Salvia fritta – CROCCANTE

foglie grandi di salvia fritta

La salvia fritta in pastella è una vera delizia, croccante e dal sapore delicato. Delle ottime e tradizionali piccole frittelle salate servite come stuzzichino per l’antipasto o l’aperitivo, oppure come parte del fritto misto. Spolverate con dello zucchero a velo sono gradite anche come merenda.

La salvia pastellata è tipica del Friuli Venezia Giulia e si chiama “Salviade“, la ricetta originale friulana prevede di intingere le foglie dell’erba aromatica in un composto spumoso di uova (con l’albume montato a neve) e farina prima di essere fritte in abbondante olio.

Prova la mia frittura di verdura a chips.

RACCOLTA della #salvia – dalla primavera all’autunno.

salvia fritta con pastella
  • DifficoltàFacile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana
  • StagionalitàPrimavera, Estate e Autunno

Salvia fritta

20 foglie salvia (medio grandi)
500 ml olio di semi di arachide

Pastella

80 g farina
140 g birra (freddissima da frigo)
q.b. sale fino

Per i CELIACI: utilizzare farina di ceci o di riso e birra senza glutine.

In alternativa alla birra utilizzare del vino bianco frizzante. Per una versione leggera usare l’acqua gassata, sempre fredda da frigorifero, quest’ultima gonfierà meno la pastella poiché non contiene lieviti.

109,35 Kcal
calorie per porzione
Info Chiudi
  • Energia 109,35 (Kcal)
  • Carboidrati 12,67 (g) di cui Zuccheri 0,27 (g)
  • Proteine 1,79 (g)
  • Grassi 5,34 (g) di cui saturi 0,91 (g)di cui insaturi 4,15 (g)
  • Fibre 2,15 (g)
  • Sodio 100,45 (mg)

Valori indicativi per una porzione di 50 g elaborati in modo automatizzato a partire dalle informazioni nutrizionali disponibili sui database CREA* e FoodData Central**. Non è un consiglio alimentare e/o nutrizionale.

* CREA Centro di ricerca Alimenti e Nutrizione: https://www.crea.gov.it/alimenti-e-nutrizione https://www.alimentinutrizione.it ** U.S. Department of Agriculture, Agricultural Research Service. FoodData Central, 2019. https://fdc.nal.usda.gov

Strumenti

1 Friggitrice
oppure1 Padella in acciaio d.20 cm

Salvia fritta

ricetta salvia pastellata

Raccogliere delle foglie di salvia con il loro gambo, servirà per prenderle nei vari passaggi. Lavarle bene e porle ad asciugare sopra ad un canovaccio.

Preparare la pastella

In un piatto fondo, versare la farina e il sale, quindi aggiungere gradatamente la birra (o l’acqua frizzante) freddissima da frigorifero. Mescolare bene per rendere il composto fluido e senza grumi.

* Nella pastella, si può aggiungere dell’olio extra vergine di oliva oppure del succo di limone.

* La pastella avanzata può essere aggiunta ad altri impasti oppure conservata in frigorifero per massimo 2 giorni.

Scaldare l’olio

Per una frittura croccante e asciutta, la cottura deve mantenere una temperatura costante, intorno ai 170 °C.

* Per capire quando l’olio ha raggiunto la giusta temperatura, utilizzare un termometro da cucina oppure immergere nell’olio la punta di uno stuzzicadenti (una briciola di pane o un pezzetto di verdura), l’olio è pronto quando tutto intorno si formano tante bollicine.

– E’ sempre meglio abbondare con la quantità d’olio, così il cibo ha più spazio e non urta contro le pareti della pentola, inoltre si forma più facilmente una crosticina integra che fa da barriera all’assorbimento dell’olio.

* Troppa quantità di cibo nell’olio ne fa abbassare la temperatura e favorisce l’assorbimento dell’olio, rendendo il risultato finale più unto.

Cottura

Una volta che l’olio ha raggiunto i 170-180 °C, versarci dentro poche foglie di salvia alla volta, dopo averle intinte nella pastella. Cuocerle per pochi minuti per lato o fino a quando sono dorate e croccanti, stando attenti a non farle scurire troppo.

Con l’aiuto di una schiumarola, estrarre le foglie di salvia cotte e scolarle in un primo momento nello scolapasta, e poi sopra a della carta da cucina assorbente per togliere gli ultimi residui di olio.

La salvia pastellata va consumata subito e quando è ancora calda.

Cottura al forno senza pastella

Per un risultato più light ma meno gustoso.

Spennellare le foglie di salvia con dell’olio e cospargere con del pangrattato, quindi cuocerle in forno statico a 180 °C per circa 20 minuti.

Scarica l’APP “Ortaggi che passione

disponibile solo per Android

🍀🍀🍀🍀🍀

SEGUIMI su

🍀FACEBOOK 🍀INSTAGRAM 🍀YOUTUBE 🍀PINTEREST 🍀TIK TOK 🍀TWITTER

Non perdere le ricette di stagione sulla mia HOME.

Copyright ©ORTAGGI che passione by Sara Grissino

4,9 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Sara Grissino

Cuoca green, seguo la stagionalità degli alimenti nella preparazione dei miei piatti. Amo conoscere, sperimentare in cucina i prodotti della campagna e non solo. Solare, mi piace stare in mezzo alla gente, condividere emozioni ed imparare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.