Fagiano alla cacciatora

Fagiano alla cacciatora, ricetta molto semplice ma preparata in modo molto accurato, con tanti ingredienti per rendere questa carne molto gustosa e una lunga cottura.
Il fagiano fa parte di una categoria di carne spesso sottovulata, ma se ben cucinato può essere veramente un ottimo piatto, perfetto se abbinato a un buon piatto di polenta, ma se non ne avete o non avete il tempo, optate per una fetta di pane possibilmente rustico e casareccio per fare la scarpetta.
Ho preparato più volte il fagiano ma ancora non avevo scritto nessuna ricetta, visto che ho avuto la fortuna di averne di nuovo uno fra le mani, non potevo non scriverne subito una.

Fagiano alla cacciatora
  • Preparazione: 20 Minuti
  • Cottura: 2 Ore
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 3/4 persone
  • Costo: Basso

Ingredienti

  • fagiano 1
  • cipolla 1
  • carote 2
  • Sedano 1 costa
  • Aglio 1 spicchio
  • Polpa di pomodoro 500 g
  • Vino rosso 150 ml
  • Olio extravergine d'oliva
  • Rosmarino
  • alloro
  • Salvia
  • Chiodi di garofano
  • Sale (o dado vegetale)

Preparazione

  1. Per prima cosa controllate che il fagiano sia perfettamente pulito e non abbia piccole piume sottili, per sicurezza vi consiglio di passarlo nella fiamma in modo da essere perfetto.
    A questo punto, tagliatelo a pezzi abbastanza piccoli, in questo modo risulterà ancora più gustoso.
    Scaldate una pentola dal fondo spesso, versate un filo d’olio extravergine e il fagiano a pezzi, fatelo rosolare bene, fino a risultare perfettamente dorato.
    Preparate tutte le verdure (aglio, cipolla, carote, sedano), lavatele e tritatele finemente, aggiungetele alla carne e fate rosolare anche quelle.
    Quando sarà tutto perfettamente rosolato, aggiungete il vino, fatelo evaporare, poi aggiungete la polpa di pomodoro e il sale necessario o il dado vegetale (solo se lo preparate in casa).
    Lavate un rametto di rosmarino, 2/3 foglie di salvia e 2/3 foglie di alloro, legatele tutte insieme con lo spago e aggiungetele alla pentola, schiacciate 2/3 bacche di ginepro, versate anche quelle e mescolate bene il tutto, abbassate la fiamma e mettete il coperchio, proseguite la cottura per due ore circa, ma mantenetelo smepre controllato e aggiungete mezzo bicchiere d’acqua se e quando fosse necessario.
    A fine cottura la carne dovrà risultare gustosa e tenerissima, ottima se servita con contorno di polenta o pane abbrustolito.

    Mi trovate anche su Facebook

Consigli

Se fattibile vi consiglio di preparare la carne con largo anticipo, in questo modo risulterà ancora più gustosa.

Precedente Estratto con ananas e mango Successivo Gnocchi alla carbonara

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.