Spaghetti al nero di seppia…

Share:
Condividi

E allora… Premetto che gli spaghetti al nero di seppia non sono di quelli che ti fanno stare rilassati a tavola, soprattutto se i commensali non si trovano alla dovuta distanza, se indossate vestiti di colori chiari, cravatte delicate, se il tovagliato è candido e se cucinate gli spaghetti…

E si, perchè, vuoi o non vuoi, lo spaghetto… penzola, e più fai attenzione, più la macchia è dietro l’angolo, o meglio… sulla cravatta, sulla manica del vicino, sulla tovaglia, ecc….

E’ da premio chi riesce a non combinare “danni”… ma non mi dica che alla fine ha anche un sorriso “Durbans”… sarebbe da guinnes dei primati!

Una cosa però è certa… la bontà di questa ricetta vale tutte le “tragedie” fin qui elencate ! ;)

Quindi… rilassatevi, mettetevi a tavola con una bella tutona da lavoro… ma godetevi questa meraviglia con tutti i vostri sensi, dall’ olfatto all’udito… Che c’entra l’udito? Sentirete i mugugni di soddisfazione dei vostri commensali!

INGREDIENTI

(per 4 persone)

una bella seppia di circa 500/600 g

400 g di polpa di pomodoro

una cipolla piccola

uno spicchio d’aglio

2 cucchiai di whisky o brandy (o vino bianco)

olio evo

sale e peperoncino q.b.

prezzemolo tritato

spaghetti o tagliolini

La prima cosa di cui assicurarsi per preparare questa ricetta è che la vostra seppia contenga la sacca col suo bel nero, quindi chiedete al vostro pescivendolo di fiducia, ed eventualmente fatela estrarre proprio da lui, visto che è molto delicata e romperla prima, renderebbe difficoltosa la riuscita della ricetta.

Tenete il “nero” da parte e tagliate il resto della seppia pulita a pezzetti.

Preparate un soffritto con un trito di aglio e cipolla, e unitevi la seppia. Fate rosolare, salate e sfumate con due cucchiai di whisky o brandy (io ho utilizzato due tappi di whisky), oppure con del vino bianco.

Aggiungete la polpa di pomodoro passata velocemente al mixer, aggiustate di sale e portate a cottura.

Appena l’ebollizione è evidente, prendete delicatamente la vescichetta che contiene il “nero” (magari con un paio di guanti!), e unitela al sugo di seppia aprendola appena. Mescolate per farla sciogliere bene.

Fate cuocere ancora per qualche minuto. Spegnete e aggiungete il prezzemolo e il peperoncino.

Cuocete la pasta, scolatela per bene e conditela con parte del nero di seppia. Completate ogni piatto con un ulteriore mestolino di “nero” e altro prezzemolo tritato.

E se fasteggiate Halloween, ecco una presentazione del piatto con la quale potrete arricchire la vostra festa a tema! Potete utilizzare un peperone o un pomodoro date spazio alla vostra fantasia :)

Print Friendly
Vota questa ricetta:
Spaghetti al nero di seppia…
  • 3.00 / 55

9 pensieri su “Spaghetti al nero di seppia…

  1. AHAHA!! hai ragione! io non l’ho mai fatto perkè ho sempre pensata che fosse un po’ strano come piatto per via del colore! ma sn sicura ke sarà buonissimo! ti è venuta molto bene la composizione!da oscar! Brava Lory!!! ..e grazie ;-) ciaooo

  2. non ci crederai…ma non riesco ad assaggiare la pasta al nero di seppia! Come dice Vicky..è solo per il colore! :-) Ma so che è buonissima, ne vanno tutti matti!!! Brava!!!

  3. Buonissimi gli spaghetti al nero di seppia! Io li faccio spesso; anche il risotto faccio con il nero. Le seppie vanno fatte con il nero, altrimenti che seppie sono? Brava Lorenza, compimenti per la presentazione di questo meraviglioso piatto!

  4. Cara Lori, che risate che mi sono fatta!!
    Sei troppo forte, che battutine :-) ehehhe
    cmq…il piatto é decorato in un modo eccezzionale, anche se a mé, forse come tante.. il nero di seppia mi fá impressione!!
    ma….hai fatto un capolavoro, brava brava.
    bacioni
    Sarabella

  5. @Vicky
    Devi provare assolutamente, tra l’altro è un piatto molto raffinato… a parte le battute! ;)

    @Mila
    Prova e mi farai sapere!:)

    @Zucca capricciosa
    Ho visitato il tuo blog, bellissimo ed interessante! ;)

    @Caterina
    Non ci posso credere… una palermitana che non ha assaggiato il nero di seppia…! Prova dai! ;)

    @Alma
    Grazie Laura ;)

    @Eleme
    Grazie mille!

    @Orchidea
    Cara Sarabella, neanche tu puoi esimerti dal provare questo piatto, è troppo buono!

  6. a catania usiamo la cipollina fresca la facciamo rosolare un po’poi si aggiungono le seppie tagliate a pezzettini si fa sfumare con il vino bianco si aggiunge una cucchiaiata di concentrato si gira per amalgamare e dopo si aggiunge la sacca con il nero ed un mezzo bicchiere di acqua.sentirete che bonta’.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>