Brioches salate

%name Brioches salate
Meravigliose queste piccole brioches salate all’olio d’oliva,ricche nel gusto ma anche soffici e leggere.Catturano la vista e il palato queste piccole brioches salate,buone sia calde che fredde,servite da sole per un’aperitivo o,accompagnate da salumi con una birretta fresca.Prendete nota degli ingredienti e seguitemi in cucina è ora di ricominciare a mettere le mani in pasta e accendere il forno,finalmente è autunno e io sono tornata.Brioches salate all’olio d’oliva vi conquisteranno al solo profumo.

“Brioches salate”
Ingredienti per 12 piccole brioches
200 gr di farina tipo 1 macinata a pietra
50 gr di lievito madre rinfrescato
5 gr di sale rosa dell’ Himalaya
2 cucchiai da cucina di panna acida
2 uova intere
40 gr di olio extravergine d’oliva
10 gr di miele di castagno
50 gr di provolone
12 pomodori pachino secchi(fatti rinveri in acqua calda)
1 spolverata di pepe colorato
Per la glassa
1 tuorlo d’uovo
1 cucchiaio da cucina di panna acida

Procedimento
In una planetaria mettere la farina setacciata,il sale,la panna acida e iniziate a far lavorare la planetaria lentamente aggiungendo a filo l’olio extravergine d’oliva e il miele .Continuando a lavorare l’impasto lentamente unire uno alla volta le uova,il pepe e,quindi il lievito madre rinfrescato aumentando adesso la velocitá della planetaria,fare lavorare il tutto per almeno 15 minuti. Lasciare riposare l’impasto coperto in una ciotola per 1 ora.Passato il tempo riprendere l’impasto metterlo su un ripiano di lavoro,stenderlo in un rettangolo aiutandosi con le mani,arrotolare poi su se stesso formando una palla,coprire con un canovaccio pulito.Ripetere l’operazione per 2 volte ancora con un intervallo di 20 minuti tra una piega e l’altra.Nel frattempo mettere i pomodorini in una ciotola con acqua calda per farli rinvenire.Riprendere l’impasto allargarlo con le mani formando un rettangolo e a questo punto mettere sulla superficie il provolone tagliato a dadini piccoli,i pomodorini spezzettati e una spolverata abbondante di pepe,attotolare su se stesso formare una palla,ungere con poco olio una ciotola adagiare quindi in essa l’impasto coprire bene e mettere in frigorifero per 10- 12 ore.
%name Brioches salate
Passato il tempo lasciare l’impasto a temperatura ambiente per due ore,poi ungere gli stampini (12 )con poco olio aiutandovi con le dita stesse o un pennellino.
%name Brioches salate
Per avere le briochine della stessa grandezza pesare per ogni stampino 40 gr di impasto più 10 gr per la pallina piccola(il tuppo) pirlare formando la pallina,mettere nello stampino formando un foro al centro aiutandosi con il dito e lavorando la pallina più piccola formandola a punta e inserendo nel foro fatto precedendemente.
%name Brioches salate
Mettere le brioches a lievitare nel forno spento per circa 5/6 ore.
%name Brioches salate
A lievitazione avvenuta preriscaldare il forno a 200º gradi,prelevare le brioches e spennellare la superficie con la glassa.
%name Brioches salate
Far cuocere le brioches a 190º gradi per 10 minuti poi abbassare la temperatura a 170º gradi e far cuocere altri 10 minuti,controllare poi la cottura con uno stecchino di legno inserito nel cuore della brioches che dovrá risultare asciutto.
%name Brioches salate
Spegnere il forno e lasciare riposare le brioches all’interno con lo sportello aperto per 5 minuti,quindi sfornare e far raffreddare le brioches all’olio d’oliva su una gratella per poi gustarle.
%name Brioches salate

Pubblicato da Elisabetta La Cerra

Mi presento,ciao a tutti mi chiamo Elisabetta ho 50 anni,vivo in provincia di Bergamo con mio marito e due figlie,da sempre la mia grande passione é la “CUCINA” che ho sempre condiviso con amici e parenti,vi dò il benvenuto nel mio blog In cucina con le mie amiche per condividere ricette e consigli con chi come me ama spentolare dalla mattina alla sera di tutto e di più,vi aspetto.Non sono una chef,non ho fatto scuola,non ho tecnica,ma tanto amore che metto in ogni piatto pensando al piacere di chi lo gusterá.Mi trovate ogni mese in edicola anche sul mensile “Tutto cucina” con la rubrica “Stagioni e Tradizioni” e uno “Speciale” tutto mio e sulla mia pagina facebook che ha lo stesso nome del blog.