Come conservare il basilico 3 idee e consigli

Come conservare il basilico 3 idee e consigli – Ah, il basilico! Profumo d’estate, profumo di pesto, di caprese e di piatti freschi e deliziosi! Nella stagione calda non è difficile curare e far crescere rigogliosa una piantina sul balcone, per averlo sempre a portata di mano in cucina! Ma quando le temperature scendono e si va incontro alla stagione invernale solitamente la pianta smette di crescere e spesso secca.

Come possiamo fare allora per conservare le nostre bellissime e profumatissime foglie di basilico, in modo da averlo a disposizione tutto l’anno?!

Oggi vi do 3 idee e consigli su COME CONSERVARE IL BASILICO!

Come conservare il basilico 3 idee e consigli

Se voi avete altre idee o metodi condivideteli pure con me, aspetto i vostri commenti!!! 😀

TI PIACE QUESTO ARTICOLO? NON PERDERNE NEMMENO UNO, seguimi su Facebook e ISCRIVITI AL MIO BLOG, è gratis! ^_^

N.B. CONTROLLA LA TUA CASELLA DI POSTA E CONFERMA L’ISCRIZIONE!

Come conservare il basilico 3 idee e consigli, congelare foglie di basilico, essiccare il basilico, polvere di basilico.

1° METODO: OLIO E BASSE TEMPRERATURE

Un’idea semplice e molto pratica per conservare anche il BASILICO; In questo modo avremo dei cubetti  sempre pronte all’uso come questi:

conservare le erbe aromatiche

Vi avevo già parlato di questo metodo nel mio articolo Come conservare le erbe aromatiche  (click sulla foto per andare a leggere l’articolo!).

2° METODO: CONGELARE DIRETTAMENTE LE FOGLIE DI BASILICO.

Questo metodo lo uso spessissimo anche con il prezzemolo (in questo caso lo lavo, lo lascio asciugare e poi lo trito). E’ sufficiente lavare bene tutte le foglie di basilico, delicatamente per non rovinarle, poi fatele asciugare e mettetele in un sacchetto adatto ai surgelati, senza pressarle o schiacciarle: mettete a congelare. In questo modo la foglia mantiene il suo colore e profumo per diversi mesi.

3° METODO: BASILICO ESSICCATO E TRITATO ANCHE SENZA ESSICCATORE

In questo modo otterrete in pratica il basilico in polvere, simile a quello che trovate in commercio nei famosi vasettini di vetro.

Per conservare il basilico in questo modo dovete prima farlo essiccare:

*potete procedere con un essiccatore (se l’avete)

*oppure in forno: dopo aver lavato ed asciugato le foglie di basilico, sempre delicatamente, ponetele su una teglia coperta con carta forno e mettete in forno ventilato a 50 gradi circa per almeno un ora – ma poi vi renderete conto da sole del tempo necessario. Le foglie dovranno essere completamente secche.

 *Altro metodo semplicissimo, ma un po’ più lungo: raccogliete i rametti di basilico, lavateli delicatamente ed togliete l’acqua in eccesso (io ho utilizzato la centrifuga per l’insalata). Mettete ad essiccare all’aria aperta, non alla luce diretta del sole, in modo che l’aria possa agevolmente passare tra le foglie di basilico. Potete fare dei mazzetti, legarli con uno spago ed appenderli. Ci vorranno però diversi giorni.

BASILICO ESSICCATO SENZA ESSICCATORE

Dopo aver raggiunto l’essiccazione possiamo tritare le foglie di basilico con un tritatutto o un frullatore, in modo da ridurlo in polvere, oppure possiamo lasciare le foglie intere, come preferite. Ad ogni modo, poi, va conservato in barattoli puliti e ben chiusi, lontano da umidità e luce diretta. In questo modo il basilico si conserva fino all’anno successivo, quando potremo poi curare e far crescere un’altra piantina in terrazzo! ^_^


NOTE & CONSIGLI – volendo potete anche preparare una bella quantità di PESTO in modo da conservare e surgelare direttamente il pesto pronto, perfetto per primi piatti, ma anche per bruschette o da utilizzare come condimento per contorni!

BUON APPETITO DALLA CUCINA DI E’ QUASI MAGIA!!!!

TORNA ALL’INDICE DELLE RICETTE

Mamme conoscete il mio blog dedicato a voi e ai vostri bambini? Vi aspetto su AMORE DI MAMMA!

Scrivimi!

comments

Precedente Pan Bauletto allo Yogurt senza uova, con lievito madre Successivo Biscotti con farina di riso e cioccolato fondente, senza burro e senza glutine

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.