Crea sito

Composta di clementine, veloce da preparare

Composta di clementine, marmellata ORTAGGI © passione by Sara Grissino

Se ti chiedi come fare la composta di clementine sei nel posto giusto.

Questa ricetta è facilissima da fare e il risultato è garantito. Delicata, leggera, profumata, zuccherata al punto giusto e leggermente aspra (con un leggero retrogusto amaro). Perfetta per la colazione e la merenda spalmata sopra ad una fetta di pane.

La composta di clementine si può considerare una marmellata con poco zucchero, senza pectina e con tempi di conservazione limitati (da valutare in base alla propria esperienza e capacità di riconoscere eventuali alimenti avariati).

In generale, se la marmellata è cotta a lungo (almeno 90 minuti), con tanto zucchero e posta sottovuoto nel modo corretto si conserva bene e per lunghi periodi.

Le regole per preparare le composte a casa, si trovano qui.

Vuoi conoscere la storia della ricetta della composta, leggi qui.

Composta di clementine ORTAGGI © passione by Sara Grissino
  • Preparazione: 30 Minuti
  • Cottura: 90 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: circa 5 vasetti in vetro da g 250

Ingredienti

  • 2 kg Clementine o mandarini (peso netto)
  • 500 g Zucchero (semolato e/o di canna)

Aromi a scelta

  • un Baccello di vaniglia (senza semini)
  • o 2 cucchiaini vaniglia in polvere
  • una Cannella in stecche
  • o 2 cucchiaini Cannella in polvere

Preparazione

  1. composta di clementine cottura

    Composta di clementine

    marmellata di agrumi

    Sbucciare tutte le clementine, aprirle a metà ed eliminare il filamento bianco centrale. Tagliare a metà tutti gli spicchi.

    Porre tutta la frutta in un tegame capiente, aggiungere le spezie desiderate e lo zucchero (si può aggiungere altro zucchero in cottura, anche successivamente). Portare a bollore e poi abbassare la fiamma e continuare a cuocerla a fuoco basso e senza coperchio, mescolando spesso per evitare che si attacchi al fondo (più zucchero si utilizza e più la marmellata tende ad attaccarsi al fondo della padella).

    Nel frattempo sterilizzare i vasetti di vetro.

    Una volta che la composta di clementine ha raggiunto la densità desiderata (per me 90 minuti), invasatela caldissima, chiudere i barattoli, rovesciarli e porli tutti assieme dentro ad una coperta di lana.

    Trascorse 24 ore controllare che il tappo a capsula sia sigillato, quindi risulti abbassato e stabile. In caso contrario, conservare il vaso o i vasetti che non si sono sterilizzati in frigorifero e consumare a breve o in alternativa congelare.

    Importante è anche apporre un’etichetta adesiva sui barattoli con la data di preparazione e il tipo di confettura.

I CONSIGLI di Sara

CONSERVAZIONE

Conservare in un luogo fresco e buio e utilizzarla entro due mesi dalla data di preparazione. Una volta aperto il vasetto, porlo in frigorifero e consumare entro una settimana.

 

  • Per aromatizzare si possono aggiungere in cottura: scorzette bio di agrumi (arance, bergamotto, cedro, limoni, mandarini)
  • Se si utilizzano i mandarini, togliere i semi prima della cottura.
  • Se le clementine dopo la cottura, risultassero troppe grosse per i propri gusti, sminuzzarle con un frullatore ad immersione.
  • Per chi ama i gusti naturali consiglio di provare a fare la composta di clementine senza zucchero e di consumarla in brevissimo tempo per limitare i possibili rischi alla salute.

.

Per restare informato sulle ultime ricette di ORTAGGI che PASSIONE seguimi su FACEBOOK o su INSTAGRAM o su TWITTER.

Copyright © Ortaggi che passione by Sara

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Sara Grissino

Cuoca green, seguo la stagionalità degli alimenti nella preparazione dei miei piatti. Amo conoscere, sperimentare in cucina i prodotti della campagna e non solo. Solare, mi piace stare in mezzo alla gente, condividere emozioni ed imparare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.