Waffle alla nutella

Waffle alla nutella, waffle o gaufre, cialde dorate leggermente croccanti fuori e morbide dentro, solitamente gustati a colazione o durante un branch.
I waffle si possono preparare sia dolci che salati e possono essere farciti e decorati in tanti modi diversi, marmellata, panna, gelato, nutella, frutat fresca o sciroppo d’acero, tante le varianti per gustarli al meglio, ma anche con uova e bacon nella versione salata.
Nel documentarmi sui waffle ho scoperto che anche in Italia abbiamo un dolce molto simile, le ferratelle abruzzesi, che vengono preparate con una piastra di ferro.
I waffle sono invece molto noti in Germania, in Francia e in Belgio.
Capire quale sia la ricetta originale non è semplice, ma forse non ne esiste una giusta e una sbagliata, ma solo ricette diverse in base alla zona o alle abitudini, si trovano ricette con il burro o senza, con o senza latte, ma anche con o senza lievito, l’unico modo per iniziare è decidere di fare qualche prova, io ho iniziato con una ricetta semplice che prevede uova, latte, burro e poco zucchero, in questo caso senza lievito e ho deciso di montare gli albumi, che hanno reso il composto molto soffice.

Waffle alla nutella
  • Preparazione: 15 Minuti
  • Cottura: 3/4 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 6/8 pezzi
  • Costo: Basso

Ingredienti

  • 3 Uova
  • 150 g Farina
  • 70 g Zucchero
  • 80 ml latte
  • 120 g burro
  • nutella
  • zucchero a velo (a piacere)

Preparazione

  1. Separate i tuorli dagli albumi, versate i tuorli in una ciotola con lo zucchero e lavorateli con le fruste elettriche fino ad ottenere una crema morbida e spumosa.
    Fate ammorbidire il burro a bagnomaria o al microonde, se usate il microonde basteranno pochi secondi con la funzione solitamente utilizzata per scongelare, in questo modo non rischiate che si scaldi.
    Aggiungete un pizzico di sale farina setacciata e burro al composto di uova e zucchero, alternandoli in modo da non risultare troppo denso o troppo liquido.
    Il composto risulterà molto denso, aggiungete anche il latte, avendo cura di versarlo sempre poco alla volta mentre continuate a lavorarlo con le fruste, a questo punto avrete ottenuto una crema liscia e morbida.
    Montate gli albumi a neve ben ferma, per neve ben ferma si intende poter girare la ciotola al contrario senza rischiare che cada nulla.
    A questo punto aggiungete gli albumi al resto del composto, ma fatelo in modo graduale e delicatamente per non rischiare di smontarli.
    Coprite con pellicola trasparente e conservate in frigorifero per un’ora circa.

    Scaldate la piastra per waffle, tirate fuori il composto dal frigorifero, quando la piastra risulterà ben calda (nella mia si spegne la spia) versate il composto, io ho versato un mestolo colmo per due waffle.
    Potete prepararli più o meno spessi, in base ai vostri gusti, una volta versato il composto non aprite la piastra nei primi due minuti, dopo circa 3/4 minuti dovrebbero essere dorati.

  2. Waffle alla nutella

    Se preferite dei waffle più asciutti e croccanti potete valutare di allungare la cottura, non vi resta che servirli con la nutella e a piacere anche un po’ di zucchero a velo.

    Mi trovate anche su Facebook

Note

Vi darei tanti altri consigli su come servirli, ma è solo la prima ricetta, quindi ne arriveranno con le prossime!

4,5 / 5
Grazie per aver votato!
Precedente Gnocchi di patate e barbabietola Successivo Pasta con la zucca burro e salvia

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.