Crea sito

Puccia salentina

La puccia salentina è un pane tipico pugliese, una sorta di panino rotondo, gonfio e alto con la crosta croccante e l’interno vuoto pronto ad accogliere la farcitura: salumi e formaggi, tonno, insalata e pomodori, mozzarella e pomodorini, ho letto pure spezzatino di cavallo e bombette pugliesi ossia quegli involtini di carne ripieni di formaggio… insomma la puccia salentina è senz’altro uno dei nostri street food per eccellenza. E la ricetta? Qui come sempre c’è il dilemma perché la maggior parte delle ricette che ho letto si somigliano un po’ tutte e l’impasto si prepara semplicemente con farina, acqua, olio, lievito e sale ma ho trovato pure qualcuna che prevede la farina di semola di grano duro e la patata schiacciata… e qui bisognerebbe interpellare qualche pugliese doc che la prepara da sempre… perciò non me ne vogliate se la ricetta non è quella originale e se la mia puccia salentina non somiglia perfettamente nell’aspetto a quelle autentiche…

puccia salentina
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di riposo2 Ore
  • Tempo di cottura10 Minuti
  • Porzioni2 pezzi
  • Metodo di cotturaForno elettrico
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 125 gfarina 0
  • 125 gfarina Manitoba
  • 125 gacqua
  • 6 glievito di birra fresco
  • 20 golio extravergine d’oliva
  • 7 gsale

Strumenti

  • Monsieur Cuisine plus
  • Impastatrice Kitchenaid Artisan

Preparazione

  1. puccia salentina

    Per preparare l’impasto con il Monsieur Cuisine plus: inserire all’interno del boccale l’acqua e il lievito e avviare a velocità 2, temperatura 37 °C per 2 minuti.

    Inserire le farine e avviare con il programma impastare per 1 minuto (la velocità è già programmata a livello 4 e non si può modificare).

    Aggiungere l’olio e il sale e avviare con il programma impastare per 2 minuti.

    Quando l’impasto è pronto tirarlo fuori dal robot, lavorarlo con le mani in modo da formare una palla poi pesarlo e dividerlo in due parti uguali. Formare due palline e sistemarle su una teglia rivestita con carta forno, coprirle e lasciarle lievitare per un’ora e mezza.

    Trascorso il tempo di riposo schiacciarle con le mani fino ad ottenere due dischi che abbiano un diametro di venti centimetri. Coprirli e lasciarli lievitare per trenta minuti.

    Preriscaldare il forno a 240 °C e cuocere le pucce per dieci minuti. La ricetta dice 15/20 minuti ma in 15 minuti nel mio forno sono scurite troppo e si sono biscottate per questo le ho fatte di nuovo e le ho tenute meno. Il mio consiglio è di tenerle d’occhio e tirarle fuori quando sono gonfie e dorate. Perché in forno le pucce gonfiano creando il caratteristico vuoto all’interno. Mi è pure capitato che non siano gonfiate perciò non scoraggiatevi se non riescono al primo colpo.

    Quando le pucce saranno cotte tirarle fuori dal forno, tagliarle a metà senza fare troppa pressione, farcirle a piacere e servirle ancora calde.

  2. Per preparare l’impasto con la planetaria: inserire all’interno della ciotola l’acqua e il lievito sbriciolato e mescolare in modo che si sciolga. Aggiungere le farine, l’olio e il sale e impastare fino ad ottenere un panetto liscio ed omogeneo poi procedere come da ricetta.

Curiosità

Il nome deriva da “buccellatum” cioè boccone, com’era chiamato il pane dei militari.

Diverse sono anche le versioni: c’è la classica, la puccia vuota all’interno, poi c’è la puccia farcita alle olive e quella alla pizzaiola con pomodori, cipolle e olive.

Per le altre ricette preparate con il Monsieur Cuisine plus QUI.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.