Crea sito

Padellata di verdure di Santa Ildegarda

La padellata di verdure di Santa Ildegarda è la seconda ricetta che ho fatto usando la galanga. Vi avevo detto che avreste dovuto aspettarvi altre ricette con questa spezia ed eccola qui. La galanga, come vi ho spiegato ieri quando ho pubblicato la vellutata di zucchine di Santa Ildegarda, è una pianta asiatica, che cresce nel sud della Cina, in Indonesia, India e Tailandia e appartiene alla stessa famiglia dello zenzero. Viene considerata la spezia più forte del mondo, calda ma non piccante. Inoltre, depura il sangue e le sue proprietà vasodilatatorie ne fanno un ottimo rimedio per il cuore. Per Santa Ildegarda “la galanga è totalmente calda, non c’è niente di freddo in questa spezia, che ha moltissime virtù”.
Nella ricetta originale della padellata di verdure di Santa Ildegarda, tratta dal libro “Le ricette della gioia con Santa Ildegarda” di Daniel Maurin e Jany Fournier- Rosset, era previsto anche l’issopo, da usare sotto forma di decotto, in caso le verdure dovessero asciugarsi troppo. Io non ce l’avevo e l’ho omesso ma sarà il prossimo ingrediente che mi procurerò.

  • DifficoltàBassa
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di cottura1 Ora 10 Minuti
  • Porzioni4 persone
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaEuropea

Ingredienti

  • 2carote (medie)
  • 1cipolla
  • 300 gfagiolini
  • 1/2finocchio
  • 1/2zucchina
  • q.b.olio extravergine d’oliva
  • 1/4 cucchiainogalanga
  • q.b.sale
  • q.b.pepe

Strumenti

  • 1 Coltello
  • 1 Tagliere
  • 1 Mezzaluna
  • 1 Tegame
  • 1 Coperchio
  • 1 Cucchiaio di legno
  • 1 Cucchiaino

Preparazione

  1. Per preparare la padellata di verdure di Santa Ildegarda, per prima cosa mondate e lavate i fagiolini. Poi mondate, lavate e tagliate le carote a rondelle sottili. Quindi, mondate e lavate il finocchio, dopodiché tagliatelo a striscioline. Ora mondate, lavate e tagliate a listarelle la zucchina.

    A questo punto, mondate e tritate la cipolla e fatela rosolare in un tegame con poco olio caldo. Poi aggiungete le carote e lasciate cuocere per 5 minuti con coperchio, a fuoco lento. Quindi, aggiungete i fagiolini, il finocchio e la zucchina, regolando di sale e pepe e lasciando cuocere a fuoco dolce per circa un’ora, sempre con coperchio e mescolando di tanto in tanto con un cucchiaio di legno.

    Nella ricetta originale c’è scritto di aggiungere, se necessario, ¼ di bicchiere di decotto di issopo ma è un ingrediente che non avevo, quindi l’ho omesso. Al limite, se le verdure dovessero asciugarsi troppo, potreste aggiungere dell’acqua.

    Poco prima di servire, spolverizzate con la galanga.

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.