Torta al gelo d’anguria

Il gelo di anguria o anche gelo di melone (dal termine dialettale muluni con cui, a Palermo soprattutto, chiamano l’anguria) è un dolce tipico siciliano. Si prepara solitamente in estate sia perché l’anguria è di stagione sia perché in Sicilia si porta in tavola spesso per ferragosto e per la festa di Santa Rosalia.
Facendo qualche ricerca, ho scoperto che la ricetta originale non prevede gelificanti animali, come la colla di pesce, ma utilizza del semplice amido di mais. Quindi possiamo dire che nasce proprio vegana. Solitamente si prepara in forma di budino, grande o piccolo, ma è utilizzato anche come crema di torte o crostate. Certo, ora non siamo più in piena estate, ma non siamo neanche in autunno e le angurie le troviamo ancora tra i banchi di frutta e ancora fanno piacere dolci freschi. Quindi perché non provare a prepararla?
Ecco quindi come preparare la torta al gelo di anguria.

torta al gelo di anguria
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di riposo30 Minuti
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioni8
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

Ingredienti

  • 1 lcocomero (anguria) (succo ottenuto dall’anguria sbucciata e frullata)
  • 400 gbiscotti secchi
  • 250 gmargarina vegetale
  • 70 gzucchero
  • 90 gamido di mais (maizena)
  • q.b.cannella in polvere
  • 8 gfiori di gelsomino (se non li trovate potete ometterli)
  • q.b.zucca candita (o zuccata candita – facoltativa)
  • 50 ggocce di cioccolato fondente (40g per il gelo, 10g per il topping)
  • 60 gpistacchi non salati (40g per la base, 20g per il topping)

Strumenti

Strumenti

  • 1 Coltello con lama affilata
  • 1 Tagliere
  • 1 Pentola
  • 1 Frullatore / Mixer con bicchiere
  • 1 Teglia – a cerniera apribile da 24 cm
  • 1 Carta forno
  • 1 Tritatutto per tritare i biscotti
  • 1 Pentolino (per bagnomaria)
  • 1 Colino a maglia fine

Preparazione

Procedimento

  1. Sciogliamo a bagnomaria la margarina e lasciamola raffreddare appena sarà pronta.

    Tritiamo finemente i biscotti insieme a 40 g di pistacchi.

  2. Adagiamo l’anello del nostro stampo su un piatto piano da torta e foderiamo i bordi con due strisce di carta forno, che uniremo all’esterno con del nastro adesivo.

  3. In una ciotola uniamo il composto di biscotti e pistacchi tritati con la margarina raffreddata. Con un cucchiaio o con le mani, amalgamiamo fino ad avere una consistenza sabbiosa umida.

  4. Spargiamo il composto nella teglia foderata e con un cucchiaio o con le mani premiamo sul fondo e sui bordi, finché non saranno compatti.

    Mettiamo in frigo a riposare per almeno 30 minuti.

  5. Nel frattempo, tagliamo la nostra anguria e versiamo i pezzi di polpa nella brocca del frullatore. Solitamente sono graduate, quindi indicativamente dovrete arrivare ad un litro di polpa che vi darà altrettanto succo.

  6. Una volta frullata l’anguria, prendiamo una pentola capiente e filtriamo il succo di anguria con un setaccio a maglie fini.

    La polpa residua, volendo, potrete trasformarla in un cocktail con lo stesso peso di prosecco, del limone/lime e zucchero, da sorseggiare nel frattempo

  7. Nella pentola, uniamo al succo di anguria lo zucchero, l’amido di mais, la cannella e, se li avete, i fiori di gelsomino. Serviranno per aromatizzare, li toglieremo a fine cottura.

    Mescoliamo per bene e mettiamo sul fornello a cuocere a fiamma medio bassa, continuando a girare con una frusta per evitare che si attacchi e ci siano grumi. Appena raggiungerà il bollore e la crema comincerà ad addensare, eliminiamo i fiori di gelsomino e spegniamo il fuoco.

  8. Versiamo la crema in una ciotola capiente e lasciamola raffreddare a temperatura ambiente, girando di tanto in tanto.

    Una volta che si sarà raffreddata, aggiungiamo le gocce di cioccolato (servono a simulare i semi di anguria) e, se volete, la zuccata candita.

  9. Riempiamo il fondo biscottato con la crema. Se dovesse avanzarvi una volta raggiunto il bordo, potete versarlo in uno stampo da muffin o in un bicchiere.

    Riponiamo attentamente in frigo per 2-3 ore almeno.

  10. torta gelo d'anguria

    Trascorso il tempo di attesa, decoriamo con del pistacchio che avremo sminuzzato grossolanamente e le restanti gocce di cioccolato.

    Allo stesso modo decoriamo eventuali bicchieri o budini che abbiamo realizzato con il restante gelo d’anguria.

    Siamo pronti a servire e degustare.

Consigli utili

Si conserva per massimo una settimana in frigorifero.

Una variante, potrebbe essere realizzare dei bicchierini con fondo biscottato di gelo d’anguria o, se avete uno stampo grande da budino, potete dare forma ad un semplice budino senza fondo biscottato e, una volta sformato, decorato sempre con pistacchi e gocce di cioccolato.

4,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.