Crea sito

Pesto di cavolo nero

Pesto di cavolo nero

Il pesto di cavolo nero è una deliziosa crema da utilizzare per insaporire la pasta o da servire sui crostini per un antipasto diverso dal solito: è un’ottima alternativa al pesto tradizionale e una bella idea per sfruttare al meglio questo ortaggio. Il pesto di cavolo nero può essere preparato in due maniere: a crudo procedendo esattamente come si fa con il pesto al basilico oppure cuocendo prima le foglie in acqua bollente salata. La ricetta originale del pesto di cavolo nero tratta dal libro “Cucina da chef con ingredienti low cost” di Giulia Scarpaleggia prevede l’utilizzo delle mandorle che io non posso mangiare e che perciò ho sostituito con i classici pinoli e al posto del pecorino ho utilizzato il parmigiano. Anche così rivisto a me il pesto di cavolo nero è sembrato davvero buonissimo. Perciò mandorle e pecorino, pinoli e parmigiano, mandorle e parmigiano, pinoli e pecorino … tante varianti per una sola ricetta tutta da sperimentare a proprio gusto per provare ogni volta un condimento dal sapore diverso!

Pesto di cavolo nero Cucina vista mare

Ingredienti per 4 persone

500 gr di cavolo nero

150 gr di pinoli

120 gr di parmigiano

½ spicchio d’aglio

sale

olio extravergine d’oliva

Lavare il cavolo nero e sfilare le foglie partendo dalla costa centrale. Lavare bene le foglie di cavolo nero in acqua fredda. Cuocerlo trenta minuti in acqua salata, poi scolarlo, lasciarlo raffreddare e strizzarlo bene. Frullare il cavolo nero con i pinoli, l’aglio e l’olio abbondante. Unire il parmigiano e regolare di sale. Il pesto di cavolo nero è pronto per essere utilizzato! Se il pesto di cavolo nero dovesse risultare troppo denso, al momento dell’utilizzo basterà scioglierlo con un pochino d’acqua. Lo si può conservare in frigo in vasetti e ben coperto da olio extravergine d’oliva oppure congelarlo secondo le indicazioni che trovate QUI.

Se la ricetta vi è piaciuta seguitemi sulla pagina FACEBOOK lasciando il vostro “mi piace” e per non perdere i miei post attivate le notifiche! Vi ricordo inoltre la possibilità di iscrivervi gratuitamente alla newsletter per restare aggiornati con la pubblicazione delle nuove ricette!

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.