MIGLIACCIO NAPOLETANO, DOLCE TRADIZIONALE DI SEMOLINO E RICOTTA

Da tempo volevo provare il migliaccio napoletano, una ricetta che mi ispirava per la particolarità degli ingredienti: semolino, ricotta e tanti aromi che tanto ricordano i profumi della pastiera, un’altra ricetta campana che amo molto.

Come tutte le ricette regionali della tradizione, anche il migliaccio “vanta” un’enciclopedia di ricette simili con miliardi di varianti “di famiglia”, per il mio dolce al semolino mi sono lasciata ispirare dalla ricetta della mia amica Valentina “Ho voglia di dolce”, e facendo le dovute modifiche alle proporzioni rispetto ai miei stampi, ho elaborato questo fantastico migliaccio che da oggi rientra a pieni voti tra i miei dolci preferiti.

Carta e penna (o stampante 🙂 ) e tutti a preparare questo dolce che, tra l’altro, è tipico del periodo di Carnevale. E poi fatemi sapere se vi è piaciuto! 😉

Altre RICETTE DI CARNEVALE QUI ne trovate ben 25 tutte facili e golose!!!

migliaccio napoletano, dolce tradizionale di semolino e ricotta
  • Preparazione: 20 Minuti
  • Cottura: circa 1 Ora
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: STAMPO 24 CM

Ingredienti

  • 165 g Semolino
  • 400 g Ricotta
  • 650 ml Latte
  • 20 g Burro
  • 300 g Zucchero
  • 4 Uova
  • 1 cucchiaio Limoncello (o succo di limone)
  • q.b. Vaniglia
  • 1 cucchiaio marmellata di cedro (facoltativo)
  • 1 cucchiaio Acqua di fiori d'arancio (o millefiori)
  • Scorza d'arancia (intera e grattugiata)
  • Scorza di limone (intera e grattugiata)
  • un pizzichi Sale
  • q.b. Zucchero a velo

Preparazione

  1. migliaccio napoletano semolino e ricotta

    In una pentola mettete il latte, il burro e un pizzico di sale. Aggiungete le scorze di arancia e limone INTERE e portate a bollore.

    Versate a pioggia il semolino mescolando con un cucchiaio di legno fino a quando tutto il latte verrà assorbito e otterrete un composto compatto senza grumi. Spegnete, coprite con pellicola a contatto e fate raffreddare.

     

  2. In una ciotola capiente lavorate la ricotta con le fruste (va bene anche a mano), aggiungete anche lo zucchero e sempre lavorando aggiungete un uovo alla volta e infine gli aromi indicati in ricetta (limoncello, vaniglia, fiori d’arancio, cedro, scorza grattugiata di arancia e di limone)

  3. A questo punto unite il semolino già freddato (o tiepido) poco per volta. Lavorate bene con le fruste insistendo sul semolino affinchè non restino grumi!

  4. Accendete il forno a 180 °C.

    Imburrate e infarinate uno stampo di 24 cm, oppure rivestitelo con carta da forno. Versatevi il composto e infornate in forno caldo per cica un’ora.

    Facendo la prova stecchino, questo dovrà uscire leggermente “sporco”, vi ricordo che si tratta di un dolce cremoso ma sodo, quindi non prolungate troppo la cottura. Quando lo vedrete ben dorato controllate la cottura e spegnete il forno. Lasciate il dolce per una decina di minuti in forno con lo sportello aperto e poi sfornate.

    Cospargete subito con zucchero a velo e fatelo raffreddare completamente per qualche ora. Lo zucchero si scioglierà dando il tipico aspetto umido in superficie.

    Se preferite potete cospargere con ulteriore zucchero prima di servirlo.

Note

4,8 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.