Crea sito

Gateau di Patate e Cavolfiore

Il Gateau di patate e cavolfiore è una variante del classico Gateau o Cattò di patate che in pratica è un tortino di patate, con l’aggiunta di mozzarella e dadini di prosciutto.
Io invece vi propongo una ricetta in cui ho aggiunto il cavolfiore, in mezzo poi ci sono dadini di scamorza e mozzarella che rendono questo tortino saporitissimo e filante.
Ho omesso il pangrattato in superficie in modo che possa essere adatto anche a celiaci o allergici al grano, ma se desiderate potete aggiungerlo, aiuterà a creare una bella crosticina in superficie.
Ho omesso anche il prosciutto cotto per renderlo un piatto vegetariano, ma anche qui in base ai vostri gusti potete scegliere se aggiungerlo oppure no.

Gateau di patate e cavolfiore
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Porzioni6
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 1Cavolfiore
  • 500 gPatate
  • 1Uovo
  • 200 gScamorza affumicata
  • 1Mozzarella
  • 6 cucchiaiParmigiano Reggiano DOP
  • q.b.Sale
  • q.b.Olio extravergine d’oliva
  • q.b.Pepe

Preparazione

  1. Lavate, pelate, e tagliate le patate, fate lo stesso con il cavolfiore separando le cimette le une dalle altre e cuocete entrambi a vapore.

    Nel frattempo tagliate la scamorza e la mozzarella a dadini, grattugiate il parmigiano e mettete da parte.
    Ungete anche una pirofila utilizzando un pò di olio d’oliva..

    Non appena saranno cotte sia le patate sia il cavolfiore, disponeteli all’interno di una ciotola e iniziate a schiacciarli con una forchetta riducendoli ad una purea.
    Aggiungete il parmigiano grattugiato, il sale e il pepe, un filo di olio d’oliva e un uovo. In ultimo aggiungete anche la scamorza e la mozzarella tagliati a dadini e mescolate.

    A questo punto potete versare il tutto all’interno della pirofila di cui avete unto sia il fondo sia i bordi con un pò di olio.

    Infornate a 180° fino a quando non inizierà a formarsi una doratura in superficie. Attenzione a non bruciarla.

    Ecco fatto, il gateau di patate e cavolfiore è pronto, servitelo caldo, appena tirato fuori dal forno, magari con qualche crostino o una fetta di pane tostato.

    Buon appetito!

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.