Il picchi-pacchi palermitano

Sono cosciente che questo post dà la sensazione di un freno a mano tirato all’improvviso, di uno stridore di freni sull’asfalto e relativo puzzo di gomma bruciata…….! Dopo tanto zucchero, decorazioni, torte…. un po’ di pomodoro non è proprio quello che ci vuole, ma tant’è… il mio è un blog di cucina e tale resterà fino a quando dalla mia cucina si effonderanno odore  di aglio e  profumo di vaniglia!!! 🙂

Questa ricetta, e con questo nome, è tipicamente palermitana; viene utilizzata così com’è per condire della semplice pastasciutta, ma soprattutto per insaporire le minestre di verdura, come la “pasta con i tenerumi” che vi posterò più avanti.

Ingredienti

pomodori pelati

aglio

olio extravergine d’oliva (in questa ricetta Ursini)

sale

Fate un soffritto con olio e aglio, quest’ultimo potete lasciarlo intero per toglierlo poi, o utilizzarlo tritato (dà più gusto!)

Unite i pomodori pelati a pezzetti, salate e fate cuocere a lungo a fiamma bassa, rimestando di tanto in tanto e cercando di schiacciare i pezzetti di pomodoro. Si dovrà ottenere una salsa piuttosto densa e grumosa.

Già con questa salsa provate a condire della pasta corta, con della ricotta salata o altro formaggio grattugiato. Otterrete un primo piatto freschissimo e gustoso, oltre che leggero, adatto alla stagione estiva.

ECCOLO NELLA PASTA CON I TENERUMI

Precedente Torta per un battesimo Successivo La pasta con i tenerumi, ricetta palermitana

7 commenti su “Il picchi-pacchi palermitano

  1. Ecco, potevano mancare i tenerumi sul blog di una palermitana?? Impossibile, sono troppo buoni per non accompagnare i pranzetti estivi.. poi, d’altronde, dall’orto al piatto il passo è veramente breve.
    Un abbraccio

  2. e perchè? secondo me invece dopo tanto zucchero ci vuole anche un po’ sani nutrienti 😉 mi ci vorrai tutte ciccia e brufoli!!!!! 😀
    aspetto la ricetta di quel fantastico piatto che hai chiamato minestra di tenerumi…ho già un certo borbottio allo stomaco!

  3. maniamore il said:

    @Elena
    In questo periodo ci potrei intitolare una categoria: “dall’orto al piatto”! Grazie, baci! 🙂

    @martina
    :D…. Arriva presto, buongustaia!!! ^_*

  4. Lori. che bello questo piatto. Ma mi attrae molto quella zucchina lunga lunga si vede in foto; io l’ho trovata una sola volta al mercato presso un banco di specialità siciliane e mi è piaciuta tantissimo in minestra con pomodoro e cipolla come mi hanno insegnato. Non sarà quella il “tenerume”? Illuminami……

  5. Innanzitutto tanti auguri! Ciao!!! Ecco per te il primo numero di OPEN KITCHEN MAGAZINE!
    Per sfogliarlo gratis clicca qui:

    http://www.openkitchenmaga​zine.com/

    Puoi seguirci anche su Facebook cliccando qui:

    http://www.facebook.com/openkitchenmagazine

    Un abbraccio,
    Claudia Annie Carone, creative manager di OPEN KITCHEN MAGAZINE

    ps: ci farebbe molto piacere se tu potessi condividere i link con tutti i tuoi amici! Te ne saremmo grati!

  6. Picchi-pacchi … un nome straordinario per una ricetta così semplice. La rende ancora più speciale 🙂 Io amo questo sughetto e lo preparo spesso ma non conoscevo questo nome Mi piace molto

  7. maniamore il said:

    @open kitchen
    Dev’essere bellissimo, ancora non sono riuscita a scaricarlo a causa di una pessima connessione, spero di riuscire a sfogliarlo presto! 🙂

    @lipstick
    Semplice e gustosa! Nome stranissimo in effetti….

Lascia un commento