Cosce di pollo alla piastra

Cosce di pollo alla piastra, disossate, cotte alla piastra e una volta dorate, condite con olio extravergine, limone e aromi, prepararle è molto semplice, se non riuscite a disossarle, potete sempre chiedere al vostro macellaio di fiducia.
Le cosce di pollo alla piastra, sono ottime sia calde, appena grigliate, sia fredde, anche dopo qualche ora, quindi perfette anche se volete prepararle con largo anticipo, per servirle magari a cena dopo una giornata di lavoro.

Cosce di pollo alla piastra
  • Difficoltà:
    Media
  • Preparazione:
    15 minuti
  • Cottura:
    15/20 minuti
  • Porzioni:
    4 pezzi
  • Costo:
    Basso

Ingredienti

  • Cosce di pollo 4
  • limone 1
  • Olio extravergine d’oliva 50 ml
  • Aglio 2 spicchi
  • Rosmarino 1 rametto
  • Sale

Preparazione

  1. Per prima cosa dovete disossare le cosce di pollo, è molto più semplice di quanto possiate pensare, vi baserà inciderle su un lato e continuare a passare la lama attorno all’osso in modo da poterlo togliere, se non siete capaci potete sempre farle disossare dal vostro macellaio di fiducia.
    Una volta disossate, scaldate bene una piastra antiaderente, potete usarla anche in ghisa, ma io non la amo perchè fa molto più fumo.
    Poggiate le cosce disossate sulla piastra ben calda, prima su un lato, poi giratele dall’altro, cuocendole fino a risultare perfettamente dorate, ci vorranno 15/20 minuti circa.

  2. Mentre aspettate che cuocia la carne, preparate l’emulsione, ricavate il succo di mezzo limone, versate l’olio in una ciotola, aggiungete il succo del limone, ma non tutto, mettetelo in modo graduale in modo da poter assaggiare e valutare quanto metterne, mescolate bene con una forchetta, aggiungete anche il sale e mescolate ancora.
    Una volta che la carne sarà cotta, mettetela in una pirofila o piatto da portata, conditela con l’emulsione preparata, due spicchi d’aglio schiacciati, qualche fettina di limone e un po’ di rosmarino, chiudete con pellicola o con un coperchio e lasciatela insaporire, poi servitela, o lasciatela raffreddare e servitela in un secondo momento.

    Mi trovate anche su Facebook

Precedente Pasta fredda con quartirolo e pomodorini Successivo Cozze impanate

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.