal vivo e sono rimasta davvero affascinata. Non possiamo esentarci dal prendere il nostro cestino e raccogliere le olive. 🙂

Il Cilento e la Dieta del Cilento - Blogtour AIFB Dulcisss in forno by Leyla

Arriva ora di pranzo e scendiamo a piedi verso la baia, fino a giungere su un prato dove era stato allestito il tavolo per il pranzo. Una cornice da favola, a diretto contatto con il mare e la natura. Un posto da film o cartolina. Ci viene servito un ottimo pranzo a base di un primo di pasta e ragù cilentano, a seguire parmigiana cilentana, un tortino di verdure e delle frittate. E non potevano mancare anche tre tipi di dolci e il caffè. Il tutto gentilmente offerto dal Ristorante “il Boccaccio”.

Nel primo pomeriggio, facciamo un piccolo salto presso il sito archeologico di Elea – Velia, patrimonio mondiale dell’Unesco e, in seguito, anche presso la Tenuta Pantaleo De Luca con l’assaggio dei famosi fichi bianchi del Cilento (davvero straordinari, “farciti” con semi di finocchio e mandorle) e del tipico limoncello e fragolino.

Il Caseificio “Le Starze”

Nel pomeriggio tardo si prosegue con la visita al Caseificio “Le Starze”, un’azienda agricola dove tutto viene lavorato a mano, dove tutto è dettagliatamente controllato, curato e amato. Si parte dall’allevamento delle mucche, poi la mungitura super controllata, e la centrifugazione e pastorizzazione del latte fino alla produzione dei latticini. Oltre a diversi tipi di formaggio prodotti, tra cui la ricotta e la provola, fiore all’occhiello è la “mozzarella nella mortella”, in cui la mortella sono le foglie del mirto. Anticamente i pastori avvolgevano la mozzarella durante il periodo della transumanza così da portare il formaggio integro fino a valle e tutto oggi è rimasta questa tradizione, che arricchisce il sapore della mozzarella.

Presso il Caseificio abbiamo visitato la stalla dove c’erano le mucche e i vitellini. Abbiamo assistito alla mungitura e abbiamo assaggiato anche il latte appena munto !

Il Cilento e la Dieta del Cilento - Blogtour AIFB Dulcisss in forno by Leyla

Poi abbiamo visto come si prepara la mozzarella e ne ho preparata qualcuna anch’io ! Che soddisfazione ! 🙂

Stanchi e super contenti di tutto quello che abbiamo assimilato e che abbiamo visto con i nostri occhi, siamo andati a cenare presso l’Agriturismo “Il Mulino”, dove abbiamo potuto gustare antipasti e primi piatti del luogo e i mitici cannoli cilentani.

I primi due giorni del Blog Tour in Cilento sono passati. Nel prossimo articolo, vi racconterò l’ultimo giorno, la trasformazione delle olive e la mattinata al frantoio (lo trovate QUI)

Ringrazio ancora l’Associazione Italiana Food Blogger, il portale “La Dieta del Cilento” e l’Hotel La Playa di Acciaroli, ma anche Ornella Buzzone per l’ottima organizzazione.

Author: Dulcisss in forno by Leyla

Precedente Torta pere e cioccolato morbida Successivo Crostata leggera con mele e marmellata

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.