Gelato biscotto panna e nocciola glassato

Gelato biscotto panna e nocciola glassato

Il gelato biscotto mi ricordano tantissimo la mia infanzia, chi si ricorda i primi gelato biscotto industriali? Il famoso cucciolone uscito nel 1979…sapete però che il primo gelato biscotto fu inventato alla fine del ‘700 da un gelataio napoletano in un cafè parigino? Ma fu Caterina De’ Medici in realtà, a portare il gelato, molto prima, nel 1500, in Francia.

Questo gelato biscotto che vi propongo oggi è golosissimo: gusto panna e nocciola glassato con fondente e nocciole tritate e tostate!

UN TRUCCO: non spaventatevi per la meringa all’italiana, se non avete il termometro per pasticceria, c’è anche un altro modo per vedere quando lo sciroppo di zucchero è pronto, inizierà a fare delle bolle grandicelle e se ne prendete una piccola quantità con la punta di un cucchiaino e lo versate in un bicchiere di acqua fredda deve fare una pallina e non si deve sciogliere.

Gelato biscotto panna e nocciola glassato

Gelato biscotto panna e nocciola glassato

Sono anche su Facebook : Una pasticcera matta

INGREDIENTI : (PER CIRCA 4-5 BISCOTTI GELATO)

Per i biscotti:
40 gr di tuorli ( circa 2)
100 gr di zucchero a velo
150 gr di burro morbido
250 gr di farina 00
la buccia grattata di 1/2 limone
un pizzico di sale
Per la meringa all’italiana:
100 gr di zucchero
30 gr di acqua
90 gr di albumi
50 gr di zucchero
Per il gelato:
300 gr di panna per dolci montata
200 gr meringa all’italiana
100 gr Le cremose alla nocciola Bacco
60 gr di pasta di nocciola per gelato Bacco
Per la glassa al cioccolato:
200 gr di cioccolato fondente al 70 %
100 gr circa di nocciole spellate, tritate e tostate (si trovano anche già pronte)

ESECUZIONE :

1) Prima di tutto preparare il biscotto di pastafrolla: lavorare bene il burro morbido con la buccia di limone (o semi di vaniglia a vostro gusto) con lo zucchero a velo, unire i tuorli, amalgamare e infine aggiungere la farina e lavorare quel tanto che basta per amalgamare, chiudere la nostra pasta frolla nella pellicola e mettere in frigo per almeno 45 minuti, meglio 60.

2) Riprendere la pasta frolla, stenderla ad un’altezza di circa 2 mm e tagliarla a rettangoli (oppure a cerchio), praticare dei forellini decorativi e infornare per circa 12-13 minuti.

3) Per la meringa all’italiana mettere in un pentolino i 100 gr di zucchero con i 30 gr di acqua e portare a 121° (se non avete il termometro fate come ho scritto sopra), nel frattempo che lo sciroppo di zucchero arriva a temperatura montare gli albumi con i 50 gr di zucchero, quando sono ben montati versare poi lo sciroppo ( che sarà arrivato a 121° nel frattempo), continuare a montare fino a raffreddamentoe mettere la meringa nel freezer mentre si monta la panna.
4) Montare la panna e aggiungere, mescolando dal basso verso l’alto per non smontare, la meringa già raffreddata, dividere il composto in 2 parti e a una parte unire la pasta di nocciole e la crema di nocciole Bacco.
5) Mettere i due composti in due sacche da pasticcere e ricoprire il biscotto da una parte bianco e da una nocciola, mettere sopra un altro biscotto e livellare col coltello, mettere in freeezer fino a consolidamento.
6) Sciogliere ora il fondente con le nocciole, mescolare e far raffreddare un po’ il cioccolato e glassare i nostri biscotti gelato da un lato, tuffandoli velocemente nel fondente, mettere su carta forno e riporre ancora in freeezer per far rapprendere la glassa.

Gelato al pistacchio senza gelatiera cremosissimo

Gelato al pistacchio senza gelatiera cremosissimo

Non perdetevi questa ricetta, perchè questo gelato al pistacchio senza gelatiera è veramente strepitoso: cremoso, non ghiaccia, sembra un gelato acquistato in gelateria, ma più più buono, fatto con soli ingredienti naturali!

E una cosa che penso vi farà piacere sapere è che questo gelato casalingo si fa veramente 10 minuti, anzi nemmeno, è molto semplice e anche divertente da fare, magari con i vostri bambini, perchè non necessita dell’utilizzo di fornelli, si fa tutto a freddo, vi servirà solo la pasta per gelato al pistacchio Bacco,  che è una pasta fatta con solo pistacchio purissimo di Bronte e per decorare gli Spakkimi i deliziosi croccantini snack di Bacco e della panna montata.

DA SAPERE: il miele è molto importante nella ricetta perchè serve a non far gelare e granire il gelato.

Gelato al pistacchio senza gelatiera cremosissimo

Gelato al pistacchio senza gelatiera cremosissimo

Seguimi anche su Facebook e lasciami un like alla mia pagina se ti piacciono le mie ricette: QUI

INGREDIENTI PER 2-3 COPPE:

150 gr di yogurt greco intero

25 gr di miele

80 gr di zucchero

30 gr di pasta di pistacchio Bacco

180 gr di panna per dolci

Per decorare:

Croccantini al pistacchio Spakkimi Bacco

panna montata

ESECUZIONE:

1) Come ho detto sopra questo gelato al pistacchio si fa veramnete in poche semplici mosse: per prima cosa sciogliere si mescolano in una ciotola lo yogurt con lo zucchero, il miele e la pasta di pistacchio con una paletta di gomma per pasticceria.

2) Adesso si monta la panna (io la metto prima 10 minuti in freezer), usando le fruste elettriche.

3) Poi andiamo ad amalgamare la panna montata agli altri ingredienti, mescolando dal basso verso l’alto per non smontarla; mettere nel freeezer e dopo 2 ore circa mescolare il tutto e rimettere di nuovo dentro al congelatore.

4) Servire mettendo nelle coppe e decorando cn panna montata e croccantini al pistacchio Spakkimi Bacco.

Mousse al cioccolato mandorlata

Mousse al cioccolato mandorlata

Se non tutte siete come me, che accendo il forno anche con 40° in estate (si, lo ammetto, non riesco a non sfornare!), ma non volete rinunciare a un dolcino casalingo, provate la mousse al cioccolato mandorlata, una vera delizia, semplicissima da fare!

Ma perchè mousse “mandorlata”? Perchè oltre al cioccolato fondente ho utilizzato un favoloso prodotto che è una crema dolce a base di mandorle di Bacco, la nota azienda del brontese specializzata non solo nella lavorazione del pistacchio ma anche di altre squisitezze come ad esempio, “Le cremose”, quella che ho utilizzato io è Le cremose Mandorla .

Mousse al cioccolato mandorlata

Mousse al cioccolato mandorlata

seguimi anche su Facebook: Una pasticcera matta

INGREDIENTI PER 2 COPPE:

100 gr di mascarpone

60 gr di cioccolato fondente

80 gr di zucchero

150 gr di panna

80 gr di la Cremosa alle mandorle Bacco

ESECUZIONE:

1) Per prima cosa sciogliere( o al microonde o in un pentolino antiaderente) il cioccolato fondente con 50 gr di panna, mescolare con una paletta di gomma per pasticceria; aggiungere la cremosa alle mandolre e lasciare a temperatura ambiente mentre si prepara il resto degli ingredienti .

2) Lavorare il mascarpone con lo zucchero, usando le fruste elettriche (anche a mano va bene).

3) Adesso mescolare il fondente sciolto con il mascarpone e lo zucchero.

4) Montare i restanti 100 gr di panna e aggiungerli delicatamente con una paletta mescolando dal basso verso l’alto.

5) Riempire le coppe e mettere in frigo per almeno 30-45 minuti.

La nostra mousse al cioccolato mandorlata è pronta…mi raccomando…con moderazione!

Baci di dama al cioccolato e crema di pistacchi

Baci di dama al cioccolato e crema di pistacchi

Non so voi, ma a casa mia bisogna sempre finire il pranzo con qualcosa di dolce, oggi con il caffè abbiamo gustato i baci di dama al cioccolato e crema di pistacchi… troppo buoni e anche facilissimi da fare, si preparano in 20 minuti, più il tempo di raffreddamento e di accoppiatura.

La crema di pistacchi, deliziosa, di una prelibatezza unica è di Bacco, la Favolosa al pistacchio, non solo è buona per i dolci, ma anche semplicemente spalmata sul pane come una normale crema di nocciole è il massimo della goduria!

Baci di dama cioccolato e crema di pistacchi

Baci di dama cioccolato e crema di pistacchi

Se ti piacciono le mie ricette seguimi anche qui QUI

INGREDIENTI :

160 gr di farina 00 o 0

60 gr di cacao amaro

200 gr di burro

200 gr di mandorle spellate tostate e tritate (ma non a farina )

200 gr di zucchero

1 uovo intero

vaniglia (bacca o essenza pura )

sale

Crema al pistacchio Favolosa di Bacco

ESECUZIONE :

1) Lavorare il burro con lo zucchero, il sale e la vaniglia.

2) Tostare le mandorle, già spellate in una padella, scuotendola continuamente, farle raffreddare bene e poi tritarle abbastanza finemente nel mixer.

3) Ora si aggiunge la farina, il cacao e le mandorle al composto di burro e zucchero e si amalgama bene; mettere in frigo a riposare per circa 20-30 minuti.

5) Adesso riprendere l’impasto e creare della piccole palline, metterle sulla leccarda del forno ricoperta da carta per cottura ed appiattirle delicatamente con il palmo della mano.

6) Cuocere a 180° per circa 12-15 minuti.

7) Una volta raffreddati perfettamente, accoppiare i baci di dama con la Crema al pistacchio Favolosa di Bacco, mettendola in una sacca da pasticcere oppure usando un cucchiaino.

Un consiglio: se fa molto caldo mettete la Crema al pistacchio Favolosa di Bacco in frigo prima di accoppiare i biscotti.

Tagliatelle con pesto di pistacchi gamberi e pomodorini

Tagliatelle con pesto di pistacchi gamberi e pomodorini

Ieri per il 25 aprile, pranzo in giardino, ho preparato queste tagliatelle con pesto di pistacchi gamberi e pomodorini, leggere, delicate, con un prodotto di eccellenza come il pesto alla brontese Bacco, con soli pistacchi di Bronte e olio extra vergine di oliva.

Bacco è un’azienda sita a Bronte che produce non solo pesto di pistacchio, ma anche farina di pistacchi, pasta di pistacchio, e tante altre specialità e preparati per dolci e gelati.

Tagliatelle con pesto di pistacchi gamberi e pomodorini

 

Tagliatelle con pesto di pistacchi gamberi e pomodorini

Se ti piacciono le mie ricette seguimi anche su Facebook: Una pasticcera matta

INGREDIENTI PER 4 PERSONE:

200 gr di farina 0

200 gr di semola

2 uova

acqua q.b

5-6 cucchiai di pesto alla brontese Bacco

400 gr di gamberi con guscio

300 gr di pomodorini

prezzemolo

1 spicchio di aglio

1/2 bicchiere di vino bianco

Olio extra vergine di oliva

sale

pepe nero

ESECUZIONE:

1) Per prima cosa si preparano le tagliatelle: impastare le farine con le uova e acqua quanto basta, poi fare una palla a far riposare almeno 20 minuti. Tagliare le tagliatelle o a mano o con la macchinetta come ho fatto io.

2) Adesso si trita l’aglio (privarlo prima della sua anima verde che da il cattivo odore) e si soffrigge in una padella con l’olio extra vergine di oliva;  si uniscono i gamberetti, si sfuma con il vino, si alza la fiamma per qualche istante,  e si . spegne il fornello.

3) Ora si unisce nella padella il pesto alla brontese Bacco, dell’acqua calda, si sala e si aggiunge abbondante pepe nero.

4) Ora si tritano sia il prezzemolo, finemente, che i pomodorini Pachino a dadini e si uniscono al condimento.

5) Buttare le tagliatelle in acqua salata, basteranno 1, al massimo 2 minuti di cottura e saltarle nella padella con la salsa di pistacchi e gamberi, si aggiunge olio, e un po’ di acqua di cottura della pasta per fare una cremina e si serve.

Biscotti al cioccolato glassati al pistacchio

iscotti al cioccolato glassati al pistacchio

Volete offrire del thè alle vostre amiche? I biscotti al cioccolato glassati al pistacchio saranno perfetti allora!

Per questi deliziosi frollini ho utilizzato la ricetta della pastafrolla di Luca Montersino, una ricetta che utilizzo da sempre, con la quale si ottengono dei biscotti burrosi e delicati.

La ricetta l’ho ovviamente un po’ modificata in quanto, invece di mettere solo farina, ho messo una parte di cacaco amaro.

E per glassarli ho utilizzato il CiokkoBacco, una squisita preparazione a base di cioccolato bianco e pistacchio prodotta da Bacco, azienda leader nella lavorazione del pistacchio, sita a Bronte.

 

Biscotti al cioccolato glassati al pistacchio

Biscotti al cioccolato glassati al pistacchio

Biscotti al cioccolato glassati al pistacchio

INGREDIENTI : (PER 2 TEGLIE DI BISCOTTI)

220 gr di farina 00

150 gr di burro morbido

40 gr di tuorli (circa 2 medi)

100 gr di zucchero a velo

30 gr di cacao amaro

un pizzico di sale

semi di vaniglia

100 gr di CiokkoBacco

cocco rapé q.b.

ESECUZIONE :

1) Togliere il burro dal frigo un po’ prima in modo che si ammorbidisca e lavorarlo con lo zucchero a velo con le fruste, a mano o con la planetaria.

2) Adesso aggiungere i tuorli, i semi di vaniglia e il sale e amalgamare bene.

3) Setacciare la farina e il cacao e unire al composto di burro, lavorando quel tanto che basta per amalgamare il tutto.

4) Mettere la pasta frolla in frigo ben chiusa dentro la pellicola e far raffreddare per almeno 40 minuti.

5) Passato il tempo di riposo stendere la pastafrolla a cioccolato ad un’altezza di circa 2-3 mm, ritagliare dei biscotti con gli stampini dalla forma a fiore e mettere sulla leccarda coperta da carta forno.
 4) Infornare a 180° per 12 minuti circa.
 5) Far raffreddare i biscotti, fondere il CiokkoBacco e immergerli fino a meno della metà.
Distribuire sopra la farina di cocco, far raffreddare e…gustare!

Gnocchi di barbabietola al doppio burro e pistacchi

Gnocchi di barbabietola al doppio burro e pistacchi

Buoni gli gnocchi vero? Eh si, il giovedì un bel piatto di gnocchi non ce lo toglie nessuno e se sono gnocchi di barbabietola abbiamo anche un po’ di colore sulla nostra tavola.
Io però, non so voi, gli gnocchi li preferisco solitamente con un condimento semplice, adoro i classici di patata con burro e salvia perchè così sento il sapore delle patate, mentre a mio modesto avviso con il pomodoro, ad esempio verrebbe coperto.

Quindi, come avrete capito, per questi gnocchi di barbabietola ho optato per un condimento semplice ma goloso, al doppio burro con i pistacchi.

I pistacchi che ho usato sono quelli Bacco, i pistacchi della nostra Sicilia, i pistacchi di Bronte!

LA MIA PAGINA FACEBOOK: QUI 

Gnocchi di barbabietola al doppio burro e pistacchi

Gnocchi di barbabietola al doppio burro e pistacchi

INGREDIENTI PER 4 PERSONE:

600 gr di patate

80 gr di barbabietola già cotta

1 tuorlo

60 gr di pistacchi Bacco

100 gr di burro di ottima qualità (io scelgo quello bavarese )

semi di papavero q.b.

sale

ESECUZIONE:

1) Per prima cosa lessare le patate con la buccia, poi, una volta cotte, sbucciarle  e passarle allo schiacciapatate.

2) Scolare le barbabietole e frullarle nel mixer, fino a ridurle ad una crema.

3) Mescolare la purea di barbabietola alle patate ancora calde, unire la farina, il tuorlo e fare dei cordoncini come per gli gnocchi classici, tagliarli poi a tocchetti, passarli sul rigagnocchi e disporli su una spianatoia di legno o su un canovaccio pulito infarinato con semola di grano duro.

4) Per la salsa al doppio burro e pistacchi: tritare grossolanamente i pistacchi e tostarli in una padellino. Sciogliere metà del burro in una casseruola, unire i pistacchi e spegnere il fornello. In una ciotola mettere l’altra parte di burro a tocchetti e unire 2-3 cucchiai di acqua calda (operazione da fare mentre gli gnocchi cuociono), rimestare bene con un mestolo.

5) Gettare gli gnocchi in acqua salata, scolarli appena vengono a galla e saltarli delicatamente nella casseruola con il burro fuso, spegnere il fornello e unire il burro della ciotola; servire con semi di papavero a piacere.

Ricetta meringhe al pistacchio

Ricetta meringhe al pistacchio

E’ vero…sono golosa…anzi TROPPO golosa! E in famiglia nemmeno mio marito scherza in quanto a golosità, mi chiede sempre, finita la cena, se c’è qualcosa di dolce per chiudere…

Ieri pomeriggio ho preparato queste belle meringhe al pistacchio, e devo dire che il golosone ha apprezzato moltissimo!

Ah proposito lo sapevate che Bacco produce una squisita Pasta pura al pistacchio per gelato e dolci  favolosa per aromatizzare qualsiasi prodotto dolciario?

Vi spiegherò passo passo la ricetta base e i segreti per ottenere queste meringhe, vere leccornie al pistacchio.

Vi lascio anche una ricetta di frollini con soli albumi QUI

TRUCCHI PER UNA MERINGA PERFETTA:

-Il recipiente dove si sbattono gli albumi deve essere ben pulito senza tracce di grasso, sennò non monteranno.

– Non unire del sale, perchè ridurrà il volume della nostra meringa

– Usare albumi a temperatura ambiente e non freddi

Ricetta meringhe al pistacchio

 Ricetta meringhe al pistacchio

SEGUIMI ANCHE SU FACEBOOK : QUI

INGREDIENTI :

90 gr di albumi

90 gr di zucchero semolato

90 gr di zucchero  a velo

1 cucchiaio di Pasta pura al pistacchio per gelato e dolci 

ESECUZIONE :

Prima di cominciare va fatta una precisazione importante : gli albumi devono essere rigorosamente a temperatura ambiente per una buona riuscita delle meringhe, conviene quindi tirarli fuori dal frigo qualche ora prima dell’uso.

1) Detto ciò, iniziamo a montare gli albumi con le fruste , a metà della montata unire meno  della metà dello zucchero semolato, continuare a montare, unire gradualmente tutto lo zucchero semolato fino a quando la meringa non si presenta lucida e stabile.

2) A questo punto si unisce lo zucchero a velo a mano, con una paletta, la cosiddetta “marisa”, con movimenti dal basso verso l’alto e si unisce anche la pasta di pistacchio Bacco (io l’ho lasciata volutamente con effetto “venato”).

3) Mettiamo poi il composto in un sac à poche con beccuccio dentellato e creiamo le nostre meringhe nelle forme volute (si possono fare spirali o nidi o la forma che si vuole).

4) Infornare a 80° per circa 3 ore, (si può alzare anche la temperatura riducendo i tempi ma in questo caso le meringhe non saranno bianche e assumeranno un aspetto screpolato in superficie).

 

Torta pistacchio e semi di papavero glassata al cioccolato

Adoro il pistacchio, che sia la pasta, o la farina da usare per i dolci o la granella, che io amo mettere anche nei primi piatti.
In questa torta pistacchio e semi di papavero, appunto ho messo anche un’altra cosa che mi piace particolarmente e che viene molto usata nei paesi dell’est come Croazia e Polonia, ad esempio, in quest’ultima nazione si fa una torta a base proprio di questi semi, semi di papavero.
E per dare un tocco di golosità finale, una bella glassa al cioccolato bianco ci sta, che cosa ne dite?
Naturalmente la farina di piastacchio usata proviene da solo pistacchio italiano al 100%, quello brontese dell’azienda Bacco, che produce non solo farina, ma anche pasta di pistacchio, cioccolato e mille altre squisitezze, visitate il loro sito per info : Bacco
UN TRUCCO IN PIU’ :
Nella ricetta leggerete 2 pizzichi di sale e vi chiederete perchè due, in un dolce, giusto? Ebbene questo serve a dar maggior risalto al naturale gusto del pistacchio, trucco del pasticcere!

Torta pistacchio e semi di papavero glassata al cioccolato

Torta pistacchio e semi di papavero glassata al cioccolato

Torta pistacchio e semi di papavero glassata al cioccolato

Torta pistacchio e semi di papavero glassata al cioccolato

SEGUIMI ANCHE SU FACEBOOK : UNA PASTICCERA MATTA

INGREDIENTI :

4 uova

200 gr di zucchero

150 gr di olio di mais

50 gr di farina di pistacchio Bacco

1 cucchiaio di pasta di pistacchio Bacco

50 gr di semi di papavero

il succo di 1/2 limone

200 gr di farina 0

1 bustina di lievito

2 pizzichi di sale

Per decorare :

80 gr di cioccolato bianco

granella di pistacchi

ESECUZIONE :

1) Per prima cosa bisogna mettere a bagno i semi di papavero per 1 ora, in acqua bollente, passato questo lasso di tempo si scolano bene e si tritano nel mixer (in alternativa nel mortaio).

2) Montare poi le uova con lo zucchero, devono diventare chiare ed a spuma.

3) Aggiungere poi l’olio, mescolare e unire i semi di papavero e il succo del limone, rimestare bene con le fruste.

4) Unire ora la farina di pistacchio Bacco, la farina, il lievito, il sale e mescolare con le fruste elettriche.

5) Imburrare e infarinare uno stampo, versare l’impasto e infornare per circa 40 minuti a 180°.

5) Sciogliere il cioccolato fondente in un pentolino (meglio antiaderente) a fiamma bassissima, mescolando con una spatola.

5) Una volta che la ciambella si è raffreddata, toglierla delicatamente dallo stampo, glassare con il cioccolato, e decorare con la granella di pistacchi.