Crea sito

Involtini primavera ai pomodori secchi

La ricetta degli involtini primavera ai pomodori secchi non è proprio quella originale dove tra gli ingredienti compare il cavolo cinese, funghi shiitake e altri ingredienti tipici.

Diciamo che ho italianizzato la preparazione usando il cavolo cappuccio che certamente è più facile da reperire e soprattutto ho voluto dare un tocco mediterraneo con i pomodori secchi lasciando tuttavia un tocco esotico grazie alla salsa e ai germogli di soia.

Che dire….ottimi veramente.

Per quanto riguarda l’involucro non ho avuto il coraggio di cimentarmi nella sua preparazione homemade avendo scovato, invece, al supermercato delle cialde di riso vendute proprio per la preparazione degli involtini primavera.

Il procedimento per preparare gli involtini primavera ai pomodori secchi richiede un minimo di manualità per la chiusura degli stessi, ma con un po’ di pazienza si riesce ad ottenere un involtino che fa concorrenza a quello di un ristorante cinese.

Involtini primavera ai pomodori secchi
  • Preparazione: 30 Minuti
  • Cottura: 10 Minuti
  • Difficoltà: Medio
  • Porzioni: 12 involtini
  • Costo: Basso

Ingredienti

  • Cialde di riso per involtini 24
  • Carote 150 g
  • Cipolla 1
  • Cavolo cappuccio 250 g
  • Pomodori secchi 5
  • Germogli di soia 4 cucchiai
  • Sale
  • Olio extravergine d'oliva 2 cucchiai
  • Salsa di soia
  • Olio di arachide per friggere

Preparazione

  1. Involtini primavera ai pomodori secchi

    Mettere a bagno i pomodori secchi in una ciotolina con dell’acqua e aceto per almeno mezz’ora.

    Sbucciare la cipolla e tagliarla molto finemente.

    Soffriggerla con due cucchiai di olio extravergine di oliva in una padella o in un wok.

    Aggiungere le carote sbucciate e tagliate a julienne e il cavolo cappuccio tagliato a striscioline sottili.

    Saltare a fiamma vivace per alcuni minuti facendo cuocere le verdure ma lasciandole croccanti.

    Unire anche i pomodori secchi sgocciolati e tagliati a pezzetti, i germogli di soia e due cucchiai di salsa di soia.

    Mescolare bene aggiustare di sale e tenere da parte.

    Sul piano di lavoro disporre i dischi di riso per involtini spennellarli con acqua e attendere che si ammorbidiscano a sufficienza.

    Sovrapporre due dischi, disporre al centro il ripieno e piegare i quattro lembi del cerchio verso l’interno ottenendo così un quadrato.

    Arrotolare il quadrato di riso ripieno dando la forma di un cilindro e facendo attenzione a non far fuoriuscire il ripieno.

    Premere leggermente l’involtino per far aderire bene la cialda di riso.

    Proseguire con le restanti cialde e ripieno fino ad esaurimento degli ingredienti.

    In una padella dal bordo alto  scaldare abbondante olio di semi di arachide e quando raggiunge una temperatura di 160-180 gradi friggere gli involtini, pochi per volta, finché non diventano dorati e croccanti.

    Servire gli involtini primavera ai pomodori secchi ancora caldi con della salsa di soia in cui intingerli.

    Per non perdere le prossime ricette seguimi su Facebook oppure su Instagram.

Qualche consiglio

Potete personalizzare il ripieno a vostro piacimento aggiungendo per esempio dei funghi o del pollo grigliato e insaporito assieme alle verdure.

Gli involtini primavera vanno consumati sul momento e ne sconsiglio la conservazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.