Tagliatelle ai mirtilli

Tagliatelle ai mirtilli

Quando arriva la domenica, arriva la voglia di mettere le mani in pasta, infatti per il pranzo domenicale spesso prepariamo la pasta fatta in casa.

Da buoni pugliesi, le orecchiette sono il grande classico, insieme a fricelli e cavatelli, ma ci piace anche sperimentare e così, questa volta alla nostra classica pasta fatta in casa, preparata con acqua, semola e olio, abbiamo aggiunto un estratto di mirtilli che ha conferito alla pasta un sapore ottimo, ma anche un colore stupefacente.

I mirtilli, frutti tipici del sottobosco, sono ricchi di vitamine e proprietà benefiche e dovremmo farli entrare di diritto nella nostra dieta, ma spesso li releghiamo alla colazione o li utilizziamo in qualche dolce, come farcitura o come guarnizione; in realtà, sono ottimi anche nei piatti salati…come questa pasta che davvero vi stupirà!

Tagliatelle ai mirtilli
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di riposo30 Minuti
  • Porzioni4 persone
  • CucinaItaliana

Ingredienti per le Tagliatelle ai mirtilli

  • 300 gsemola rimacinata di grano duro
  • 80 gmirtilli
  • 1 cucchiaioolio extravergine d’oliva
  • 200 mlacqua (circa)

Preparazione delle Tagliatelle ai mirtilli

  1. Per preparare le Tagliatelle ai mirtilli, prima di tutto, pulite e lavate delicatamente i mirtilli, con acqua corrente.

    Trasferite i mirtilli in una padella, insieme ad un cucchiaio di acqua e fate cuocere fino a quando risulteranno morbidi (serviranno circa 4-5 minuti).

  2. Trasferite i mirtilli in un frullatore e riduceteli in purea, poi filtrateli con l’aiuto di un colino per rimuovere gli scarti ed ottenere un estratto.

    Scaldate l’acqua.

    Su una spianatoia, setacciate la farina.

    Se non avete dimestichezza con gli impasti e avete paura di non riuscire a gestirlo bene, potete mettere la farina in una boule.

    Formate un buco al centro della fontana di farina, versate l’olio e l’estratto di mirtillo e copriteli con un po’ di farina.

  3. Iniziate ad aggiungere l’acqua a filo, iniziando ad impastare con i rebbi di una forchetta o con i polpastrelli.

    Continuate ad aggiungere acqua e ad impastare, fino ad ottenere un impasto liscio, omogeneo ed elastico.

    La quantità di acqua necessaria può variare in base al tipo di farina ed in base alle condizioni atmosferiche, quindi aggiungetela poco per volta.

  4. Quando l’impasto sarà pronto, avvolgetelo in un canovaccio e lasciatelo riposare per 30 minuti.

    Trascorso questo tempo, dividete l’impasto in 3-4 parti.

    Occupatevi di una parte per volta, lasciando le altre coperte dal canovaccio.

    Sul piano di lavoro infarinato, stendete l’impasto col mattarello fino ad ottenere una sfoglia di 2-3 mm.

    Potete utilizzare anche una macchina sfogliatrice per ottimizzare i tempi.

    Quando la sfoglia sarà stesa, infarinatela leggermente ed arrotolatela su se stessa.

    Tagliate la sfoglia arrotolata in strisce da 8 mm di spessore.

    Aprite i rotolini ottenuti e disponeteli su un vassoio leggermente infarinato.

    Procedete così con tutto l’impasto.

    Quando le tagliatelle saranno pronte, cuocetele in acqua salata per 4-5 minuti e poi conditele a piacere.

  5. Se non cuocete subito le tagliatelle, copritele con un canovaccio e poi cuocetele per qualche minuto in più, in base al tempo di riposo.

  6. Tagliatelle ai mirtilli

Questa ricetta contiene link di affiliazione

5,0 / 5
Grazie per aver votato!