Stufato di cervo al vino rosso

Il cervo è un carne selvatica e come tutte le carni selvatiche necessita di una marinatura in preparazione alla cottura, che dovrà essere lunga e a fiamma dolce. La preparazione è molto simile a quello dello spezzatino di cinghiale che ho pubblicato qualche settimana fa, in questo caso ho però utilizzato una maggiore quantità di farina per creare una salsa più densa in modo da condire anche un bella porzione di polenta, che col cervo si sposa a meraviglia. Lasciatevi stupire da questo stufato di cervo, un piatto semplicemente sorprendente!

stufato di cervo
  • CostoCostoso
  • Tempo di preparazione1 Giorno
  • Tempo di cottura3 Ore
  • Porzioni2
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 500 gcervo
  • 2carote
  • 1cipolla rossa
  • 2 costesedano
  • 2 ramettirosmarino
  • 3 fogliealloro
  • sale
  • pepe
  • farina 00
  • vino rosso
  • ginepro

Preparazione

  1. marinatura cervo

    Iniziamo subito con la marinatura della carne, per cui serviranno almeno 12 ore, ma ancora meglio sarebbe una giornata intera.

    In una ciotola inseriamo lo spezzatino di cervo insieme a una carota a pezzi, una costa di sedano, una cipolla rossa tagliata a metà, rosmarino, alloro, sale, pepe e 2/3 bacche di ginepro. Copriamo quindi il tutto con il vino rosso e mettiamo a riposare nel frigorifero avvolto da carta pellicola

  2. rosolatura cervo

    Scoliamo quindi bene il nostro cervo e teniamo da parte il liquido della marinatura, rimuovendo invece le verdure.

    Prendiamo delle nuove verdura (mezza cippolla rossa, mezza carota e una cost di sedano) e facciamo un trito grossolano che faremo scaldare in una pentola con un cucchiaio di olio EVO e una noce di burro. Infariniamo uniformemente i nostri bocconcini di cervo e facciamoli rosolare a fiamma vivace per 4/5 minuti, girando frequentemente.

  3. stufato di cervo in cottura

    Sfumiamo quindi il tutto con un bicchiere di vino rosso nuovo, e quando l’aroma alcoolico di quest’ultimo sarà evaporato aggiungiamo anche tutto il liquido della marinatura. Abbassiamo la fiamma al minimo e facciamo cuocere il nostro stufato di cervo per circa 3 ore.

    Ricordiamo di girare frequentemente lo stufato e aggiungere del brodo o dell’acqua calda in caso di bisogno.

  4. Trascorse circa 3 ore assicuriamoci che il nostro stufato di cervo sia equilibrato di sale e di pepe, ed eventualmente aggiungiamone. Portiamo a termine la cottura fino a che la salsa non si sarà addensata abbastanza da poter fungere anche da condimento per la polenta che prepareremo a parte.

  5. stufato di cervo

    Il nostro stufato di cervo è cotto per essere portato in tavola! In questo caso, oltre alla polenta già citata, ho servito il tutto anche con delle ottime cipolle rosse caramellate!

    Buon Appetito!

4,3 / 5
Grazie per aver votato!