Crea sito

Panini alla zucca

Panini alla zucca

I panini alla zucca sono soffici, morbidissimi, dolci e profumati… i tipici burger buns, i classici panini da hamburger ma con una marcia in più: la purea di zucca nell’impasto. I panini alla zucca sono ottimi farciti con il prosciutto crudo o con un buon hamburger e a me piace servirli anche in accompagnamento al pasto per sostituire il solito pane. L’impasto dei panini alla zucca si può arricchire con dei pistacchi tritati e un pizzico di curcuma o di zafferano per rendere un po’ più vivo il loro bel colore arancio. E ora che la zucca è di stagione è il momento giusto per prepararli. La ricetta che ho leggermente modificato viene da QUI.

Panini alla zucca Cucina vista mare

Ingredienti

Per l’impasto

100 g di zucca

270 g di farina 0

50 g di pasta madre rinfrescata

100 ml di latte

20 g di burro morbido

1 cucchiaio di miele

10 g di zucchero

5 g di sale

Per spennellare

1 uovo

2 cucchiai di latte

Rinfrescare la pasta madre secondo le indicazioni che trovate QUI e lasciarla lievitare tre ore. Sbucciare la zucca, tagliarla a tocchetti e cuocerla a vapore in una pentola con cestello per la cottura a vapore con un bicchiere d’acqua per circa 15 minuti. Nella ciotola dell’impastatrice versare il latte, il cucchiaio di miele e sciogliervi la pasta madre. Poi aggiungere la farina, il sale, lo zucchero, il burro morbido e la polpa di zucca schiacciata. Se l’impasto risulta appiccicoso si può aggiungere un po’ di farina. Formare una palla, trasferirla all’interno di una ciotola infarinata, coprirla e porla a lievitare nel forno spento con la luce accesa fino al raddoppio del volume. Saranno necessarie almeno tre ore. A lievitazione avvenuta sgonfiare il panetto e fare una serie di pieghe (QUI per vedere come fare). Lasciar lievitare per un’ora e mezza poi stendere delicatamente il panetto, formare i panini e sistemarli su una placca rivestita con carta forno. Dovranno lievitare un’ora. Spennellare i panini con l’uovo sbattuto con il latte (solitamente salto questo passaggio e li tengo al naturale) e cuocere in forno caldo a 200° per 12/15 minuti. Se non avete la pasta madre potete utilizzare il lievito di birra fresco, sciogliendolo nel latte appena tiepido o il lievito di birra disidratato mescolato direttamente con la farina.

Se la ricetta vi è piaciuta seguitemi sulla pagina FACEBOOK lasciando il vostro “mi piace” e per non perdere i miei post attivate le notifiche! Se preferite Cucina vista mare ha la sua pagina anche su GOOGLE+ e trovate su INSTAGRAM la galleria con le mie foto! Vi aspetto con tante idee per la vostra cucina!

6 Risposte a “Panini alla zucca”

  1. Adoro il pane alla zucca, mi ricorda quando ero bambina e la zia ne preparava in gran quantità in questa stagione! mi piace anche in versione “focaccina” e certe volte ci metto anche l’uvetta. Proverò senz’altro questa ricetta con la PM.
    Un saluto.

    1. Ciao! Io la zucca l’ho scoperta da poco… a casa mia non si preparava mai… ma ora sto imparando a conoscerla, a mangiarla e a cucinarla. Sai che all’abbinamento con l’uvetta non ci avrei mai pensato! Grazie ottimo suggerimento! Sono certa che questi panini ti piaceranno! A presto!

      1. E’ una versione un po’ dolce, ottima merenda! Buonissima la zucca, per il dolce e non (i gnocchi, squisiti). Ma…anche da sola.

        1. Si sono un po’ dolci… come i tipici panini da hamburger… io li trovo deliziosi! Gli gnocchi non li ho ancora mai provati… pian piano farò anche quelli!

  2. Ciao! Ho provato anche questa ricetta; buonissimi!
    Anche se un po’ più compatti dei tuoi, alla vista. Forse la lavorazione, non so. Devo ancora imparare molto sulla PM… ma per il momento sono comunque soddisfatta dei risultati. Ciao!

    1. Molto bene! Vedrai che più utilizzerai la tua pasta madre più imparerai a conoscerla e i risultati col tempo saranno eccellenti… ma penso che tu sia già ben avviata su questa strada! Per quanto riguarda la compattezza può essere dovuta a volte alla temperatura di lievitazione un po’ bassa. Ora che l’aria è più fresca, se l’ambiente non è abbastanza caldo la pasta madre può fare più fatica a completare il suo lavoro e quindi può essere necessario aumentare i tempi per ottenere una lievitazione ottimale. Oppure può dipendere dall’acqua: io di solito uso acqua a temperatura ambiente ma in questo periodo la temperatura ambiente è più fresca e anche l’acqua è più fresca perciò la scaldo un pochino per intiepidirla appena. Può anche essere utile lasciare l’impasto a lievitare nel forno spento con la luce accesa. Queste ovviamente sono indicazioni generiche che però sono certa ti saranno utili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.