Sciatt

image30 Sciatt

Gli sciatt sono croccanti frittelle di grano saraceno con un cuore di formaggio fuso,ricetta della tradizione culinaria valtellinese,mi hanno incuriosito e ho voluto provare a farli e mi hanno conquistato bè devo dire che chi li ha assaggiati con me ha chiesto il bis,in effetti erano per provare e quindi pochini,diciamo che sono stati un’aperitivo,ma possono diventare un pranzo unico magari accompagnati sempre come da tradizione valtellinese con della cicoria semplicemente bollita e condita con sale,olio e aceto.È vero che i fritti bisognerebbe evitarli ma ogni tanto ci piacciono dite la veritá,il sabato è il giorno che noi ci concediamo gli strappi,quindi oggi in tavola gli sciatt.

Ingredienti
400 gr di farina per polenta taragna (con grano saraceno)
250 gr di formaggio Valtellina Casera
1 bicchierino di grappa
acqua minerale gassata q.b.
olio per friggere
sale

Preparazione
Mettere in una ciotola la farina di polenta taragna,la grappa e il sale, aggiungendo acqua minerale, fino ad ottenere un impasto non troppo morbido,ma non molle .
Tagliare il formaggio “Casera” a cubetti (di circa 2 cm di lato) ed immergerli nella pastella.Lasciare riposare la pastella coperta per due ore prima di friggere.
Raccogliere con un cucchiaio un cubetto di formaggio alla volta, adeguatamente ricoperto dall’impasto, e lasciarlo cadere nell’olio bollente.
Far dorare gli sciatt e scolarli,servire ben caldi

Pubblicato da Elisabetta La Cerra

Mi presento,ciao a tutti mi chiamo Elisabetta ho 50 anni,vivo in provincia di Bergamo con mio marito e due figlie,da sempre la mia grande passione é la “CUCINA” che ho sempre condiviso con amici e parenti,vi dò il benvenuto nel mio blog In cucina con le mie amiche per condividere ricette e consigli con chi come me ama spentolare dalla mattina alla sera di tutto e di più,vi aspetto.Non sono una chef,non ho fatto scuola,non ho tecnica,ma tanto amore che metto in ogni piatto pensando al piacere di chi lo gusterá.Mi trovate ogni mese in edicola anche sul mensile “Tutto cucina” con la rubrica “Stagioni e Tradizioni” e uno “Speciale” tutto mio e sulla mia pagina facebook che ha lo stesso nome del blog.