Pappardelle al sugo di coniglio in salmì

Le pappardelle al sugo di coniglio in salmì e un’ ottima ricetta invernale tipica della pianura. Negli anni passati, quando la caccia era uno sport molto diffuso, questo sugo era realizzato con le lepri che abbondavano, ora che la caccia non è più praticata e le lepri non si trovano più è utilizzato il coniglio; in particolare sono utilizzate le parti meno pregiate come la testa, il fegato e la metà anteriore. Le pappardelle al sugo di coniglio in salmì è comunque un piatto poco gradito ai bambini per il colore scuro che prende dopo la marinatura nel vino nero e il sapore intenso delle spezie. Venite in cucina a prepararla con me!

  • Difficoltà:
    Media
  • Preparazione:
    30 minuti
  • Cottura:
    50 minuti
  • Porzioni:
    6 persone
  • Costo:
    Medio

Ingredienti

  • Metà coniglio anteriore compresa testa e fegato
  • 1 carota
  • 1 costa di sedano
  • 1 cipolla
  • 1 pezzetto di cannella
  • 4/5 chiodi di garofano
  • 4/5 bacche di ginepro
  • 2 foglie di alloro
  • 1 litro di vino nero corposo meglio la barbera
  • 50 g di pancetta dolce
  • q.b. sale e pepep
  • q.b. olio evo

ingredienti per fare le pappardelle

  • 500 g di farina bianca 00
  • 500 g di farina di grano duro
  • 10 uova
  • 1 cucchiaio di olio evo
  • 1 pizzico di sale fino

Preparazione

  1. Pulire le verdure e tagliarle a pezzi. Lavare il coniglio.

    Mettere le verdure e i pezzi del coniglio in una terrina con le spezie e le foglie di alloro coprirlo con il vino e lasciarlo marinare per circa 5/6 giorni in un luogo fresco o nella parte bassa del frigorifero.

    Passati i giorni della marinatura, tagliare a dadini la pancetta e farla rosolare in olio evo, aggiungere i pezzi di coniglio rosolarli brevemente, aggiungere le verdure e portare a cottura aggiungendo tutto il vino della marinatura, serviranno circa 50 minuti

    Poco prima del termine della cottura dissodare il coniglio e passare il tutto con il mixer in modo di ottenere una bella crema aggiustare di sale e pepe.

    Nel frattempo cuocere in abbondante acqua salata le tagliatelle, scolarle a metà cottura, farle saltare con il sugo servire con abbondante formaggio grattugiato.

Pappardelle

  1. Setacciare le due farine, versarle a fontana sulla spianatoia unire le uova l’olio il sale e impastare fino ad ottenere un impasto compatto ma morbido, farla riposare per circa 30 minuti.

    Tirare la sfoglia nello spessore desiderato e tagliare le tagliatelle.

    Stendere le pappardelle in un luogo caldo e asciutto a farle asciugare, una volta asciutte e belle secche si conservano per un mese.

    P.s. per tirare la sfoglia io uso nonna papera

    Con questi dosi di farina faccio le pappardelle per 3 volte.

Note

Se la ricetta delle pappardelle al sugo di coniglio in salmì vi è piaciuta potete seguire Stegnat de Polenta anche su Facebook

Per tornare alla home qui.

Precedente Insalata di ceci con uova strapazzate per Quanti Modi di Fare e Rifare Successivo Plumcake al pesto di pomodori secchi e pinoli

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.