Come fare la pasta fresca

Come fare la pasta fresca, cosa bisogna sapere, quali sono le basi ed i principi da conoscere per ottenere un’ottima pasta fresca fatta in casa?

Con questo articolo cercherò di levarvi un po’ di dubbi e darvi alcune spiegazioni e nozioni base per ottenere e produrre delle ottime tagliatelle, lasagne, taglierini e altri vari formati di pasta fresca.. fatti con le vostre mani!

GLI STRUMENTI

Per prima cosa vi posso dire che l’essenziale per fare la pasta fresca è avere una buona spianatoia in legno, possibilmente di pioppo o faggio, ben dritta e non incurvata, ed un mattarello. L’impastatrice e la macchina per stendere la pasta, conosciuta anche come nonna papera, sono sì molto utili, ma per cominciare potete anche farne a meno. Vi basterà metterci un po’ di forza e buona volontà e con pochi attrezzi riuscirete lo stesso a produrre la vostra pasta.

IL TEMPO INCIDE SULLA PASTA FRESCA

Un fattore che incide molto sulla preparazione della pasta fresca, anche se sembra strano, è il meteo: ovviamente, nelle giornate in nelle quali farà caldo e l’aria sarà molto secca, sarà necessario rendere più umido l’impasto, mentre nelle giornate uggiose e umide, bisognerà fare attenzione ai liquidi che si andranno ad unire alle farine.

LE FARINE

Per quanto riguarda il discorso farina, io ho sempre utilizzato la farina “00” per impasti semplici, oppure per sfoglie particolari ho miscelato la farina bianca con farina di castagna, farina integrale.

In Emilia Romagna, le “sfogline” sono solite miscelare la farina 00 con la farina di semola, che rende l’impasto più ruvido, e più adatto a raccogliere il condimento. Noterete nelle mie ricette che, in alcuni casi, l’ho usata anche io.

Utile, ma non essenziale, la farina di riso. Io la utilizzo spesso quando il tempo è umido, per spolverizzare il vassoio dove vado ad adagiare la mia pasta fresca appena fatta.

Per dare colore e sapore alla sfoglia, invece si può pensare di aggiungere ingredienti come gli spinaci, la zucca, erbe aromatiche..

Mano a mano che proseguirò nell’aggiungere ricette di pasta fresca sul blog, vi spiegherò anche le varie particolarità e come rimediare in caso di inconvenienti, tra i quali i più comuni sono sicuramente: la pasta è troppo umida, oppure la pasta è talmente dura che è impossibile da lavorare.

Per riprendere una pasta troppo umida, la soluzione è quella di aggiungere farina poca alla volta fintanto che l’impasto non risulterà più sodo e facilmente lavorabile.

Invece, per una sfoglia troppo asciutta, potete inumidirvi le mani con acqua e continuare ad impastare in modo che l’impasto si inumidisca e poco alla volta diventi più morbido.

LA PREPARAZIONE DELL’IMPASTO

Come fare la pasta fresca, dunque? Passiamo al lato pratico, ora che vi ho detto cosa vi occorre, vi dico anche come dovete farlo!

Sulla vostra spianatoia in legno, disponete la farina “a fontana”, creando un buco al centro, nel quale dovrete aggiungere le uova. Per quanto riguarda le dosi, per  100 grammi di farina, serve un uovo a pasta gialla di medie dimensioni (tra i 55 ed i 60 gr). Con queste dosi, potrete preparare tagliatelle per due persone.

Mescolate dapprima le uova con una forchetta, poi poca alla volta, cominciate ad unire la farina, quindi impastate energicamente fino ad ottenere un impasto liscio e sodo.

Alla fine, deve essere spugnoso e non deve lasciare residui sulle mani. A questo punto siete pronti per stenderlo molto sottilmente con il mattarello per ottenere tutti i formati di pasta che più preferite!

Una volta che avrete ottenuto la vostra pasta fresca, non vi resterà che condirla con i migliori sughi e pesti italiani! Siccome pasta fresca, sughi e pesti vanno a braccetto, creerò una sezione apposita anche per radunare tutti loro!

 

Ti piacciono le mie ricette? Seguimi sulla mia pagina FACEBOOK Cucina con Nenè, o su INSTAGRAM Cucina_con_Nene per rimanere sempre aggiornata/o sulle le mie ultimissime ricette. Ti aspetto con un LIKE🙂