Crea sito

Torta di mele cotogne, crostata

torta di mele cotogne, crostata ORTAGGI che passione by Sara

La torta di mele cotogne è una deliziosa crostata con composta di cotogne. Una vera bontà, ha conquistato tutti (bambini, ragazzi e adulti) con i suoi aromi e il suo profumo “Sa di strudel” “mi ricorda i sapori dell’oriente” per il sapore che emana.

Se ti chiedi cosa fare con la confettura (impropriamente marmellata) o meglio con la composta di mele cotogne – Quince ti suggerisco vivamente questa ricetta. Le mele cotogne in cottura acquistano un intenso sapore dolce, che ricorda il miele.

STAGIONALITA’ delle mele cotogne: autunno.

Se trovi in vendita le mele cotogne consiglio sempre di comprarle e poi di riporle in casa negli armadi per profumare la biancheria o su una mensola come decoro (emanano un gradevolissimo profumo). Utilizzare in cucina solo quando sono belle mature.

QUI le proprietà delle mele cotogne.

torta di mele cotogne, crostata ORTAGGI © passione
  • Preparazione: circa 30 minuti totali + riposo in freezer di 30 Minuti
  • Cottura: in forno statico a 180° per 40 Minuti
  • Porzioni: dosi per una tortiera tonda apribile d.24 – 26

Ingredienti

  • 130 g Farina di mandorle
  • 125 g Burro
  • 125 g Zucchero
  • 200 g Farina
  • un pizzico Sale
  • un pizzico Cannella in polvere
  • poco Peperoncino
  • 1 uovo medio (50 g)
  • 300 g composta (mele cotogne)

per 700 g di composta di mele cotogne

  • 3 Mele Cotogne mature (circa 750 g)
  • 300 ml Acqua
  • 2 cucchiai Zucchero (30 g)
  • 2 Anice stellato
  • 1 Cannella in stecche
  • 4 Chiodi di garofano
  • succo mezzo limone

Preparazione

  1. Torta di mele cotogne

    crostata con composta

     

    Il giorno prima preparare la composta di cotogne

    Mettere lo zucchero e l’acqua in una padella alta e quindi portare ad ebollizione. Aggiungere gli aromi: anice stellato, cannella e chiodi di garofano. Lavare molto bene le mele cotogne (non sbucciarle), tagliarle a metà, togliere il torsolo e fare cubetti da un centimetro l’uno. Metterli nello sciroppo di zucchero, aggiungere il succo di mezzo limone e fare cuocere il tutto a fuoco lento per 45 minuti o fino che avranno raggiunto la densità preferita. Passare con il passaverdura.

    Il giorno dopo preparare la pasta frolla

    Prima di tutto, togliere il burro (125 g) dal frigorifero. E porlo in una ciotola a pezzetti ad ammorbidirsi.

    Poi, se non si dispone della farina di mandorle, frullare con il tritatutto le mandorle (io ho usato quelle sgusciate con la pelle) assieme ad un cucchiaino di zucchero (assorbe l’umidità che sprigiona la frutta secca tritandola).

    Nella ciotola del burro, aggiungere la farina di mandorle (130 g), la farina bianca (200 g), lo zucchero (125 g), il pizzico di sale, di peperoncino, di cannella e amalgamare il tutto con la punta delle dita fino a formare un composto granuloso. Aggiungere l’uovo interno e continuare ad impastare. Quindi trasportare l’impasto sul piano lavoro e formare una palla liscia, rivestirla con la pellicola alimentare e farla riposare in freezer per 30 minuti (o in frigorifero per un’ora e mezza).

    COMPORRE LA torta di mele cotogne – crostata

    Sopra della carta forno (o un tappetino di silicone), con l’aiuto di un mattarello leggermente infarinato, stendere la pasta frolla ad uno spessore di mezzo centimetro.

    Porre l’impasto steso in una teglia da forno apribile imburrata o meglio ricoperta da carta forno. Bucherellare tutto il fondo con i rebbi di una forchetta. Cospargere con 300 g di composta di mele cotogne (circa la metà di quella preparata).

    Con la rimanente pasta frolla formare le classiche strisce per la griglia e porle sulla crostata.

    Cuocere in forno statico già caldo a 180° per circa 40 minuti, appena pronta la torta di mele cotogne sfornare immediatamente e toglierla dallo stampo quando si è raffreddata.

I CONSIGLI di Sara

° sostituire in parte la farina di mandorle con farina di amaretti

° sostituire la farina di mandorle con noci tritate finemente

° utilizzare in sostituzione della composta con della confettura o marmellata

° utilizzare la composta di clementine soda per la farcitura

.

Per restare informato sulle ultime ricette di ORTAGGI che PASSIONE seguimi su FACEBOOK o su INSTAGRAM o su TWITTER.

Copyright © Ortaggi che passione by Sara

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Sara Grissino

Cuoca green, seguo la stagionalità degli alimenti nella preparazione dei miei piatti. Amo conoscere, sperimentare in cucina i prodotti della campagna e non solo. Solare, mi piace stare in mezzo alla gente, condividere emozioni ed imparare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.