Riso

Riguardo al riso c’è una lunga storia da raccontarvi perchè nel mercato ce ne sono quanto pare una cinquantina di varietà divise in Italia in 4 categorie: comune, semifino,fino,super fino e questo sta a indicare il tipo di riso per cotture e particolari preparazioni per la loro buona riuscita.

Infatti queste varietà non fanno un eccezione sul prezzo o sulla qualità ma sulle dimensioni del chicco.

il riso comune è tondo ottimo per minestre in brodo
il super fino: ha chicchi lunghi e grossi anche esso ottimo per minestre in brodo.
semifino :tondeggiante e di media larghezza ottimo per risi bolliti e insalate

A questa suddivisione corrisponde anche gradazione di durezza, e qui tempi di cottura

Per il resto è una questione di usi e di gusti.
Parlando di qualità esistono tipi definiti PARBOILD  che grazie a una speciale preparazione resistono e non scuociono.
Per finire ultimo arrivo sulle nostre tavole il riso integrale contenente molti principi nutritivi.molto saporito, va bene per minestre in brodo di verdure, insalate, ma non si puo usare in ricette che richiedono la loro mantecatura in quanto non si sfarina e non da quella densita che lega gli ingredienti durante la preparazione.

Il riso prima della cottura non va mai lavato, per non primarlo dell amido segredo per ottimi risotti mantecati con burro e formaggio.Ma se comprato sfuso va comunque controllato, per eliminare impurita e corpi estranei.

I tempi di cottura.

Variano da 10-12 minuti per un riso comune,
15-18 per un super fino o parboiled
ai 40 di un riso integrale…

(Visited 91 times, 1 visits today)

Pubblicato da Sonia Lunghetti

Una mamma ai fornelli

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.