Feijoa Sellowiana , Giardinaggio

Ecco un’altra lezione di giardinaggio: Feijoa sellowiana che pianta è? Come ha fatto ad arrivare nel mio giardino? Beh! verso la fine di giugno ci è morta una Camelia e così, siccome non ci piaceva vedere quel vuoto nel nostro giardino, abbiamo deciso di sostituirla. Dal Fiorista/Vivaista c’era altre Camelie ma poi abbiamo visto i fiori di questa pianta e ce ne siamo innamorati. Portandola a casa abbiamo scoperto che fa anche i frutti. Vedremo!

feijoa sellowiana giardinaggio fata antonella

(foto collegata al sito Agraria.org)

Adesso parliamo della pianta, Feijoa o Acca Sellowiana, le nozioni che trovate qui sono un mix fra vari siti (Giardinaggio, GirlPower, Agraria)

Generalità

Arbusto sempreverde che appartiene alla famiglia delle Myrtaceae. E’ originario dell’America meridionale, coltivato in Africa, in Australia e per quanto riguarda l’Italia in Sicilia, Toscana, Liguria e Calabria. Ha portamento arrotondato e ramificato, con crescita abbastanza lenta; la corteccia è liscia, di colore grigio chiaro, i nuovi germogli sono leggermente pubescenti.

Le foglie scure, lucide, spesse, ellittiche, opposte, sono lunghe circa 5 cm. La pagina inferiore è feltrosa. Con le foglie essiccate è possibile fare infusi.

feijoa sellowiana giardinaggio fata antonella(foto collegata al sito GirlPower)

I fiori, medio-piccoli, spesso raccolti a gruppi sono numerosi, di colore bianco rosacei, hanno numerosi stami rosso violetti molto vistosi. I petali dei fiori possono essere utilizzati per insalate, dato che sono robusti, croccanti e dolci; o fatti sciogliere sulla lingua.

feijoa sellowiana giardinaggio fata antonella(foto collegata a Wikipedia)

I frutti di Feijoa Sellowiana, hanno scorza verde, polpa bianca traslucida o giallastra, gelatinosa e con numerosi piccoli durissimi semi, sono grandi come prugne, ovali o piriformi, sono commestibili. I frutti sono estremamente profumati, anche se non dolcissimi, il sapore della polpa, morbida, è stato giudicato a metà tra l’ananas e la fragola.
La maturazione del frutto avviene (in funzione alla stagione meteorologica) nei mesi di settembre e ottobre. Quando raggiungono la maturazione, i frutti si staccano spontaneamente dall’albero e cadono, questo è la maniera comune per procedere alla raccolta, dato che la buccia è robusta; si sbucciano con un coltello, o si estrae la polpa con un cucchiaino dal frutto aperto a metà, e si consumano freschi. I frutti raccolti hanno una breve durata, come per le banane di 5 /6 giorni se conservati in luogo fresco.

La raccolta al suolo è indicata soprattutto per la preparazione a breve termine di una confettura, adoperando come addensante la polpa di alcune mele, possibilmente acerbe.
La raccolta dall’albero permette di avere frutta di durata leggermente maggiore, ma occorre raccogliere frutti maturi, cioè che si stacchino agevolmente dai rami; per il resto solo un leggero rammollimento della polpa ed un leggerissimo schiarimento di colore della buccia, sono i non facili segnali della avvenuta maturazione.

 

Tecnica colturale
La distanza delle piante lungo la fila deve essere di 4-5 metri.
Essendo una pianta longeva, la Feijoa necessita di una potatura di formazione e di produzione. Molto idonea e’ la forma a globo, con un tronco unico da cui si dipartono, a 50-60 cm da terra, 3-5 branche; altra forma e’ quella a cono. Nei primi anni gli interventi di potatura sono minimi, in quanto si deve completare la struttura della pianta; l’unica potatura da fare è eliminare i rami secchi o danneggiati e sfoltire la vegetazione interna per agevolare la produzione.

Esposizione

Può essere esposta in pieno sole, ma in questo caso necessita di essere ombreggiata nei mesi più caldi dell’anno; generalmente si pone a dimora a mezz’ombra. Può sopportare temperature vicine ai -10°C, anche inferiori per brevi periodi; in genere resiste senza problemi ai venti, anche salmastri.

Annaffiature

Annaffiare regolarmente, soprattutto durante la fioritura, lasciando asciugare bene il terreno tra un’annaffiatura e l’altra; sopporta abbastanza bene la siccità, anche se carenze idriche troppo prolungate possono causare la caduta dei fiori e dei frutti. Da marzo a ottobre fornire del concime universale mescolato all’acqua delle annaffiature, ogni 30-40 giorni.

Parassiti e malattie

In genere è una pianta resistente ai parassiti e alle malattie, ma talvolta può essere colpita dalla cocciniglia degli agrumi. Altri parassiti che la potrebbero attaccare sono: la mosca mediterranea  ed alcuni crisomelidi. Mentre le malattie che la potrebbero attaccare sono i  marciumi radicali e la maculatura delle foglie.

 

Ed ecco la mia piantina feijoa sellowiana giardinaggio fata antonella

 

Print Friendly, PDF & Email
Precedente Pizza alle cipolle, ricetta per microonde Successivo Cipolla al forno, ricetta di Daniela

Un commento su “Feijoa Sellowiana , Giardinaggio

  1. cristina il said:

    Anche se e’ una seccatura dover pelare i frutti perche’ sono piccoli, ti consiglio la marmellata: e’ buonissima e molto particolare.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.