Non so voi, ma per me i colori del Natale sono il bianco, il rosso e il verde; fanno subito festa e creano quell’atmosfera che è possibile respirare solo in questo periodo dell’anno.
Per il pranzo del venticinque ho deciso di vestire a festa dei classici cappellacci di magro
colorando una parte della pasta all’uovo di rosso e lasciando la restante “bianca”.
…bianco, rosso e verde: i miei colori di Natale.

INGREDIENTI PER 6/8 PERSONE:
*per la pasta:
380 gr. di farina 00
120 gr. di semola rimacinata di grano duro
4 uova medie
4 cucchiai di acqua tiepida
2 cucchiaini colmi di concentrato di pomodoro
1 pizzico di sale
*per il ripieno:
400 gr. di ricotta (vaccina o di bufala)
1 kg. di spinaci o bietole
60 gr. di Parmigiano Reggiano
2 tuorli
noce moscata q.b.
maggiorana q.b.
sale q.b.

Cappellacci di magro

Impastare 190 gr. di farina 00, 60 gr. di semola rimacinata di grano duro, 2 uova, 2 cucchiaia di acqua tiepida, il concentrato di pomodoro e un pizzico di sale fino a formare una palla.
Fare altrettanto con gli ingredienti restanti.
Avvolgere i due impasti in pellicola trasparente e farli riposare in frigo per circa mezz’ora.
Nel frattempo pulire gli spinaci e cuocerle in acqua bollente salata per circa quattro minuti.
Scolarli e, una volta tipeidi, strizzarli per bene.
Poi tritarli finemente al coltello.
In una ciotola amalgamare gli spinaci, la ricotta, il Parmigiano Reggiano, i tuorli, la noce moscata e un po’ di maggiorana aggiustando di sale se necessario.
Tirare la pasta fino all’ultimo spessore della macchinetta.
Tagliare la pasta in quadrati da 5 cm, disporre al centro di ognuno una grande nocciola di ripieno, chiudere ogni quadrato a tringolo sigillando per bene i bordi e sovrapporre gli angoli alla base schiacciandoli per ottenere la classica forna dei cappellacci.
Procedere in questo modo fino al completo esaurimento degli ingredienti.
Cuocere i cappellacci di magro in abbondante acqua salata per circa 4/5 minuti.
Scolare i cappellacci di magro con una schiumarola per evitare rotture.
Un’idea per il condimento: burro aromatizzato alla maggiorana, filetti di pomodorini secchi, abbondante pepe e una leggera grattugiata di Parmigiano Reggiano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.