Crea sito

Spaghetti di riso con gamberi nella cucina feng shui

spaghetti di riso con gamberi e verdure

La ricetta degli spaghetti di riso con gamberi e verdure si ispira alla Cina e al feng shui, l’arte di arredare la casa e la cucina in sintonia con sé stessi.

Arredare la cucina con il feng shui significa seguire alcune semplici regole inerenti la posizione degli elettrodomestici, la scelta dei colori e l’impiego dei materiali.
Quattromila anni orsono, gli antichi saggi cinesi osservarono a lungo i cicli della natura, come l’alternanza tra il giorno e la notte e il succedersi delle stagioni. Da queste osservazioni dedussero i principi del feng shui, oggi codificati in chiare regole da seguire per creare spazi armoniosi, dai quali ricevere energia e benessere.
La cucina è il cuore pulsante della casa, il luogo dove la famiglia si riunisce durante la preparazione e la consumazione dei pasti, lo spazio dove ci dedichiamo al nostro benessere attraverso il nutrimento, l’ambiente nel quale esprimiamo la nostra creatività. Ecco perché è così importante seguire le regole della cucina feng shui.

Scopri tutti i consigli dell’architetta feng shui Michela Martini sotto la ricetta.

spaghetti di riso con gamberi e verdure
  • DifficoltàBassa
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione45 Minuti
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaCinese
212,31 Kcal
calorie per porzione
Info Chiudi
  • Energia 212,31 (Kcal)
  • Carboidrati 26,19 (g) di cui Zuccheri 6,15 (g)
  • Proteine 16,32 (g)
  • Grassi 5,37 (g) di cui saturi 0,79 (g)di cui insaturi 0,33 (g)
  • Fibre 3,84 (g)
  • Sodio 853,92 (mg)

Valori indicativi per una porzione di 300 g elaborati in modo automatizzato a partire dalle informazioni nutrizionali disponibili sui database CREA* e FoodData Central**. Non è un consiglio alimentare e/o nutrizionale.

* CREA Centro di ricerca Alimenti e Nutrizione: https://www.crea.gov.it/alimenti-e-nutrizione https://www.alimentinutrizione.it ** U.S. Department of Agriculture, Agricultural Research Service. FoodData Central, 2019. https://fdc.nal.usda.gov

STAGIONALITA’ degli ortaggi di stagione:

broccolo: autunno, inverno e primavera
carciofi: autunno, inverno e primavera
carote: tutto l’anno
cavolfiore: da ottobre a febbraio
cavolini di Bruxelles: da ottobre a marzo
cavolo cappuccio: primavera, autunno e inverno
cavolo nero: da novembre ad aprile
cavolo rosso: autunno e inverno
cipolla: primavera, estate e autunno
daikon: da settembre a febbraio
finocchio: primavera, autunno e inverno
funghi coltivati (champignon, shiintake): tutto l’anno
germogli di bambù: primavera
germogli di soia: tutto l’anno
indivia belga: autunno e inverno
lattuga: tutto l’anno in base alla varietà
mais in scatola: tutto l’anno
kale: da novembre ad aprile
peperoni e friggitelli: da maggio a ottobre
porri: primavera, autunno e inverno
radicchio: tutto l’anno in base alla varietà
rape: tutto l’anno in base alla varietà
sedano: tutto l’anno
topinambur: autunno, inverno e primavera
verza: autunno – inverno
verza cinese: primavera – autunno
zucca: da fine agosto a primavera
zucchine: da maggio a ottobre

SPAGHETTI DI RISO CON GAMBERI E VERDURE

  • 250 gspaghetti di riso (o vermicelli)
  • Mezzo kggamberetti (o code di gambero – 250 g peso senza scarti)
  • 1 spicchioaglio (facoltativo)
  • 1 filoolio extravergine d’oliva (o di semi)
  • 3carote (medie)
  • 200 gcavolo rosso (o meno)
  • 100 gcavolo nero (o più)
  • q.b.curry (basilico, curcuma, noce moscata, pepe lungo, timo, zenzero)
  • 50 gsalsa di soia

Strumenti

  • Tagliere
  • Coltello a lama liscia ben affilato
  • Wok (o padella antiaderente)
  • Mestolo legno
  • 2 Ciotole per inserire (verdure e gamberi cotti)

Spaghetti di riso con gamberi e verdure

Utilizzare le verdure di stagione preferite, cotte alla piastra o nel wok.
Consultare l’elenco sopra e tagliarle nella forma più adatta.
  1. pulire e cuocere i gamberetti bianchi o rosa

    PULIRE I GAMBERETTI

    Con i gamberetti surgelati seguire le istruzioni della confezione.

    Come sgusciare i gamberi freschi bianchi o rosa?

    Lavarli bene sotto l’acqua corrente.

    Afferrare la coda del singolo gamberetto e togliere via prima la testa e subito dopo la coda (si può anche scegliere di lasciarla), poi il carapace (guscio) aprendolo sotto dal ventre, così si elimineranno anche le piccole zampette.

    Sfilare il budello (filo nero sulla schiena) con l’aiuto di uno stuzzicadenti.

    Gli avanzi dei gamberetti si possono tenere per preparare un saporito fumetto di pesce, ottimo per il risotto.

    Cottura dei gamberetti

    Riscaldare con un filo d’olio uno spicchio d’aglio (in camicia e schiacciato o spellato e a metà senza anima), quindi aggiungere i gamberetti e saltarli velocemente per circa 3 minuti.

  1. verdure invernali saltate nel wok

    PREPARARE LE VERDURE

    Lavare e tagliare le verdure nella forma migliore: carote a listarelle, cavolo rosso a strisce sottili, cavolo nero: togliere la costa centrale e tagliare a striscioline.

    Cottura delle verdure

    Cuocere le singole verdure, una alla volta, nella padella con un filo d’olio e la spezia preferita, non serve aggiungere sale (la salsa di soia è molto sapida).

    Tempi indicativi di cottura: carote 5 minuti, cavolo rosso 7 minuti e cavolo nero 3 minuti.

  1. cuocere gli spaghetti di riso o di soia e saltare in padella

    COTTURA DEGLI SPAGHETTI DI RISO

    Lessare in acqua bollente e salata per il tempo dichiarato sulla confezione. Una volta cotti, scolarli e passarli velocemente sotto l’acqua fredda per evitare che si compattino.

    Servire gli spaghetti di riso con gamberi

    Una volta che tutti gli ingredienti sono pronti, versarli nel wok assieme alla salsa di soia e saltare il tutto per amalgamare i sapori.

    Consiglio di aggiungere il cavolo rosso alla fine per evitare di colorare di viola tutto il resto.

    QUI puoi trovare una ricetta originale per cucinare gli spaghetti di riso fritti cinesi.

POSIZIONE DELLA CUCINA FENG SHUI

La regola principale del feng shui per la cucina riguarda la posizione nella casa. Le attività di cucina sono d’importanza vitale per il nostro benessere. L’energia che entra dalla porta d’entrata e si distribuisce in tutta la nostra casa, deve arrivare in cucina lentamente. Per questo motivo la cucina deve trovarsi in un luogo protetto:

– Lontana dall’entrata di casa.

– Non visibile dall’ingresso.

– In una stanza appartata o, in una zona giorno open space, separata almeno da un bancone, rispetto al salotto.

– Il mobilio dev’essere distribuito in maniera da poter permettere a chi cucina di spaziare con lo sguardo e non essere sacrificato contro un muro.

– La disposizione con bancone o “isola” con il piano cottura rivolto verso il centro della stanza è ottimale.

Il fatto di seguire questi consigli di feng shui per la tua cucina, ti permetterà di sentirti meglio e cucinare degli spaghetti di riso con gamberi e verdure insuperabili.

LE REGOLE PER DISPORRE GLI ELETTRODOMESTICI NELLA CUCINA FENG SHUI

Nel feng shui è utilizzato il ciclo dei cinque elementi – acqua, legno, fuoco, terra, metallo – gli stessi della cucina macrobiotica.

Esiste un rapporto di creazione tra gli elementi, il legno serve per alimentare il fuoco, per esempio. Inoltre, possono verificarsi relazioni di tipo distruttivo: l’acqua spegne il fuoco, concordi? Questi bisticci energetici si ripercuotono nelle tue ricette caricandole in modo negativo, e con il tempo possono interferire nel tuo benessere. Ecco allora i consigli del feng shui per disporre gli elettrodomestici in modo creativo. Seguili per caricare le tue pietanze di energia positiva.

– Separa il lavello e il fornello interponendo un mobile e un piano di lavoro.

– Tieni lontano il forno dal lavello.

– Il forno e il frigorifero possono rimanere vicini.

– Prevedi una separazione tra lo spazio in cui usi i piccoli elettrodomestici e il lavello.

– Se non riesci a separare lavello e piano cottura, cerca un modo per farci stare qualche pianta aromatica. Potresti dipingerla sul paraspruzzi.

Rispettare queste poche regole del feng shui in cucina ti servirà per servire degli spaghetti di riso con gamberi e verdure carichi di energia.

I MATERIALI DELLA CUCINA FENG SHUI

Per soddisfare i requisiti del feng shui in cucina occorre seguire alcune semplici regole. I materiali metallici come l’acciaio e l’alluminio, sono spesso preponderanti. Oltre ad essere usati nel pentolame, sono spesso impiegati negli elettrodomestici. L’energia del metallo è fredda e inadeguata all’arte della cucina. Dobbiamo perciò trovare un modo per riscaldarla.

– Il fuoco in cucina non è sempre acceso, perciò ti consiglio di lasciare accesa una luce a basso consumo. Una lampada di sale riscalda l’ambiente con la sua luce calda e benefica, ma può essere sostituita da una candela oppure da un modello di lampada che ti piaccia.

– Gli utensili in legno attivano l’energia del fuoco.

– Le pentole di terracotta sono da prediligere a quelle metalliche.

– Scegliamo sempre materiali naturali per la nostra cucina feng shui: legno, pietra, marmo.

Secondo il feng shui, esiste un respiro cosmico, un’energia vitale che plasma e permea tutto, cose e persone. Questo fluido pervade i materiali della tua cucina, ma ti basterà seguire questi semplici suggerimenti per far fluire l’energia in modo armonico. I tuoi deliziosi spaghetti di riso con gamberi e verdure saranno ancora più appetitosi.

I COLORI NELLA CUCINA FENG SHUI

Secondo la psicologia ambientale, come per il feng shui, i colori occupano un posto di rilievo tra i fattori che influenzano l’umore delle persone. Inoltre, le medicine tradizionali orientali, attribuiscono un’importanza vitale ai luoghi in cui si prepara e si gusta il cibo. Dicono sia necessario predisporre gli spazi ad un’energia calda, cosa che non avviene affatto nelle contemporanee cucine bianche e acciaio.

– Usa i colori del fuoco: dal rosa al viola, passando dall’arancione, al color salmone, per finire al rosso peperoncino e ai toni melanzana. Vanno tutti bene, la cosa importante è che ti piacciano.

– Scegli uno di questi colori, oppure un ton sur ton, e impiegalo per i canovacci, le presine, i guanti da forno, gli utensili, i piatti da portata. Così creerai un bel coordinato che, oltre a soddisfare l’estetica, ti aiuterà a cucinare, ad assaporare a digerire meglio.

– I toni del verde sono una valida alternativa perché richiamano l’energia del legno che nutre il fuoco, necessario al nostro benessere in cucina.

– Se ti piacciono i colori neutri, prediligi i toni caldi quali i beige, i crema e i tortora, non troppo grigi.

– Usa con parsimonia il nero, il bianco e il grigio.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Sara Grissino

Cuoca green, seguo la stagionalità degli alimenti nella preparazione dei miei piatti. Amo conoscere, sperimentare in cucina i prodotti della campagna e non solo. Solare, mi piace stare in mezzo alla gente, condividere emozioni ed imparare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.