IMPASTO per PIZZA con FARINA INTEGRALE e SEMOLA

Impasto per PIZZA con farina INTEGRALE con semola rimacinata di grano duro: un impasto base per ottenere pizze morbide utilizzando farine poco raffinate e di buona qualità. Si tratta di un impasto realizzato con farina integrale che si trova ovunque in commercio, smezzata con farina di tipo 1 e semola rimacinata di grano duro (quella per la pasta fresca all’uovo). La ricetta prevede l’utilizzo di pochissimo lievito di birra fresco che può essere sostituito con quello secco o anche lievito madre disidratato o fresco, allungando ulteriormente i tempi di lievitazione.


La quantità di lievito di birra negli impasti è inversamente proporzionale ai tempi di lievitazione: significa che meno lievito si utilizza più lunga sarà la lievitazione o la maturazione, se preferite tenerlo inizialmente in frigorifero. Inoltre, la pizza risulterà molto più digeribile, soffice, facile da stendere e da lavorare ma non solo, eviterete quell’effetto “pancia gonfia” che tipicamente avvertite quando la pizza contiene molto lievito e, sopratutto l’effetto “sete infinita” che porta a bere litri di acqua durante le ore successive. Anche l‘idratazione dell’impasto è importante ai fini di una perfetta riuscita di una pizza con farina integrale: infatti, la farina integrale tende ad assorbire più acqua rispetto ad una farina più raffinata.


In genere, quello che consiglio di fare con qualunque impasto per pizze, è di formare i panetti dopo una prima lievitazione: questo, ovviamente, se intendete preparare più di una pizza. Panetti da 200-250 grammi per le pizze “da piatto” oppure panetti più grandi se vorrete cuocerle in teglia. Dipende dal quantitativo di impasto che preparerete e dal modo in cui vorrete cuocerle: se in teglia, se in un fornetto per pizze, se in stampi per pizze rotondi. Dopo averlo preparato, è opportuno capire se è lievitato correttamente: sarà raddoppiato o triplicato di volume e noterete delle bollicine in superficie. Il consiglio è sempre quello di farlo lievitare in un luogo lontano da correnti d’aria, con una temperatura mite.


Per la cottura della pizza nel forno di casa trovate tanti consigli utilissimi in questo articolo. Ora non vi resta che leggere la ricetta, fatemi sapere se la proverete. Alla prossima, Ivana. ISCRIVITI GRATIS ALLE NOTIFICHE, clicca su ATTIVA per ricevere GRATIS la NUOVA RICETTA sul tuo telefono o PC.



  • DifficoltàMolto facile
  • CostoBasso
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Porzioni6 Pizze
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 600 gfarina tipo 1
  • 250 gfarina integrale
  • 150 gsemola rimacinata di grano duro
  • 550 mlAcqua
  • 5 gLievito di birra fresco
  • 2 cucchiainiSale fino
  • 1 pizzicoZucchero
  • 2 cucchiaiOlio di oliva

Preparazione

  1. Come Fare la Pizza con Farina Integrale Potete impastare sia a mano che con la planetaria. Nella ciotola mettete le tre farine miscelandole.

  2. Sciogliete il lievito in metà dell’acqua a temperatura ambiente, aggiungendo un pizzico di zucchero. Aggiungete l’acqua alla farina e iniziate ad impastare, a mano oppure con il gancio.

  3. Unite l’olio e la restante acqua poco alla volta, sempre impastando. Se l’impasto dovesse assorbire troppo l’acqua, aggiungetene altra ma pochissima alla volta. Infine, aggiungete il sale e impastate per una decina di minuti fino a che non otterrete un impasto morbido e non appiccicoso.

  4. Formate un panetto e mettetelo a lievitare in una ciotola leggermente infarinata e coperta da pellicola. Fate lievitare in un luogo asciutto e lontano da correnti d’aria: l’ideale sarebbe nel forno con luce accesa (che crea un ambiente di circa 28° e favorisce una lievitazione più veloce) oppure spenta.

  5. L’impasto dovrà raddoppiare di volume quindi impiegherà almeno 4 ore, a seconda dell’ambiente. Come Fare i Panetti per Pizza

  6. Riprendete l’impasto e rovesciatelo sul piano di lavoro leggermente infarinato. Con un tocco dividete l’impasto in pezzetti di uguale peso. Ogni panetto per pizza a piatto dovrà essere di circa 250 grammi, anche meno se la cuocerete nel fornetto per pizze.

  7. A questo punto formate i panetti roteando l’impasto su se stesso, portando le estremità verso il centro. Guardate il video per capire come fare.

  8. Mettete i panetti su un piano in legno spolverizzato con farina oppure in un contenitore di plastica con coperchio o pellicola, spolverizzandoli con farina in modo da non attaccarsi eccessivamente. Fate lievitare ancora un’ora, fino al raddoppio.

  9. Dopo la seconda lievitazione potete stendere i panetti negli stampi che preferite oppure, se li farete più grandi, direttamente in teglia. Meglio non ungere il fondo degli stampi: il fondo della pizza risulterà troppo croccante e “unto” ma questo dipende dai vostri gusti.

  10. Condite le pizze poco prima di infornarle: i formaggi (mozzarella, scamorza, provola..) sarebbe opportuno aggiungerli a cottura quasi ultimata. Per la cottura leggete questo articolo!

Come Conservare l’Impasto per Pizza con Farina Integrale

Se avanza l’impasto o semplicemente volete prepararlo con largo anticipo, il giorno prima, potete farlo maturare in frigorifero dopodiché lasciarlo a temperatura ambiente un’ora e procedere con i panetti. Potete anche congelarlo subito dopo aver fatto i panetti: basterà scongelarli a temperatura ambiente e attendere che lievitino. SEGUIMI SU FACEBOOK 🙂 CLICCA MI PIACE

4,4 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.